Comfort domestico

Comfort domestico

Comfort domestico e comfort domestico alberghiero: ecco quali sono gli standard da perseguire per creare la condizione ottimale per vivere al meglio un ambiente.

Quando parliamo di comfort domestico facciamo riferimento a una lunga serie di fattori, tra i principali: luminosità, temperatura, umidità, qualità dell’aria e isolamento acustico. Grazie alle tecnologia, quando si parla di comfort domestico si può fare un discorso a 360° e prendere in considerazione l’ampio ventaglio di possibilità offerto dalla domotica.

Con la necessità di risparmio economico e della salvaguardia ambientale, il comfort domestico non può prescindere dall’efficienza energetica e dalle fonti energetiche rinnovabili. Da questa premessa è chiaro che solo un insieme di tanti elementi pone le basi per il comfort domestico ideale.

Comfort domestico alberghiero

Quando facciamo riferimento a un comfort domestico alberghiero, i fattori da considerare possono essere più o meno essenziali in base alla struttura che abbiamo di fronte. I fattori imprescindibili che non possono mancare, sono:

  • idoneità degli impianti elettrici
  • Buon funzionamento degli impianti di riscaldamento
  • Assenza di barriere architettoniche
  • Controllo del microclima
    – Temperatura
    -Ventilazione
    -Umidità
    -Illuminazione
  • Buona qualità dell’aria

Parliamo di Comfort in casa

Per aumentare il grado di comfort abitativo è possibile sfruttare un gran numero di tecnologie ormai molto mature e già presenti sul mercato. Sono molte le soluzioni strategiche che offrono un comfort abitativo di buon livello. Per fare qualche esempio:

Impianto elettrico domotico

E’ in grado di automatizzare qualsiasi cosa! Dal sistema di sorveglianza all’irrigazione delle piante, dalla pulizia della piscina all’apertura delle porte! La domotica si può occupare di tutti gli apparecchi elettrici così come della e gestione ambientale, compreso la climatizzazione (regolazione della temperatura, della velocità e dell’umidità dell’aria), il riscaldamento dell’acqua (grazie a timer e termostati) e l’illuminazione automatica (grazie a sensori di movimento che percepiscono l’apertura di una porta o l’ingresso di una persona nella stanza).

Fonti energetiche rinnovabili

Abbattono i costi della spesa elettrica e della spesa di riscaldamento. Consentono un uso ottimale delle risorse. La fonti rinnovabili possono coprire una parte più o meno rilevante, del fabbisogno energetico della casa.

Isolamento acustico

L’isolamento acustico consente di massimizzare il comfort abitativo eliminando il fastidio legato alle fonti di inquinamento acustico (rumori esterni). Nell’articolo dedicato all’isolamento di soffitto e pavimento abbiamo fornito diverse soluzioni per massimizzare il comfort abitativo anche in condominio.

Isolamento termico

L’insieme dell’isolamento termico e acustico prende il nome di coibentazione termo-acustica. L’isolamento termico è necessario per evitare le dispersioni termiche e non appesantire eccessivamente il sistema di riscaldamento o condizionamento dell’edificio. La coibentazione dell’involucro edilizio è fondamentale in ogni sua parte: vetrate, porte, canna fumaria, pareti perimetrali e così via.

Riscaldamento radiante

Il riscaldamento a pannelli radianti, soprattutto a pavimento, consente una distribuzione ottimale del calore. Fisiologicamente, il nostro corpo dovrebbe vedere più alte temperatura verso la zona degli arti inferiori e più basse temperature verso la zona superiore. I pannelli radianti a pavimento propagano il calore dal basso verso l’alto, rispettando a pieno le nostre esigenze termiche.

Illuminazione naturale e a LED

Vetrate esposte a sud possono massimizzare l’illuminazione naturale degli ambienti mentre i sistemi di illuminazione a LED consentono un congruo risparmio di energia.

Ventilazione naturale o meccanica

La qualità dell’aria incide fortemente sul comfort domestico. Il ricambio d’aria può avvenire mediante ventilazione naturale o ventilazione meccanica. I ricambi d’aria sono necessari per contrastare condensa, muffa e umidità in casa.

I sistemi di ventilazione meccanica possono integrare meccanismi atti a recuperare l’energia termica in uscita dall’edificio. I sistemi di ventilazione meccanica possono integrare filtri d’aria per abbattere l’inquinamento indoor.

La ventilazione forzata è molto utile per garantire un buon ricambio d’aria senza necessariamente aprire le finestre e senza dispersioni di calore grazie alla ventilazione con recupero di calore.

Pubblicato da Anna De Simone il 12 novembre 2016