Hemerocallis: stella d’oro

Hemerocallis

L’idea di un fiore che non smette mai di rallegrare le nostre giornate mette di buon umore, se siete della mia stessa idea non potete non avere sui vostri davanzali o nei vostri giardini almeno un paio di Hemerocallis. Non le conoscere? Ecco le loro caratteristiche, le varietà più note e ambite e qualche consiglio su come fare in modo che davvero non smettano mai di fiorire.



Hemerocallis o emerocallide

Si tratta di piante erbacee, rustiche, che hanno delle copiose, variopinte e quasi ininterrotte fioriture. Sono molto apprezzate anche, ma in seconda battuta, per il loro splendido fogliame che è sempre presente ed è ottimo per riempire balconi e giardini quando non è la stagione.

Le Hemerocallis sono un genere di piante appartenente alla famiglia delle Hemerocallidaceae, al suo interno troviamo una serie di piante erbacee perenni particolarmente rustiche che possiamo anche sentire chiamate con il nome di Emerocallidi. In inglese di parla di Daylily ma non sono certo di origine inglese. La maggior parte di queste piante arriva da diversi paesi asiatici quali il Giappone, la Cina, alcune anche da altri paesi dell’Asia nord orientale. Oggi però non è certo strano vederle coltivate praticamente ovunque, anche in Europa, anche in Italia.

Una delle caratteristiche delle Hemerocallis sta nel fatto che sono piante provviste di un rizoma dal quale si formano sia le radici lunghe e sottile sia le foglie che gli steli fiorali. Le foglie sono molto lunghe e tendenzialmente sottili, spuntano a ciuffi ma hanno caratteristiche diverse di volta in volta al variare del tipo di pianta che stiamo coltivando.

In alcuni casi le foglie sono decidue, in altri casi sono sempreverdi, ma in tutti i casi nella parte centrale di ciascun ciuffo si formano due o tre steli fiorali, ciascuno porta diversi boccioli.

Hemerocallis: fiore

Finalmente si parla di fiori, una delle parti più interessanti delle piante che appartengono a questo genere. I fiori dell’Hemerocallis hanno la forma ad imbuto e, per farci una idea, sono molto simili a quelli dei gigli, si distinguono da essi perché hanno l’abitudine di sbocciare la mattina e sfiorire la sera. Ecco perché le piante del genere Hemerocallis sono chiamate comunemente anche belle di giorno. I fiori di queste piante sbocciano uno per volta, si ha quindi una sorta di staffetta infinita di fiori che fa sì che la pianta resti in fiore per diversi mesi.

Hemerocallis: fiore

Guardando bene i fiori ad imbuto si può notare che sono formati da sei tepali, li si trova in colori diversi, tra i più svariati, grazie ai numerosi ibridi tutti selezionati a partire dai colori originali che sono il giallo, l’arancio ed il rosso. Spaziando in tutte le varietà di Hemerocallis esistenti al mondo, incroci compresi, non incontrerete mai e poi mai, però, una pianta che fiorisce in bianco e nemmeno in blu, per il resto non vi stupite se troverete fiori monocolore o screziati, con forma triangolare e anche stellata.

Hemerocallis: coltivazione

L’utilizzo di questa piante è vasto, può passare dalla decorazione delle bordure, al riempimento delle aiuole all’arredo di giardini e balconi, poste in comodi vasi. Questo anche perché di fatto no si tratta di piante difficili da coltivare, anzi, si adattano facilmente a quasi tutte le condizioni in cui decidiamo di farle crescere.

Detto ciò, ci sono comunque delle indicazioni che possiamo seguire se vogliamo che crescano a loro agio e fioriscano senza interruzioni per tutta la bella stagione. Sono piante che amano la luce, al contrario di molte altre, amano la luce diretta del sole e c’è una regola che si può utilizzare per dosarla in base al colore. In generale se i fiori hanno una tinta pastello chiara hanno necessità di una maggiore esposizione alla luce solare diretta.

Per il resto sono talmente numerose le varietà di Hemerocallis che è difficile dare delle indicazioni precise riguardanti le migliori condizioni al contorno, la cosa migliore è scegliere un tipo di pianta e poi osservare le indicazioni che la riguardano.

Hemerocallis lilioasphodelus

Questa varietà è davvero interessante, molto bella e anche grande visto che può arrivare a crescere e superare i due metri di altezza, non per nulla ha un esteso apparato radicale. Produce fiori di colore giallo e di ingenti dimensioni, ne produce a lungo, dalla tarda primavera fino alla metà dell’estate inoltrata, ovviamente i singoli fiori durano molto meno, non solo un giorno ma massimo tre.

Hemerocallis lilioasphodelus

Hemerocallis: varietà

Il genere Hemerocallis comprende una ventina di specie ed una grandissima quantità di ibridi, vediamo i più significativi. La H. Fulva, originaria dell’Europa, è una pianta che raggiunge il metro di altezza. Ha delle foglie di colore verde chiaro, a forma di nastro e rigorosamente in ciuffi, produce dei fiori simili a quelli dei gigli, di colore aranciato o giallo, larghi 10 cm. Questa è una delle specie più diffuse e note, di cui esistono numerosissime cultivars.

Dal Giappone abbiamo anche la Hemerocallis thunbergii, con foglie strette verdi scuro e fiori di colore giallo, un’altra varietà è la Aurantiaca, molto elegante e con fiori di colore giallo – aranciato lievemente screziati di rosso.
Una Hemerocallis molto diffusa è la Flava, con fiori molto vistosi di colore giallo – aranciato molto vivo e lievemente profumati, e poi c’è la Dumortieri che fiorisce nella tarda primavera, verso maggio.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 16 Novembre 2018