Acido borico: a cosa serve

Acido borico

Acido borico, oppure acido ortoborico, è un acido debole ma molto noto e apprezzato soprattutto per le sue proprietà antibatteriche, antimicotiche e insetticide. Vediamo dove è inserito e perché lo si usa, molto probabilmente lo usiamo anche noi perché ingrediente di prodotti di cui non abbiamo ancora letto l’etichetta.



Acido borico: a cosa serve

Grazie alle sue proprietà antisettiche, questo acido trova impiego da tempo in ambito farmaceutico, con le concentrazioni opportune, ma anche in altri contesti. Ad esempio lo troviamo come conservante, nel settore alimentare, ma anche nell’industria della carta dove il nostro acido borico ha un presente e un futuro. Lo stesso accade nelle fabbriche in cui si trattano o producono vernici e smalti, adesivi ed esplosivi.

Viene a contatto con il nostro corpo tramite alcuni prodotti che lo contengono, atti a disinfettare la pelle irritata e/o screpolata oppure se abbiamo riportato delle ustioni cutanee minori che questo acido disinfetta. Può essere utilizzato anche come rimedio contro l’acne o come decongestionante se abbiamo preso una scottatura solare lieve o siamo stati punti da insetti.

Acido borico

Acido borico: come si usa

E’ importante, non essendo una sostanza del tutto innocua, usarla seguendo nel caso dei farmaci, le indicazioni degli stessi. Se è per uso cutaneo non deve assolutamente essere impiegato per applicazioni oculari e nemmeno in caso di cute lesa.

In generale, sulla pelle, l’acido borico è consigliato ed efficace quando si tratta di piccole aree, meglio usare altri prodotti se invece dobbiamo trattare aree molto estese, in generale meglio non esagerare con le dosi perché potrebbe provocare l’insorgenza di una tossicità da accumulo.

I bambini con meno di tre anni di età non devono entrare in contatto con questo acido e in generale i bambini è meglio che non ne facciano uso a meno di prescrizioni mediche precise e di un adulto che li affianca.

Acido borico

Acido borico è tossico?

Non interagisce con altri medicinali, ad oggi questo risulta, ma è bene sempre informare il medico se abbiamo intenzione di iniziare ad assumerlo.

Seguendo esattamente le prescrizioni del medico o indicate sui farmaci, non si dovrebbe rischiare il sovradosaggio di acido borico che potrebbe dare dei problemi. Se ne applichiamo troppo oppure lo spalmiamo su aree di cute lesa, su ferite o su piaghe, allora possono verificarsi intossicazioni anche mortali, soprattutto nei bambini. I sintomi più “classici” sono vomito e diarrea, irritazioni cutanee, dolori al ventre, depressione, mal di testa, irrequietezza, acidosi metabolica, febbre, squilibri idrosalini, oliguria, cianosi.

Acido borico per occhi

Non vanno applicati prodotti per la cute, sugli occhi, ma appositi farmaci che possono essere utili in caso di infezioni oculari, come ad esempio congiuntiviti ed orzaiolo provocate da batteri patogeni. In questi casi, sempre sentendo un medico, possiamo usare l’acido borico per curarci ed evitare la ricomparsa del disturbo.

Ci troviamo quindi ad usare bagni oculari con acido borico che può farci bene per via delle sue proprietà antisettiche e disinfettanti.

Acido borico

Acido borico candida

Ci sono alcuni casi di candida, quando virus e i batteri sono troppo abbondanti, in cui diventa necessario ricorrere a trattamenti antimicotici e il composto più utilizzato è l’acido borico. Si tratta di una cura complessa e delicata che può essere prescritta ad esempio anche per forme infiammatorie come vaginiti e vulviti.

Acido borico per slime

Quando si vuole preparare dello slime in casa, cercando la ricetta si trova spesso quella che contiene l’acido borico. Sarebbe meglio trovare delle alternative, non trattandosi di una sostanza del tutto innocua, ne abbiamo parlato nell’articolo “Come fare lo slime in casa”.

Acido borico: costo 

L’acido borico può essere acquistato in varie versioni a seconda di come lo si vuole usare. Per la pelle o per gli occhi, per uso industriale oppure per sperimentare una ricetta di slime. Il prezzo varia, ovviamente. Vediamo quanto costa una confezione da 360 ml di soluzione per lenti a contatto per la disinfezione chimica.

Su Amazon circa 9 euro e serve per la lubrificazione, il risciacquo e la conservazione di tutti i tipi di lenti a contatto morbide.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 4 marzo 2018