Calza befana fai da te

Calza befana fai da te

Calza befana, una tradizione antica e che si rinnova per magia e per golosità, ogni anno, il 6 gennaio. Per molti bambini ma anche per molti adulti che amano i dolci, e per molte “befane” che sperano, con cioccolatini e caramelle, di addolcire il proprio carattere per un nuovo anno migliore del precedente. Oltre a ciò che si infila nella Calze della befana, è importante anche il contenitore. Se è fai da te, è molto meglio: avremo la sicurezza di avere la calza più originale e eco-sostenibile del paese.



Calza Befana fai-da-te

Se non abbiamo avuto tempo negli ultimi mesi dell’anno, possiamo recuperare nelle vacanze natalizie e realizzare una Calza befana con le nostre mani. Anche un capolavoro, con un po’ di ingegno, può essere realizzato in poco tempo, riempito di dolciumi e consegnato con puntualità.

Una Calza befana fai da te fa risparmiare e ci regala l’occasione di dedicarci ad un lavoro manuale, cosa spesso difficile se non si ha un lavoro che lo richiede. Rilassante, quindi, lasciare spento il pc, togliere la suoneria del cellulare e sbizzarrirci nell’inventare un modo gustoso per festeggiare il 6 gennaio.

Calza befana fai da te

Calza befana green

Cosa c’è di più green che recuperare ciò che avremmo buttato a Natale, usandolo per realizzare una calza per dolci? Con tutte le carte e i fiocchi accumulati tra la Vigilia e Santo Stefano, potremmo produrre un intero cassetto di calzini, immagino, ma dedichiamoci ad una sola e meravigliosa Calza befana.

Magari creando un collage di carte di diverso colore e natura, associando quella brillante rossa con quella più opaca verde, il nastro argento e la striscia di carta con pupazzi di neve sorridenti e infreddoliti. Unita la carta come fosse un mosaico, per fare il bordo della Calza befana possiamo usare un vecchio maglione, tagliandone i polsini. Come attrezzi di lavoro, ci serviranno colla, ago e filo.

Calze Befana pannolenci

Se la carta ci può apparire fragile, o temiamo che qualcuno pensi che non lo abbiamo a cuore perché la calza non è di stoffa, prendiamo la stoffa! Scampoli di pannolenci recuperati qui e là, sono perfetti per confezionate calze meravigliose, da decorare con nastri o ricami.

Calza Befana con nome

A proposito di ricami, se non vogliamo avventurarci in disegni di soggetti strani o troppo difficili, limitiamoci al nome. Questa scelta diventa obbligatoria, o quasi, se in casa nostra ci sono molti golosi che si rubano la Calza Befana a vicenda. Per evitare i litigi, proprio l’ultimo giorno delle vacanze natalizie, meglio preparare una Calza fai da te con nome. Scritto o ricamato, basta che sia insindacabilmente chiaro.

Calza Befana punto croce

Chi ne sa di ricamo, può sbizzarrirsi con punti acrobatici, facile per tutti è invece il punto croce che si impara in un attimo ed è perfetto per decorare la Calza Befana fai da te che abbiamo in mente. Con il punto croce possiamo sia realizzare un disegno – animali, fatine, streghette – sia scrivere il nome o un messaggio.

Calza befana fai da te

Calza Befana disegno

Se siamo a dieta o a Natale e Capodanno abbiamo esagerato con gli zuccheri, ma non vogliamo rinunciare alla Calza, possiamo disegnarla così non ci viene la tentazione di riempirla di caramelle e cioccolatini.

Calza befana foto

Ci sono molti esempi di Calza Befana da raccontare, ma pochi le fotografano per l’urgenza di aprirla e assaggiare cosa contiene. Io la vorrei piena di cioccolatini, come questi in vendita su Amazon a 15 euro: mezzo chilo di dolcezza, sfusa, in vari gusti tra cui tartufo, caffè, rum e, il mio preferito: amaretto.

Calza befana fai da te

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 27 dicembre 2016