Fertilizzare con la cenere

Fertilizzare con la cenere

Fertilizzare con la cenere: consigli e dosaggi per usare la cenere come fertilizzante per le piante del giardino, dell’orto o coltivate in vaso.

L’uso della cenere come fertilizzante è una pratica antichissima e molto diffusa tutt’oggi. Fertilizzare con la cenere consente di apportare al terreno un buon numero di elementi nutritivi, primi tra tutti fosforo e potassio. La cenere, oltre a essere usata per fertilizzare il terreno, si può usare nell’orto per allontanare limacce e chiocciole (lumache con o senza guscio). La cenere ottenuta dalla combustione di legna nel camino o nelle stufe, può essere usata per aumentare il pH del terreno e renderlo compatibile per la coltivazione delle cosiddette piante basofile.

Quali elementi nutritivi apporta la cenere al terreno? 
La cenere di legna apporta al suolo buone quantità di fosforo, potassio, magnesio e calcio.

La cenere certamente non è il migliore concime disponibile ma il suo impiego è consigliato a chiunque abbia a disposizione una stufa o un camino a legna perché non può che fare bene alla fertilità del suolo. La cenere è un concime naturale: il ciclo comincia quando l’albero assorbe i nutrienti dal terreno, dall’acqua e dall’aria. Il legno dell’albero arso sprigiona con i fumi carbonio, ossigeno, idrogeno, azoto e zolfo ma una buona dose di composti va a costituire quella che comunemente chiamiamo cenere. Fertilizzando il terreno con la cenere restituiamo al terreno elementi preziosi.

La cenere è talmente ricca di potassio che il suo impiego è fortemente consigliato come ammendante per le piante basofile.

Quando parliamo di cenere per fertilizzare il terreno facciamo riferimento alla cenere data dalla combustione di legna di derivazione naturale, quindi non verniciata, ne’ trattata con flatting o impregnanti. Impiegando cenere di dubbia provenienza si rischierebbe di inquinare il suolo.

Come fertilizzare con la cenere

Occorrono dai 15 ai 25 kg di cenere per fertilizzare un terreno di 100 metri quadrati. 

La cenere può essere integrata quando prepariamo il letto di semina o i solchi per la messa a dimora. Lavorando a fondo il terreno, aggiungete la cenere necessaria.

L’ideale sarebbe fertilizzare il terreno con cenere e compost: il compost andrebbe ad apportare l’azoto carente nelle ceneri legnose. Aggiungete dai 150 ai 200 grammi di cenere per ogni metro quadrato del vostro orto.

Se invece volete concimare siepi o alberi, la cenere dovrà essere sparsa in superficie in quantità di 50 grammi per metro quadrato da disperdere alla base della pianta. In questo contesto, fate attenzione a coprire tutta l’area in modo omogeneo e seguendo il raggio di copertura della chioma.

Per la fertilizzazione delle siepi bisognerà considerare la larghezza dell’impianto. In media, potete spargere la cenere fino a coprire i primi 80 cm di superficie dalla base delle piante. La cenere va sparsa per tutta la fila.

La cenere nel compost domestico

Il compost può aggiungere azoto alla cenere ma è anche vero che la cenere può integrare il compost domestico!

La mancanza di azoto rende utile la cenere anche come elemento integrativo nel compost per favorirne la decomposizione e la trasformazione in terriccio fertile.

La cenere, antico rimedio naturale contro le lumache

Limacce e chiocciole, cioè lumache con o senza guscio, possono essere allontanate dall’orto sfruttando la cenere legnosa. Le limacce e le chiocciole si nutrono soprattutto di verdure a foglia larga, distribuendo la cenere non sarà più necessario usare lumachicidi per salvaguardare il raccolto.

Come allontanare le lumache dall’orto? Distribuite la cenere intorno all’aiuola o al solco da proteggere in modo da formare strisce larghe 6-7 cm e alte almeno 2 cm. La cenere conserva la sua efficacia soltanto fintantoché resta asciutta, quindi questo rimedio è consigliato solo per chi usa l’irrigazione a goccia e va rigenerato in caso di pioggia. La cenere residua nel terreno avrà poi l’effetto fertilizzante già descritto in precedenza.

Se vi è piaciuto questo articolo su come fertilizzare con la cenere, potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 11 dicembre 2015