Carciofo, proprietà e benefici

carciofi

Il carciofo è un antico, prezioso, ortaggio che si mangiava comunemente sin dal tempo degli Egizi. la coltura del carciofo è molto diffusa in tutta l’area mediterranea, soprattutto Italia oltre che in Francia e Spagna.
In cucina il carciofo viene molto apprezzato del quale si utilizzano i fiori non ancora sbocciati mentre, a scopo terapeutico, si utilizzano le foglie, dal sapore molto amaro. Le proprietà benefiche del carciofo, dovute principalmente alla cinarina, si hanno soprattutto a livello epatico: viene infatti considerato il protettore del fegato e i principi attivi sono contenuti nelle foglie. Anche se non è molto ricco di vitamine, solo un po’ di A e C, il carciofo possiede una notevole quantità di potassio, ferro e altri sali minerali quali rame, zinco, sodio, ecc. inoltre può essere mangiato da tutti e a tutte le età perché facilmente digeribile.

Carciofo, proprietà
Secondo gli esperti, grazie alla cinarina, sostanza in esso contenuto, il carciofo è in grado di agevolare la diuresi e la secrezione biliare. Nel carciofo viene riscontrata la presenza di inulina, una sostanza che è in grado di abbassare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue (azione ipocolesterolemizzante). Il carciofo inoltre gode anche di proprietà digestive e diuretiche. Nel cuore del carciofo troviamo un acido clorogenico, antiossidante, che è capace di prevenire malattie arteriosclerotiche e cardiovascolari. Le sostanze con proprietà antiossidanti contenute nel carciofo hanno una potenziale attività antitumorale che è oggi motivo di ricerche onde poterne confermare la veridicità.
ATTENZIONE: a scapito di un costo maggiore, è consigliabile l’acquisto di prodotti di sicura provenienza biologica.

Carciofo, dosi terapeutiche
Le dosi terapeutiche di cinarina vanno dai 60 mg a 1,5 grammi. Ciò equivale all’assunzione da 100 a 300 g al giorno di carciofo fresco per un periodo abbastanza prolungato.

Carciofo, controindicazioni
E’ sconsigliato l’uso in caso di gravidanza o allattamento: meglio astenersi dal consumare carciofi in tale periodo, in quanto riducono la produzione di latte.

Estratto di carciofo, dove acquistarlo

Per assumere una dose ideale di cinarina per il vostro organismo, l’ideale sarebbe ovviamente mangiare sempre prodotti freschi ma gli estratti in compresse possono essere un valido supporto di cinarina in particolari periodi dell’anno in cui non potete reperire il carciofo fresco o non avete il tempo o la voglia di cucinarlo.

Penso ad esempio a quando vado in vacanza in Egitto, dove il menu degli hotel è sempre povero di frutta e verdura. In questi casi avere a disposizione le compresse è decisamente utile per non impoverire la dieta di sostanze molto importanti.

I prezzi online sono tra l’altro piuttosto contenuti in proporzione al numero di assunzioni che ci si può assicurare: un flaconcino da 60 capsule costa solo 14 Euro.

Altri articoli correlati che potrebbero interessarvi: come coltivare il carciofo.

Pubblicato da Anna De Simone