Combattere gli afidi delle zucchine

afidi zucchini

Come combattere gli afidi delle zucchine: consigli, rimedi naturali e il trattamento per eliminare gli afidi dello zucchino e della zucca.


Gli afidi delle zucchine sono della specie Aphis gossypii, si tratta di parassiti molto comuni che attaccano soprattutto le cucurbitacee, vale a dire quelle piante come il cetriolo, il melone, la zucca, il zucchino e il cocomero. In questa guida vedremo come eliminare gli afidi da zucchine e da qualsiasi pianta della famiglia delle Cucurbitacee.

Afidi delle zucchine

Gli afidi delle zucchine si moltiplicano continuamente e le popolazioni raggiungono la massima densità nella tarda primavera e durante l’estate. Le infestazioni di afidi solo raramente si manifestano in tardo autunno o in inverno perché in questo periodo sono pochi gli individui che sopravvivono sulle piante che li ospitano.

Gli afidi danneggiano le zucchine sia direttamente, sottraendo la linfa dai tessuti fogliari, sia in modo indiretto: gli afidi fanno da vettori di diverse malattie trasmettendo virus alle piante.

Afidi nell’orto

Quando gli afidi colpiscono le vostre zucchine, difficilmente si limitano a infestare poche piante. Gli afidi possono diventare un autentico problema per l’intero orto, sia esso coltivato in piana terra, sia se coltivato in vaso, su terrazza e balcone.

Gli afidi delle zucchine possono infestare anche gli altri ortaggi coltivati nell’orto quindi vi consigliamo di agire prontamente. Gli afidi possono danneggiare fagiolini, zucche, cetrioli… Come riconoscere una infestazione di afidi? Le foglie colpite appaiono ingiallite e arrotolate. Mentre si nutrono, questi insetti producono melata, sostanza zuccherina appiccicosa, su cui, in un secondo momento, si sviluppa la fumaggine.

La fumaggine è causata da funghi e può ricoprire aree più o meno estese delle foglie delle vostre piante.

Come eliminare gli afidi da zucchine, zucche e altre coltivazioni dell’orto

Il trattamento che vi proponiamo è efficace su qualsiasi piante infestata dagli afidi della specie Aphis gossypii. Per contenere l’infestazione è possibile impiegare degli aficidi ammessi in agricoltura biologica come l’azadiractina-1 (aficida bio non classificato), con trattamenti alla dose di 25 mò per 10 litri d’acqua. Al momento della somministrazione leggete in etichetta le indicazioni di sicurezza e le tempistiche da rispettare per poter procedere al raccolto.

Chi preferisce rimedi naturali può sfruttare il piretro. Per fronteggiare questo attacco parassitario, infatti, potete usare prodotti a base di piretro. Il piretro è un insetticida naturale che si ricava dai fiori di una pianta della famiglia delle Asteraceae, il Tanacetum cinerariifolium. Per acquistare prodotti a base di piretro recatevi nel vostro consorzio agrario di fiducia o sfruttate la compravendita online.

Link utili da Amazon: prodotti a base di piretro

Vi sconsigliamo di acquistare aficidi o antiparassitari generici perché possono danneggiare il vostro orto e la vostra salute. Se vi recate presso un qualsiasi garden center riferendo problemi co afidi, acari o qualsiasi dubbio parassita, quasi sicuramente il rivenditore vi propinerà un prodotto ad ampio spettro a base di Imidacloprid. I prodotti a base di Imidacloprid non solo sono più costosi di quelli a base di piretro ma sono anche più dannosi, vi basterà pensare che non sono ammessi in Agricoltura biologica.

Afidi su zucche e zucchini, rimedi naturali

Chi è a caccia di rimedi naturali per eliminare gli afidi può trovare i classici “rimedi della nonna”, usati nelle tradizioni contadine, nell’articolo Rimedi naturali contro afidi e cocciniglia.

Rimedi naturali contro gli afidi: consociazioni nell’orto

Gli afidi, così come gli acari, possono essere allontanati con una buona consociazione delle coltivazione. Tra una pianta e l’altra, intervallate dei solchi di cipolle o aglio, vi aiuteranno a prevenire gli attacchi di afidi e di altri parassiti dannosi.

Curiosità, si dice zucchino o zucchina? 
La forma corretta, secondo quanto riportato dall’Accademia della Crusca, è quella maschile (quindi zucchino per il singolare e zucchini per il plurale)tuttavia, anche la parola zucchina è riconosciuta nei dizionari italiani. Con la parola zucchino si fa riferimento all’ortaggio mentre con il corrispettivo femminile, si denota sia la pianta che il frutto.

Ciascuno sceglie il termine che preferisce in base alle declinazioni regionali seguendo anche i condizionamenti del dialetto locale. In Toscana preferiscono dire zucchini così come in Piemonte e Sardegna, mentre la forma femminile predomina in un gran numero di regioni sia del Nord che del Sud.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 18 dicembre 2016