Come coltivare il finocchio

come coltivare il finocchio

Con l’arrivo dell’autunno si inizia a predisporre l’orto alla coltivazione di nuove piante. Tra quelle che crescono senza problemi nei mesi freddi abbiamo il finocchio, un ortaggio che può essere trapiantato in piena terra: la parte commestibile è il”grumolo” cioè l’insieme delle sue guaine fogliari che giungono a maturazione tre mesi dopo la semina.


La coltivazione della pianta del finocchio si adatta molto bene nella maggior parte dei terreni; possono essere coltivate in qualità di annuali o biennali, a propria scelta. Le varietà coltivate nel nostro paese sono Il gigante di Napoli, Il grosso di Sicilia, Il bianco di Firenze, Il finocchio di Parma, Il finocchio di Fracchia edIl bianco perfezione. Per chi volesse raccogliere i finocchi in estate, potrà coltivarle a primavera, in tal caso però sarà necessario realizzare una serra in modo da poter mantenere la temperatura costante. Ma vediamo nel dettaglio come coltivare il finocchio seguendo le indicazioni necessarie.

Come coltivare il finocchio, indicazioni utili

  • Al momento di piantare le piantine prediligere gli ambienti molto soleggiati e riparati dal vento
  • Preparare un terreno fresco e ben drenato: a tal proposito sarà necessario avere un buon terriccio, concimato preventivamente
  • Irrigare in maniera costante per far sì che il terreno sia sempre un po’ umido per evitare di ottenere dei finocchi duri e quindi di scarsa qualità
  • Rincalzare con grossa frequenza la terra attorno ai grumoli coprendoli fino all’apice, in modo che siano protetti dai raggi solari
  • Zappettare il terreno attorno alle piante per evitare il proliferare delle erbe infestanti e arieggiare il terreno.

Come coltivare il finocchio, la procedura

  1. Scavate un buca abbastanza grande per ospitare il panetto di terra
  2. Adagiate la piantina appena sotto il livello del terreno
  3. Ricoprite con il terreno e ricompattatelo poi innaffiate con abbondanza
  4. Sistemate le piantine a circa 20 centimetri di distanza l’una dall’altra.

Come coltivare il finocchio, il raccolto
I finocchi potranno essere raccolti a circa a tre mesi di distanza dalla semina: dovrete far emergere dalla terra l’ortaggio con l’aiuto di una vanga. Attenzione a non trascurare il raccolto: quando la pianta fiorisce, i frutti non sono più buoni da raccogliere.

Anche chi non dispone di un orto più coltivare i finocchi: basta farli crescere nel proprio terrazzo o balcone, garantiranno lo stesso un buon raccolto.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 settembre 2014