Come tosare un cane: consigli

Come tosare un cane

Come tosare un cane non è la prima cosa che ci si chiede quando si decide di accoglierne uno nella propria casa, con o senza guardino. Eppure è importante, non per fare bella figura quando lo si porta a passeggio. Tosare un cane è essenziale per garantirgli una buona salute globale e per abbattere il rischio che possa essere vittima di patologie, infezioni e altre problematiche legate alla cute e al mantello. Senza contare la mera questione dell’igiene, dell’animale stesso e anche nostra, soprattutto se – come spero – amiamo coccolare e accarezzare il nostro amico a quattro zampe.



Come tosare un cane e quando

Il fai da te fa risparmiare tempo e soldi ma come padroni di cane mettiamo in conto un appuntamento fisso con il toelettatore. Ogni tanto, ogni “tot” mesi, da decidere in base al tipo di pelo, alla stagione, alla condotta del cane e alla nostra capacità di mantenerlo pulito.

Un esperto che sa come tosare un cane per professione, ci aiuta a eliminare grovigli e pelo morto e a regolare con cura le parti di manto più difficile da tenere ordinate e pulite con strumenti domestici e mani inesperte. Non si può delegare tutto il lavoro al toelettatore, però, a meno che non ci si possa permettere di affidargli il cane molto di frequente.

Meglio imparare noi stessi come tosare un cane in modo da provvedere a dargli una sistemata in modo regolare a all’occorrenza. Ad esempio in vista dell’estate, quando l’eccesso di pelo può infastidire il cane non poco.

Come tosare un cane

Per capire come tosare un cane muniamoci di shampoo, forbici in acciaio inox o titanio lunghe circa 10 cm, rasoio elettrico con lame regolabili, pettine e spazzola per cani. Posizioniamoci su un foglio di plastica grande, in casa, in garage o in giardino, in modo da non sporcare ovunque.

Iniziamo con il pettinare e spazzolare il nostro amico per togliere il pelo in eccesso che se ne va via facilmente: quello morto. Poi laviamo il cane con un prodotto specifico e acqua tiepida, facendo attenzione ad asciugarlo con cura, non utilizzando mai l’asciugacapelli a velocità elevate: si spaventa! Dopo aver spazzolato di nuovo il mantello, post- lavaggio, possiamo preparare gli strumenti per tosare il cane disinfettandoli accuratamente. Siamo pronti all’azione.

Come tosare un cane

Come tosare un cane senza pericoli

Posizioniamoci in modo stabile e badando che l’attrezzo utilizzato per tosare il cane sia lungo il busto. Quando lo muoviamo dobbiamo assolutamente seguire il senso di crescita del pelo. Non facciamo gesti troppo veloci, procediamo con calma e mirando a lasciare uno strato uniforme sulla pelle che la protegga.

La tosatura totale è da evitare perché c’è poi il rischio che il cane si scotti o che la cute si irriti. Dopo aver effettuato il primo passaggio di tosatura, possiamo intervenire con le forbici andando a “correggere” errori ed imperfezioni sul corpo per poi passare alla tosatura del pelo del muso, delle orecchie e delle gambe. Mai toccare i baffi, non sono oggetto di tosatura.

Come tosare un cane: consigli

Non è difficile in teoria, imparare come tosare un cane, quando lo si fa, però, è necessario procedere con pazienza e calma, altrimenti l’animale può associare stress, ansia e paura a questa operazione banale, vivendola male e fuggendo ogni volta che dobbiamo dargli una sistemata.

Se invece siamo bravi e riusciamo a fargli capire che non è nulla di fastidioso e pericoloso, la tosatura diventerà per lui un appuntamento di routine, con premio finale, un biscotto!

Durante le operazioni di tosatura può aiutare sussurrare parole gentili con tono calmo, dargli carezze e fargli complimenti. Per evitare che rumori esterni disturbino il cane, scegliamo una zona tranquilla dove siamo sicuro che non saremo interrotti.

Può sembrare ad alcuni banale, ma io preferisco specificare: non inventiamoci acconciatura bizzarre per il nostro amico a quattro zampe. Non è carnevale e non deve diventare un giocattolo su cui sperimentare mode e stramberie: i cani sentono eccome l’umiliazione.

Come tosare un cane

Come tosare un cane di razza

Ci sono alcune razze che hanno dei tagli “standard”. Penso al Barboncino come allo Yorkshire. Non siamo tenuti per forza a rispettare questi canoni estetici dettati dalla tradizione, l’importante è non trattare il nostro cane come un fenomeno da baracconi. Ha la sua dignità e la tosatura è una necessità igienica e legata alla salute, non alla moda del momento.

Se siamo intenzionati a farla in casa il più spesso possibile, andando dal toelettatore una volta ogni tanto, meglio munirci di una macchinetta per tosare i peli degli animali. Con 30 euro la si trova anche on line, a batteria e a cavo, piccola e pratica.

Questa proposta su Amazon funziona anche per i gatti, ha la testa regolabile e una batteria da 45 minuti, oltre ad una serie di accessori e spazzole, pettini e olio per la pulizia.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 24 marzo 2017