Betulla, pianta e sue proprietà

betulla pianta proprietà

Betulla, proprietà e usi della pianta. Rimedi naturali a base di tintura madre di betulla e del suo olio essenziale. Classificazione della pianta e tutte le informazioni.

Betulla, classificazione della pianta

Al genere della betulla appartengono 40 specie originarie dell’emisfero nordico. La Classificazione del genere betulla è configurata nella Divisione delle Magnoliophyta.

  • Classe: Magnoliopsida
  • Ordine: Fagales
  • Famiglia: Betulaceae
  • Genere: Betula
  • 40 specie differenti

Tutte le specie di betulla annoverano importanti proprietà benefiche. Per la produzione dell’olio essenziale o della tintura madre si usano spesso le varietà delle specie più produttive. Tra le tante specie segnaliamo la betulla pendula (anche nota come betulla verrucosa), la betulla lenta, la Betulla  pubescens, nota con il nome di betulla pelosa o betulla delle torbiere.

Non è possibile fornirvi informazioni su come coltivare la betulla perché le esigenze di queste piante sono specie specifiche. Per esempio, la betulla pendula (o betulla verrucosa) e la Betulla alba (meglio nota come betulla bianca) preferiscono terreni acidi, poveri, sabbiosi e ciottolosi. Al contrario, la etulla pelosa (o Betula pubescens) preferisce terreni paludosi o torbosi.

Le piante di betulla si caratterizzano per la corteccia bianca e nonostante l’aspetto fortemente ornamentale, si tratta di piante molto rustiche, in grado di resistere a molte avversità.

Legno di betulla

La coltivazione di betulla è finalizzata a molteplici scopi: dalla fitoterapia all’arboricoltura da legno, dall’erboristeria alla coltivazione a scopo ornamentale. Il legno di betulla è prodotto da coltivazioni a fustaia con turni di 40 – 50 anni o, più raramente a ceduo. L’arboricoltura da legno della betulla è diffusa per la produzione di legname usato nell’industria del mobile. In silvicoltura, la betulla è usata per consolidare frane o per il rimboschimento di pascoli e cedui.

Betulla, proprietà

Gli usi erboristici e omeopatici sono legati alle numerose proprietà benefiche della betulla. In erboristeria, l’estratto idro-alcolico di betulla viene usato per la sua rinomata azione diuretica, drenante linfatica e antisettica.

Le proprietà antisettiche sono esplicate soprattutto a carico della zona uro-genitale, per questo motivo gli estratti di betulla sono considerati un rimedio naturale alle infiammazioni delle vie urinarie. Le proprietà della betulla sono da collegare all’elevato contenuto di saponine triterpeniche e di altri principi attivi come glucosidi flavonici e polisaccaridi (metilpentosani) che cooperano esercitando un effetto fortemente drenante verso i liquidi in eccesso accumulati nell’organismo. Grazie al suo effetto drenante, la betulla è utile per eliminare le scorie azotate (soprattutto l’acido urico) e abbassare i livelli di colesterolo nel circolo sanguigno. Grazie a questi benefici, la betulla trova ampio impiego per preparazioni erboristiche e cosmetiche per combattere la cellulite.

Olio essenziale di betulla

L’olio essenziale, oltre ad annoverare le proprietà indicate in precedenza, torna molto utile per alleviare dolori muscolari e infiammazioni. L’olio essenziale di betulla è famoso per le sue proprietà rubefacenti così da essere un ottimo rimedio naturale contro la cellulite.

L’azione rubefacente può essere sfruttata anche in caso di reumatismi, sciatica, artrosi e artrite: questo olio essenziale richiama il sangue negli strati più superficiali della pelle scaldando le zone infiammate e migliorandone anche l’idratazione e l’aspetto. E’ usato come antinfiammatorio e per lenire dolori muscolari.

L’olio essenziale di Betulla può essere comprato nelle erboristerie più fornite ma per strappare il prezzo migliore è possibile sfruttare la vendita per corrispondenza nel web: sono molti gli ecommerce che propongono questo olio essenziale davvero a buon mercato. Tra le varie offerte, vi segnaliamo l’Olio essenziale di Betulla Puro al 100% proposto su Amazon al prezzo di 10,49 euro per il flacone da 50 ml. Il prezzo è inteso con spedizione gratuita.

Infuso di betulla fai da te

Un infuso di betulla, per uso interno, può essere preparato facendo bollire una tazza d’acqua e aggiungendo un cucchiaio di foglie di betulla (essiccate). Lasciate in infusione per 10 minuti, filtrate e bevete. Le dosi prevedono l’impiego di due tazze al giorno da somministrare lontano dai pasti.

Tintura madre di betulla

La tintura madre di betulla, in erboristeria, è considerata un ottimo rimedio naturale per la sua potente azione drenante. E’ consigliata in caso di ipercolesterolemia, terapie cortisoniche o ormonali o semplicemente per contrastare la ritenzione idrica. Se state assumendo altri farmaci, prima dell’uso della tintura madre di betulla, consultate il vostro medico di fiducia.  Come assumere la tintura madre di betulla? In genere, la betulla in gocce può essere aggiunta in un litro e mezzo di acqua minerale (lisca o gassata) nella dose di 80 gocce. La soluzione dovrà poi essere bevuta nell’arco dell’intera giornata, lontano dai pasti.

Link utili: tintura madre di betulla su Amazon

Betulla, controindicazioni

Evitate di assumere prodotti a base di betulla in concomitanza con altri antidiuretici. L’uso della tintura madre è sconsigliato in caso di ipotensione arteriosa (pressione bassa). L’olio essenziale di betulla è particolarmente ricco di principi attivi, per usarlo dovrete diluirne poche gocce in un altro olio vegetale.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 25 ottobre 2016