Come coltivare i carciofi

Carciofi

A differenza della maggior parte degli ortaggi, i carciofi sono piante perenne, quindi se vogliamo coltivarli bisogna preparare un appezzamento che sarà impegnato dalle piante di carciofi per anni (circa 5/7 anni). La piante di carciofo producono nuovi germogli, i cosiddetti carducci, che dovranno essere rimossi e piantati in altro luogo, per coltivare una nuova carciofaia:  con il tempo andrà a sostituire la precedente. Esistono varietà a produzione autunnale e varietà a produzione primaverile. I carciofi amano un clima caldo con inverni miti, quindi è consigliabile coltivare i carciofi nelle zone i cui inverni non sono particolarmente rigidi. In caso contrario bisognerà coprire completamente la carciofaia per ripararla dal freddo. Ma vediamo nel dettaglio tutte le indicazioni per coltivare i carciofi.

Come coltivare i carciofi, indicazioni utili

  • Come di consuetudine per l’orto, prima di procedere nella coltivazione degli ortaggi bisogna vangare il terreno e liberarlo da erbe infestanti
  • Prediligere i terreni freschi di medio impasto arricchiti con materie organiche non argillosi, calcari o sabbiosi, a tal proposito è preferibile lavorare il terreno aggiungendo del terriccio ricco: poca sabbia per favorire il drenaggio e del concime ben maturo o del concime granulare a lenta cessione, specifico per le piante dell’orto per che arricchire il terreno e migliorarne l’impasto
  • Per la messa a dimora, disporre i carducci in file distanti circa 90 cm, con uno spazio di almeno 60 cm tra le piante: nel tempo le piante diverranno ben ampie, arrivando ad occupare fino a 80-100 cm di larghezza. Fare attenzione a posizionare i carducci senza interrarli troppo per evitare l’insorgenza del marciume
  • Riprendere le annaffiature e le concimazioni in autunno, periodo in cui le piante ricominceranno a germogliare e produrre foglie
  • Quando la pianta inizierà a svilupparsi, rimuovere i polloni basali, detti carducci, lasciandone circa tre per pianta, mantenendo il terreno sarchiato e ben fresco, annaffiando se dovesse asciugare troppo
  • La raccolta dei carciofi avviene da gennaio-febbraio, la pianta comincia a produrre i primi boccioli floreali, che sono la parte edibile della pianta.

Coltivazione forzata dei carciofi
In zone con clima favorevole è possibile praticare la coltivazione del carciofo in forzatura, innaffiando i rizomi in riposo vegetativo già in estate, per favorire uno sviluppo anticipato della pianta:  la prima raccolta di carciofi avverrà in ottobre o novembre, la raccolta primaverile poi darà probabilmente fiori molto piccoli, adatti ad essere preservati congelati o sott’olio.
Questo tipo di coltivazione, forzata, in genere diminuisce la vita della carciofaia, in quanto costringe la pianta a due stagioni di fioritura in un anno.

Attenzione: per avere una migliore produzione di carciofi è bene sostituire periodicamente ogni 4 anni le vecchie piante con i nuovi carducci.

Estratto di carciofo, dove acquistarlo

Se dalla vostra coltivazione del carciofo, non riuscirete a ottenere le quantità desiderate, soprattutto in particolari periodi dell’anno e se volete integrare le scorte di carciofi freschi acquistati dal vostro fruttivendolo o supermercato di fiducia, potete acquistare online l’estratto di carciofo in compresse.

L’ideale sarebbe ovviamente mangiare sempre prodotti freschi ma gli estratti in compresse sono un valido supporto di cinarina, la sostanza contenuta nel carciofo con molteplici proprietà benefiche, anche nei periodi in cui non potete cucinare o non potete reperire prodotti freschi, ad esempio quando andate in vacanza, in luoghi dove siete portati a usufruire di menu predefiniti o quanto le condizioni igieniche sconsigliato l’assunzione di verdura e frutta fresca.

Penso ad esempio a quando vado in vacanza in Egitto, dove il menu degli hotel è sempre povero di frutta e verdura. In questi casi avere a disposizione le compresse è decisamente utile per non impoverire la dieta di sostanze molto importanti.

I prezzi online sono tra l’altro piuttosto contenuti in proporzione al numero di assunzioni che ci si può assicurare: un flaconcino da 60 capsule costa solo 14 Euro.

Per approfondire le proprietà nutrizionali e benefiche di questo meraviglioso ortaggio vi consiglio la lettura dell’articolo “Carciofo, proprietà benefiche”

Pubblicato da Anna De Simone il 25 agosto 2013