Egretta garzetta, tutte le info

egretta garzetta bianca

Egretta garzetta (Egretta bianca o garzetta bianca), differenza con l’airone egretta alba e airone guardabuoi, descrizione e caratteristiche dell’egretta.

Nome comune: garzetta, egretta bianca, garzetta bianca
Nome scientifico: Egretta garzetta

Differenze tra Garzetta e airone

Per il suo aspetto, è spesso confusa con l’airone guardabuoi e, per una questione di confusione con i nomi, talvolta è confusa con l’airone bianco (il suo nome scientifico è Egretta alba). Un occhio attento non confonderebbe mai una garzetta bianca con un egretta alba (con nu airone bianco maggiore!). Al contrario, anche un occhio attento, se non fa caso ai colori di becco e zampe, potrebbe confondere la garzetta (Egretta garzetta) con un airone guardabuoi. Per tutte le differenze, e le immagini, ti invitiamo a visitare la pagina dedicata all’airone guardabuoi.

Nella foto in alto è mostrato un airone bianco maggiore (a sinistra) e una garzetta bianca (a destra). L’airone bianco presenta becco giallo nella stagione invernale ma si può facilmente distinguere perché di taglia più grande rispetto alla più piccola egretta.

Egretta garzetta: caratteristiche

L’egretta garzetta è il più piccolo degli aironi. Questo uccello acquatico è lungo circa 55-65 cm, con un peso compreso tra i 350 e i 650 gr. La sua apertura alare è compresa tra 85 e 95 cm.

E’ nota anche come egretta bianca garzetta bianca per il suo piumaggio interamente bianco. Si caratterizza per:

  • becco lungo e nero
  • zampe slanciate e nere
  • la parte inferiore delle zampe è giallastra (visibile in volo)
  • Iride gialla
  • Sulla nuca e alla base del collo, nel periodo di accoppiamento e riproduzione, presenta alcune penne ornamentali molto lunghe (piumaggio nuziale).
  • Non presenta dimorfismo sessuale anche se l’egretta maschio tende a essere leggermente più grande dell’egretta femmina.

Verso: è un airone molto silenzioso, emette un verso rauco “aahh” o “kark” solo quando è disturbata. Diventa più rumorosa e con versi leggermente più acuti nel periodo di riproduzione.

egretta bianca

La sua alimentazione è molto variegata: si nutre di tutto ciò che trova nelle zone umide che colonizza. Cosa mangia l’egretta? Piccoli pesci, insetti, crostacei, anfibi, rettili, lumache, vermi, ragni e anche piccoli uccelli. All’occorrenza, può cacciare anche piccoli mammiferi.

I giovani sono simili agli adulti, solo le zampe sono tendenzialmente verdastre. La forma giovanile può presentare parte del piumaggio grigiastro.

Egretta garzetta: nido

L’egretta bianca può nidificare a terra, nel bel mezzo di canneti, vegetazione acquatica, nel sottobosco ma anche su alberi e rocce fino a 20 metri di altezza. Tra gli alberi preferisce pioppi, salici e, in generale, alberi ad alto fusto. In Italia nidifica nel mese di aprile.

La coppia costruisce insieme il nido, utilizzando rametti, canne e altri residui occasionali. Ogni nido accoglie dalle 3 alle 5 uova. La cova viene svolta sia dal maschio che dalla femmina e dura circa 21 – 25 giorni. La prole viene nutrita per circa 40 – 50 giorni.

Egretta garzetta: dove vive

Dove vive la garzetta bianca? Questo piccolo airone bianco (egretta garzetta) condivide lo stesso habitat naturale dell’airone bianco maggiore (Egretta alba), vale a dire che vive nelle zone umide. Lagune, bacini idrici, lungo torrenti, zone paludose… preferisce l’acqua salmastra. Vive spesso in colonie con altri aironi.

egretta garzetta

E’ presente in quasi tutto il bacino Mediterraneo, in Africa, Asia meridionale, Australia e Indonesia. In Italia l’egretta garzetta  si trova sia come uccello stanziante nidificante, migratore regolare e parzialmente svernante.

Le popolazioni che vengono a svernare nel nostro paese provengono soprattutto dall’Europa orientale.

Le popolazioni migratrici vanno a nidificare soprattutto nella pianura padana per poi svernare in Africa. Le popolazioni stanziali sono presenti soprattutto in Sicilia e nelle zone umide lungo le coste del Meridione d’Italia.

Migrazione
La migrazione post-riproduttiva verso i quartieri di svernamento si svolge da agosto a ottobre, mentre quella pre-riproduttiva verso i quartieri di nidificazione ha luogo da fine marzo a maggio.

Curiosità: per chi ama i francobolli, questo piccolo airone appare su un francobollo francese emesso nel 1975. L’egretta garzetta è raffigurata su un francobollo della Repubblica di Capo Verde nel 2003.

Letture consigliate

Se sei un appassionato di ornitologia o vuoi avvicinarti a questo settore, posso segnalarti un libro dove puoi trovare tutte le specie presenti in Italia o svernanti nel nostro paese.

Il libro in questione si intitola “Guida agli uccelli” è stato pubblicato nel 2018 e raccoglie più di 4.000 fotografie per consentire un buon riconoscimento delle specie. Per tutte le informazioni ti rimando alla pagina ufficiale Amazon: Guida agli uccelli. Ti consiglio l’acquisto su Amazon in quanto in alcune librerie è proposto per 70 euro, mentre su Amazon si compra in offerta, con 33,15 euro e spese di spedizione gratuite.

Altri uccelli acquatici in Italia:

 

Pubblicato da Anna De Simone il 28 agosto 2018