Come coltivare lo zenzero in vaso

Come coltivare lo zenzero in vaso

Come coltivare lo zenzero in vaso: tutti i suggerimenti per la coltivazione dello zenzero, dalla semina alle cure da dedicare alla pianta.

Lo zenzero è una pianta che non richiede particolari cure per la sua coltivazione quindi potete avere ottimi risultati anche se siete alle prime armi. Per coltivare lo zenzero in vaso bisognerà attuare solo qualche piccolo accorgimento così da garantire il benessere di questa formidabile pianta medicinale dalla radice carnosa. Ma proseguiamo per gradi, vediamo quali sono le caratteristiche di questa pianta.

Zenzero, caratteristiche della pianta

Il suo nome botanico è Zingiber officinale e si tratta di una pianta molto apprezzata sia per le sue proprietà benefiche, per gli usi in cucina e anche per il suo valore estetico.

Lo zenzero è una pianta perenne che affronta cicli annuali di vegetazione. Può raggiungere circa un metro di altezza, con foglie verdi strette e fiori gialli o arancio.

Lo zenzero appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae, la stessa famiglia di appartenenza della curcuma (Curcuma longa) e del cardamomo (Elettaria cardamomum).

Questa pianta è originaria della foresta pluviale dell’Asia meridionale, è una pianta tropicale e per questo va coltivata in posizione riparata.

Zenzero, coltivazione in vaso 

Ecco le indicazioni generali su come coltivare lo zenzero in vaso.

  • La temperatura dell’ambiente in cui viene coltivato lo zenzero non deve mai scendere sotto i 15 gradi.
  • Scegliete una posizione in cui la pianta possa avere a disposizione sole filtrato.
  • Ama un terreno ricco di sostanza organica ma, per la coltivazione in vaso, bisognerà fare attenzione ai ristagni d’acqua.
  • Mantenere l’ambiente umido, quindi se il vaso è collocato in un locale climatizzato, provvedete a nebulizzare la zona oppure ad aggiungere dell’argilla espansa nel sottovaso.

Come coltivare lo zenzero in vaso

Per iniziare la coltivazione di zenzero, procuratevi uno o più rizomi (radici). Scegliete rizomi biologici, se comprate le classiche radici di zenzero al supermercato, assicuratevi che non siano state trattate altrimenti potrebbero non germogliare. Così come le patate, anche lo zenzero subisce dei trattamenti anti-germinativi.

Se il rizoma presenta più germogli, proprio come accade per la coltivazione delle patate, ricavate più piante da un unico tubero tagliando il rizoma a più pezzi, ognuno dei quali dovrà avere almeno una coppia di germogli.

Per la coltivazione in vaso, procuratevi un contenitore abbastanza grande e profondo perché le radici richiedono spazio per il loro sviluppo. Più che vasi, dovreste preparare delle fioriere o cassoni.

Un vaso dalle dimensioni di 40 cm di diametro potrà ospitare 3 piante poste a 15-20 cm, l’una dall’altra.

Il terreno dovrà essere ben drenato, dato da un 50% di terriccio argilloso-sabbioso e un 50% di compost maturo. Una composizione del genere è ideale per coltivare zenzero, mentre la sabbia drena, l’argilla mantiene quel minimo di umidità necessario allo sviluppo del rizoma mentre il compost fornisce nutrimento alla pianta.

Innaffiate una volta al giorno, nelle ore serali, dalla messa a dimora fino allo sviluppo completo della pianta. Le irrigazioni vanno diradate quando le temperatura cominciano ad abbassarsi.

Quando raccogliere lo zenzero?

Lo zenzero potrà essere raccolto dopo cinque o sei mesi dall’avvio della coltivazione. Come succede con gli altri tuberi, il momento ideale per la raccolta è indicato dall’avvizzimento delle foglie. Raccogliete quando le foglie saranno ormai secche.

Zenzero, fioritura

So che questo non vi piacerà ma… per consentire il massimo sviluppo dei rizomi, bisognerà sacrificare la fioritura. Quando la pianta fiorisce, eliminate steli e fiori così da non sottrarre nutrimento al rizoma.

Quando coltivare lo zenzero?

Il momento migliore per iniziare a coltivare lo zenzero va dalla fine dell’inverno fino all’inizio dell’estate.

Lo zenzero, si può coltivare in giardino?

Come premesso si tratta di una pianta tropicale che necessita di clima mite. Chi abita nell’estremo meridione, dove il clima è particolarmente mite durante tutto l’anno, può coltivare lo zenzero in piena terra.

coltivare zenzero

In genere, però si consiglia di eseguire la coltivazione delle zenzero in vaso così, durante l’estate, coltivate lo zenzero in balcone o in giardino, spostando i vasi all’esterno, mentre nei mesi invernali, dovrete portate i vasi in casa.

Nella foto in alto i bellissimi fiori di zenzero.

Piante di zenzero, dove trovarle

Come premesso, potete coltivare lo zenzero a partire dai rizomi freschi che trovate al supermercato. L’unico inconveniente è che spesso questi rizomi sono stati trattati per evitare la germinazione.

Per andare sul sicuro è possibile acquistare rizomi da piantare. Dove? Presso i consorzi agrari più forniti o sfruttando la compravendita online. Su Amazon a “questo indirizzo” potete trovare diverse opzioni d’acquisto.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 ottobre 2017