Chiodi di garofano, proprietà

chiodi di garofano

Come potrebbe sembrare dal nome, i chiodi di garofani sono chiamati cosi solo perché ricordano i garofani nell’aspetto. Sono boccioli di una pianta tropicale la cui composizione è caratterizzata dalla predominanza di un propenilfenolo: l’eugenolo. Grazie a questo componente, la spezia acquista particolari aromi e fragranze che l’hanno contraddistinta non solo in cucina ma anche nella fitoterapia. L’eugenolo possiede inoltre poteri antisettici e anestetici senza trascurare la presenza discreta di beta cariofillene, un antinfiammatorio naturale.

Chiodi di garofano, proprietà
In passato, i chiodi di garofano venivano impiegati come rimedio naturale contro il mal di denti per le loro proprietà anestetiche e analgesiche: ancora oggi riscontriamo la loro presenza nella composizione di molti disinfettanti orali.
A detta degli esperti sembra che i chiodi di garofano siano in grado di stimolare la circolazione sanguigna, curare il mal di testa. Altra virtù attribuit a questa spezia è quella di rivelarsi un potente antiossidante naturale contro l’azione dei radicali liberi.
Nel 500 medici senesi decantarono i loro effetti benefici sull’organismo tanto da asserire che i chiodi di garofano potessero curare stomaco, fegato e cuore.

Chiodi di garofano, impiego in cucina
I chiodi di garofano trovano largo impiego sia nelle ricette salate che quelle dolci per aromatizzare dolci, frutta cotta, biscotti, creme, liquori e vini aromatizzati
Possono arricchire il sapore delle minestre o zuppe a base di carne. Vengono impiegati per aromatizzare formaggi stagionati, alcune verdure dolci come le cipolle e le carote e verdure sott’aceto. Inoltre vengono usati per aromatizzare tè e infusi.

Chiodi di garofano come rimedio naturale
I chiodi di garofano si possono acquistare in erboristeria e nei negozi che vendono prodotti naturali biologici. Vengono impiegati sottoforma di tisane, infusi, olio essenziale e tintura madre per la loro azione antibatterica, disinfettante, analgesica. Le dosi consigliate corrispondono a: 1-2 chiodi di garofano in 10 ml di acqua bollente, 25 gocce di Chiodi di garofano tintura madre tre volte al giorno, 1-5% di olio essenziale in acqua per gargarismi e colluttori.

Prima dell’uso è preferibile contattare il proprio medico curante.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 ottobre 2013