Cosa coltivare a settembre

orto

Cosa coltivare a settembre: elenco di ortaggi e verdure da seminare o piantare nell’orto nel mese di settembre. Dalla semina al raccolto dei mesi di settembre e ottobre.

Quando nell’orto arriva l’autunno, cosa si può coltivare?
Tra settembre e ottobre iniziano le prime precipitazioni e le temperature iniziano progressivamente a scendere. Sapete già cosa piantare in questo periodo? In questo articolo vedremo cosa mettere a dimora e cosa seminare in pieno campo tra i mesi di settembre e ottobre.

Cosa coltivare a settembre

Iniziamo con la semina nell’orto nel mese di settembre.
A settembre si seminano in pieno campo:

  • barbabietole,
  • biete a costa
  • biete a foglia,
  • carota,
  • cavoli,
  • cicorie verdi,
  • cicorie rosse a palla,
  • indivie,
  • finocchi,
  • lattughe,
  • prezzemolo,
  • rape,
  • ravanelli,
  • ramolaccio,
  • rucola,
  • spinaci,
  • valeriana.

Tra le varietà più insolite, vi consigliamo la semina della carota viola. La carota viola è ricca di antocianine. Le antocianine sono pigmenti appartenenti alla famiglia dei flavonoidi, hanno un elevato potere antiossidante e stando a recenti studi proteggono il cuore e prevengono la comparsa di determinati tumori. Insieme alle carote viola, un altro ortaggio molto sottovalutato è la barbabietola.

coltivare a settembre

Le barbabietole si possono coltivare facilmente nell’orto. Sono un’autentica fonte di sali minerali: apportano potassio, ferro, vitamina C e soprattutto vitamina A. Sono anche una buona fonte di proteine vegetali e hanno zero grassi.

semi di barbabietole e carote viola si possono reperire presso i consorzi agrari e presso i garden center più forniti. Chi preferisce può sfruttare la compravendita online: su Amazon una confezione di semi di carote viola si può comprare con 6,50 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo. Per tutte le informazioni vi invito a visitare la pagina: semi di carote viola.

A ottobre si possono continuare a piantare in pieno campo:

  • cicorie verdi da taglio,
  • prezzemolo,
  • valeriana,
  • lattughe da taglio,
  • cappuccio,
  • rucola,
  • ravanelli,
  • spinaci.

All’appello, da coltivare nel mese di ottobre, si aggiungono anche piselli e fave. Da ottobre si possono piantare nell’orto anche spicchi d’aglio e cipolle.

Messa a dimora di ortaggi fuori stagione

Se abitate a sud, dove il clima è mite per tutto l’inizio d’autunno, nel mese di settembre potete continuare a coltivare anche pomodori, zucchine e melanzana. Quando il clima è mite, è possibile trapiantare qualche pianta di pomodoro, preferibilmente già fiorita, che vi regalerà molte soddisfazioni, insieme a numerose insalate! Zucchine e melanzane necessitano di una serra tunnel o almeno di un telo protettivo.

Se riuscite a reperire piantine già sviluppate, a settembre potete coltivare anche il broccolo romanesco. In genere la semina del broccolo romanesco può avvenire da maggio ad agosto. A sud può avvenire in pieno campo anche a settembre ma non a ottobre!

Qualche consiglio per la semina di settembre:
semina e luna

Durante la sera che precede la semina, volgete lo sguardo al cielo: le usanze contadine vogliono che con luna crescente si seminano tutte le piante che si sviluppano al di sopra della superficie del terreno (spinaci, lattughe, cicorie…), mentre con luna calante vanno seminate tutte le piante che si sviluppano sotto terra (carote, cipolle, aglio, ravanelli…).

Grazie alla selezione dei semi, il mercato “contadino” si è arricchito di una gran varietà di ortaggi e verdure. Prima della semina, controllate sempre il calendario presente sul retro della bustina d’acquisto dei semi: il calendario può variare da varietà a varietà.

Cosa coltivare a ottobre

Per informazioni dettagliate sulla semina e la messa a dimora nel mese di ottobre e nel periodo autunnale vi rimando all’articolo guida: cosa coltivare a ottobre.

Pubblicato da Anna De Simone il 9 agosto 2017