Arredare il bagno come uno spazio relax

arredare-il-bagno

Arredare il bagno in stile naturale può dare un’impronta completamente diversa – e migliore – alla propria abitazione. L’ideale sarebbe avere una ‘stanza del sé’, cioè un angolo della casa – anche piccolo – da dedicare alla cura del corpo, agli esercizi e alla meditazione. Diversamente si può si può ripiegare sul bagno, che da semplice luogo per l’igiene può diventare un vero e proprio spazio relax.

Come arredare il bagno in modo da trasformarlo in spazio relax? Partiamo dalla vasca: se è il momento di sostituirla, prendete in considerazione l’opzione vasca idromassaggio. È vero che costa di più, ma potersi concedere dei momenti di distensione massaggiati dall’acqua è un investimento in benessere da prendere in considerazione. Aromi balsamici e oli essenziali profumati faranno il resto. Se però l’obiettivo è limitato a rinnovare una vasca scrostata, prima di sostituirla verificate la possibilità di ri-smaltarla. In questo modo si spende di meno e si evitano i lavori di muratura.

Risolto il problema della vasca, arredare il bagno è un discorso di sanitari e rubinetteria. Anche il risparmio intelligente è una componente del benessere. E parlare di risparmio in bagno significa parlare soprattutto di acqua: il water va scelto a ridotto consumo d’acqua (con la cassetta a due pulsanti che riduce lo scarico a 4/6 litri) e la rubinetteria va dotata di riduttori di flusso universali che miscelando aria all’acqua aumentano il rendimento riducendo il consumo. E se volete qualcosa in più, esistono dei sensori di temperatura a luce LED per rubinetti che risultano utili e fanno divertire i bambini.

Altro punto importare dell’arredare il bagno è quello dei mobili. Tenete presente che in bagno, così come in cucina, si sviluppano calore, aerosol e umidità. Questo rende assolutamente sconsigliabili i mobili fatti di legno truciolare o quelli trattati chimicamente con finiture emissive. Meglio puntare sull’essenzialità: materiali sicuri, niente finiture o lavorazioni sofisticate che richiedano colle o sigillanti. Il tutto, sempre e comunque, provvedendo a una buona e sostante areazione specie durante bagni e docce.

Arredare il bagno significa anche pensare alle pareti. Queste devono essere molto traspiranti, rifinite con pitture naturali e piastrellate solo in parte per lasciare respirare i muri. I colori sono molto importanti per il benessere psicofisico e vanno resi usando pitture ecologiche. Se si desidera un ambiente rilassante sono meglio i colori tenui, considerate però il benefico effetto dell’arancio soprattutto per chi è freddoloso o tendenzialmente depresso.

Non dimenticate infine di arredare il bagno avendo cura della sicurezza dell’impianto elettrico ed evitando di inserire nel locale qualsiasi dispositivo elettrico. La musica, se la gradite, è meglio che arrivi attraverso un diffusore. Un bagno completamente protetto dai campi elettromagnetici è sicuramente un buon contributo al proprio benessere personale.

Pubblicato da Michele Ciceri il 4 febbraio 2014