Come rinnovare casa

rinnovare casa

Come rinnovare casa: strategie per rinnovare casa spedendo poco e sfruttando tecniche di fai da te. Dal soggiorno alla cucina, ecco come cambiare stile con pochi soldi.

Oggi vedremo come rinnovare casa sfruttando alcune strategie di fai da te o di facile applicazione. Perché cambiare casa quando basta operare gli interventi giusti? Di fronte a nuove esigenze si può rinnovare casa così da rivalutare ogni ambiente senza dover cambiare indirizzo.

Come rinnovare casa, il recupero degli spazi

Soffitte, sottotetti e sottoscala sono spesso spazi inutilizzati. Per rinnovare casa si può attuare una gestione degli spazi più intelligente. In mancanza di spazi inutilizzati fatevi una panoramica osservativa: c’è sempre un mobile, un armadio o un tavolo che ingombra troppo. Nei casi più estremi si può attuare un intervento di ampliamento a partire con il recupero del sottotetto, troppo spesso svalutato fin dal primo insediamento abitativo. Ricordate che tutti gli interventi di ristrutturazione possono beneficiare di detrazioni fiscali.

La luce, le finestre e il risparmio energetico

Si può rinnovare l’abitazione agendo sull’estetica e al contempo sulla funzionalità e sul comfort abitativo. E’ incredibile come le condizioni luminose possano influenzare il benessere abitativo di un ambiente. In mansarda si può beneficiare della luce che proviene dall’alto installando delle finestre per tetti. Si tratta della luce zenitale, una luce meno influenzata dall’orientamento della stanza e che illumina l’ambiente in profondità aumentandone il comfort.

Nell’ambito della luminosità, ogni ambiente potrebbe giovare di lucernari o vere e proprie finestre per tetti così da attivare l’effetto camino. Le finestre in facciata, combinate alle finestre per tetti posti in una stessa stanza, attivano l’effetto camino, ottimo per risparmiare sull’aria condizionata: l’aria calda, più leggera, esce dalle finestre per i tetti richiamando l’aria fresca dall’esterno. Oltre il risparmio “sul clima”, si avrà un sostanziale risparmio sulla bolletta elettrica dettato dalla minore spesa sull’illuminazione: sfruttando la luce naturale, anche in inverno, quando le giornate si accorciano, sarà possibile risparmiare sull’illuminazione artificiale proprio grazie alla luce zenitale.

Rivalutando gli infissi sarà possibile aumentare l’efficienza energetica dell’abitazione. Non sono necessari interventi radicali, un piccolo miglioramento potrebbe essere tangibile già dotando le finestre per tetti di tapparelle o tende esterne, in questo modo è possibile isolare la stanza dal caldo in estate e dal freddo in inverno.

Rinnovo casa fai da te, pavimenti

Fino a poco tempo fa, quando bisognava rinnovare i pavimenti di casa era necessario distruggere quelli pre-esistenti. Oggi è possibile contare su diverse soluzioni che vanno applicate ai pavimenti pre-esistenti e tutte possono sfruttare il fai da te. In particolare abbiamo:

  • Pavimenti flottanti
    La posa è a secco e a incastro. Avete a disposizione parquet flottante, bamboo, finto parquet, listelli di laminato…
  • Pavimenti autoadesivi
    La posa è semplicissima, si tratta di un materiale innovativo che sfrutta polimeri plastici impermeabili. L’effetto può essere molto naturale perché i pavimenti autoadesivi possono imitare perfettamente le venature del legno così com il marmo o il gress porcellanato. Per tutte le info: pavimenti autoadesivi.
  • Moquette
    La posa fai da te della moquette è molto semplice. Per tutte le info: come posare la moquette.
  • Pavimento autolivellante e resine
    Molto indicato soprattutto per rinnovare una casa vecchia, in caso di balconi e terrazze malandate. Per tutte le info: pavimento autolivellante.

Rivestimento di soggiorno, cucina e bagno

Lo stesso materiale descritto per i pavimenti autoadesivi può essere impiegato per i rivestimenti a parete. Per farvi un’idea di cosa stiamo parlando, date un’occhiata alla galleria fotografica proposta su Amazon per il rivestimento moderno in vinile, adatto per il soggiorno quanto per la camera da letto o il bagno. Per le foto: Rivestimento in finta pietraL’effetto è quello visibile nella foto in basso.

rinnovo casa fai da te

Rinnovare casa, il bagno

Se il vostro bagno è sprovvisto di un impianto di riscaldamento, potete valutare di installare un termoarredo a parete. Gli scaldasalviette oltre a riscaldare il bagno possono aiutarvi ad arredare con stile. Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina: riscaldare il bagno senza termosifoni.

Potete cambiare la rubinetteria installando soffioni a cascata o rubinetti in grado di emettere giochi di luce. Questi interventi non richiedono la manodopera di un idraulico e non sono molto dispendiosi. Su Amazon, un rubinetto a cascata con giochi di luce, si compra con meno di 50 euro.

Link utili: rubinetto a cascata, prezzi e modelli

Se il vostro bagno è piccolo e volete investire un po’ di soldini, fate sparire lo sciacquone scegliendo una scatola da inserire nel muro. Bidet e wc sospesi nel muro possono fare la differenza, così come un sottolavabo salva spazio. Si tratta di strategie utili per massimizzare gli spazi nel bagno. Se il bagno è privo di finestre, valutate di installare un sistema di ventilazione (che con il fai da te vi costerà dai 50 ai 150 euro, in base alla tecnologia scelta) e dedicata una parete ad accogliere un grande specchio. Il bagno apparirà più luminoso, più grande e indubbiamente più funzionale.

Ristrutturare casa, incentivi e detrazioni fiscali anche per il fai da te

La ristrutturazione può essere affrontata più a cuor leggero grazie agli incentivi fiscali che prevedono detrazioni al 50 per cento su tutti i costi sostenuti per l’intervento.

Quando i lavori di ristrutturazione hanno apportato un miglioramento dell’efficienza energetica della casa, le detrazioni fiscali salgono al 65 per cento (tale provvedimento era valido solo fino al 31 dicembre 2016). Dal 2017 al 2018, tutti gli interventi di ristrutturazione, anche quelli che migliorano l’efficienza energetica dell’edificio possono accedere a uno sgravio fiscale massimo del 50 per cento.

Non è necessario rivolgersi a una ditta specializzata, anche i lavori di rinnovo casa fai da te possono beneficiare di detrazioni fiscali. In caso di ristrutturazione e rinnovo fai da te, è possibile portare in detrazione fiscale solo i materiali acquistati e non la manodopera.

E’ necessario l’intervento di una ditta o di un tecnico specializzato solo quando il lavoro di rinnovo casa fai da te coinvolge il rifacimento dell’impianto idraulico o elettrico. In questo caso, sarà necessaria la dichiarazione di conformità rilasciata da un tecnico abilitato. Per esempio, se avete deciso di rinnovare il bagno con il fai da te e questo intervento andrà a modificare l’impianto idraulico, sarà necessario interpellare un tecnico che vi stilerà il certificato di conformità per garantire la sicurezza del vostro impianto.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 dicembre 2016