Come coltivare le cipolle

Come poter fare a meno delle cipolle nella nostra cucina?! Sono spesso un elemento essenziale per sughi, ragù, focacce, torte salate e molti altri piatti. Da non trascurare che sono ricche di sali minerali e vitamine.

Quante volte ci capita di doverne fare a meno delle cipolle perché ci siamo dimenticati di comprarle? Vuoi ovviare al problema? Puoi coltivare le cipolle ovunque, anche in terrazzo o balcone. Si tratta infatti di un prodotto molto facile da coltivare e non è necessario disporre di un vero e proprio orto. Hai il pollice verde? Ecco cosa fare



Come coltivare le cipolle. Materiale occorrente
La prima cosa da fare è acquistare le bustine contenenti i semi di cipolla. Hanno un prezzo di circa 2 euro acquistabili nei punti vendita di prodotti da semina ma anche in diversi negozi di piante e fiori oppure, in appositi reparti, nei supermercati. Ci sono di diversa qualità: le rosse sono indicate per le insalate, mentre le bianche o le bionde vanno bene per la cottura. Nel caso non disponete di un giardino, basterà organizzare lo spazio di cui si dispone.

Oltre ad avere il pollice verde, ami il fai da te?
Per coltivare le cipolle in terrazzo o in balcone serviranno dei cassettoni, ma potrebbe essere una idea simpatica costruirseli da soli comprando l’occorrente in un centro per il bricolage. Una volta pronti o acquistati i cassonetti, servirà il terriccio che sia di tipo soffice, senza zolle troppo compatte e ricco di sostanze organiche naturali per permettere alla pianta un adeguato sviluppo e una buona e sana crescita. Per arricchire il terriccio è consigliabile il letame, ottima composizione naturale per nutrire ogni tipo di pianta, ma una valida alternativa è il compost ottenuto dai vostri rifiuti organici.

Come coltivare le cipolle. La preparazione
Con l’apposito attrezzo da giardinaggio, scavare dei piccoli solchi e con le mani depositare accuratamente i semi come viene spiegato nelle istruzioni presenti sulla sulla busta.

Bagnare la terra solo quando si presenta piuttosto asciutta senza esagerate mai con l’acqua. È necessario tenere pulito il terriccio estirpando eventuali erbacce che potrebbero nascere tra le piantine di cipolla e disturbare la loro normale crescita. La semina può essere fatta da marzo e aprile.

Pubblicato da Anna De Simone il 9 ottobre 2012