Carpino nero: caratteristiche della pianta

carpino nero
Il carpino nero carpinella (Ostrua carpinifolia) è un albero della famiglia delle Betulacee. E’ molto simile al carpino bianco con il quale condivide molte caratteristiche delle betulle.

Presenta un tronco dritto e una chioma molto fitta, dalla forma leggermente allungata. Le foglie sono ovali, allungate e presentano margine seghettato. I frutti sono acheni.

Il carpino è famoso per la qualità del suo legno e la bellezza delle sue foglie: le siepi di carpino (carpino bianco o nero) sono molto diffuse. La scelta tra carpino bianco e nero non è operata per criteri estetici (le due piante si somigliano moltissimo) ma verte sulla qualità del suolo che ospiterà la siepe.

L’altezza del carpino nero è più moderata: la pianta cresce generalmente fino a 10 metri, solo in rari casi raggiunge un massimo di 15 metri.Carpino nero fiori legno frutti corteccia

Carpino nero: fiori e frutti

Nelle immagini in alto è possibile osservare il tronco, i fiori e i frutti del carpino. Fiori, foglie e frutti sono molto simili a quelli del carpino bianco. Il frutto somiglia a un piccolo cono dove, ogni seme, è racchiuso in una tasca appuntita. La diffusione dei semi è assicurata dal vento.

I frutti maturano (tra le immagini in alto, è la prima a destra) in autunno e, aprendosi, lasciano andare i semi al vento. Le foglie appaiono di un verde lussureggiante dalla primavera all’estate.

In autunno e inverno, invece, la pianta mostra il suo tronco nudo. Nell’immagine centrale della foto in alto, è mostrato come appaiono i fiori in primavera.

La sua corteccia è tendenzialmente liscia, grigio-marrone sugli esemplari più giovani e marrone scuro sugli alberi più maturi.  Il legno è molto pesante, duro.

carpino nero albero

Per crescere bene, il carpino necessita di estati calde e inverni piovosi. Il declino delle foreste di carpino in Italia e in Europa, non è associata alla distruzione degli habitat o ai cambiamenti climatici ma è stato correlato al problema dell’abbattimento illegale. Il legno di carpino è molto usato come combustibile e il declino di questa specie è stato associato proprio a un uso eccessivo del suo legno.

Parassiti sul carpino nero

Se hai una siepe di carpino o nel tuo giardino stai coltivando, a scopo ornamentale, degli alberi di carpino nero, potresti notare delle infestazioni di parassiti.

Il carpino è molto soggetto alle infestazioni degli acari delle piante. Si riconoscono per sintomi molto evidenti come la presenza di una sorta di ragnatela che avvolgono foglie e germogli. Gli acari attaccano il carpino soprattutto quando il clima è caldo e secco. Tra gli altri sintomi figurano foglie decolorate, foglie gialle, foglie dal colore bronzeo e un più generale deperimento della vegetazione.

Gli acari possono attaccare sia carpino bianco che nero. Cosa fare? Per eliminare questi parassiti è possibile impiegare degli acaricidi specifici. Per evitare l’uso di prodotti fitosanitari è possibile impiegare dei rimedi naturali quali:

  • Eseguire una potatura per arieggiare le parti più interne della pianta.
  • Distribuire acqua sulle foglie.
  • Eliminare la vegetazione ingiallita e avvizzita.

Carpino nero e carpino bianco: differenze

Il carpino nero (Ostrya carpinifolia) è molto simile al carpino bianco o carpino comune (Carpinus betulus). Il carpino nero raggiunge un’altezza massima di 15 metri, l’altezza del carpino bianco si spinge oltre i 15 metri tanto che talvolta raggiunge anche i 18-20 metri. Le due piante sono molto simili ma nonostante la somiglianza vengono raramente confuse perché prosperano in due habitat differenti.

Si parla di carpino nero carpino bianco soprattutto in riferimento al colore del legno. Il legno di carpino bianco è grigio-bianco, il legno del carpino nero è rosso-bruno. Entrambe le specie sono famose per l’elevata densità del legno: il legno di carpino è popolare per il suo ottimo potere calorifico.

Per l’elevato potere calorifero, il carpino nero è spesso coltivato per la produzione di legna da ardere. Considerata la grande durezza e resistenza all’usura, con il legno di carpino si producono mobili (in particolare sedie), strumenti musicali, rulli, martelli, staffe e mandrini.

Vi potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 8 ottobre 2018