Acchiappasogni fai da te per bambini

Acchiappasogni fai da te

Acchiappasogni fai da te, per bambini, per decorare la loro cameretta, fin fa neonati, oppure per costruirli in loro compagnia a quattro mani, divertendosi a decorarli con ogni tipo di colore e forma che possa essere inserita nella “rete” magica. Rete acchiappasogni fai da te.



Acchiappasogni fai da te per bambini

Quello che oggi sembra un gioco per bambini, bambini davvero o eterni bambini, è un tradizionale oggetto che arriva a noi dal popolo Ojibwe. Si tratta di reti magiche, venivano intrecciate utilizzando anelli composti a loro volta da rami di salice e da tendini animali.

Gli acchiappasogni fai da te che ne ricalcano le forme, quindi, devono avere un cerchio come base, una forma che vuole rappresentare il viaggio del sole – detto Giizis – nel cielo. Questi oggetti dalla natura misteriosa che possiamo costruire con le nostre mani, funzionano di notte, nel momento in cui si “producono” sogni.

Sogni buoni e sogni cattivi, non sempre i può scegliere, ma fortunatamente gli acchiappasogni fai da te per bambini vanno bene anche per gli adulti e fanno passare i sogni buoni (bawedjige), bloccando quelli cattivi (bawedjigewin).

Gli incubi, secondo la tradizione, restano intrappolati nella rete e quando sorge il sole, vengono dispersi, lontano da noi. Di particolare, gli acchiappasogni fai da te per bambini, hanno le fibre della rete. Devono essere leggere, per simboleggiare la fugacità della giovinezza.

Acchiappasogni fai da te all’uncinetto

Il cerchio al centro degli acchiappasogni fai da te è un vero e proprio telaio, a livello pratico, per cui può essere intessuto e decorato anche all’uncinetto. Va prima realizzata la struttura portante, con rami secchi, meglio se di salice rosso o vite. Ne servono un paio di metri, se non ne abbiamo di secchi possiamo raccoglierne di freschi per poi lasciarli seccare.

Procuriamoci anche dei lacci di cuoio per avvolgere l’anello, in base al suo diametro ce ne dobbiamo procurare una lunghezza pari a otto volte quello. Per creare la rete degli acchiappasogni fai da te serve lo spago, ma possiamo anche sbizzarrirci con del filo intessendo a uncinetto la rete che dovrà poi essere in grado di intrappolare i sogni cattivi. Il colore classico è il bianco, ma nessuno ci impedisce di utilizzare anche altre tinte, basta avere abbastanza filo, 10 volte la circonferenza del cerchio.

Dal ricamo a uncinetto che compone la rete si può capire che tipo di sogni abbiamo e quali vogliamo lasciar filtrare attraverso il nostro acchiappasogni fai da te. Il filo spesso rappresenta la nostra tenacia, le perline o le piume che inseriamo, gli obiettivi, le ambizioni e i progetti. Nel tempo gli acchiappasogni fai da te hanno assunto diverse dimensioni e forme se importati in altri paesi, ad esempio in Canada e negli USA ne troviamo anche a goccia, più difficili da creare ma non impossibili.

Acchiappasogni fai da te

Acchiappasogni fai da te indiano

Un acchiappasogni fai da te indiano non può non avere delle piume, sia inserite nella rete, sia sotto, che svolazzano. La tradizione sostiene che una piuma appesa simboleggia l’aria, quando viene attraversata da un fremito, è il segnale di passaggio di un sogno, non “acchiappato” perché bello.

Anche il tipo di piuma che si sceglie è importante: se è di gufo, rappresenta la saggezza, se di aquila, il coraggio, e così via per altri tipi di volatili che possiamo incontrate, fino alle piume finte e tinte che compriamo. On line si possono trovare, come anche si può acquistare con un click un intero acchiappasogni indiano arcobaleno con perline e piume che rappresentano i diversi elementi della vita.

Acchiappasogni fai da te

Acchiappasogni fai da te riciclando

E’ semplice realizzare un acchiappasogni fai da te utilizzando materiale riciclato. Basta dare una occhiata in casa, o in cantina, o in casa di qualche zia che conserva tutto l’inutile possibile, per trovare corde, spaghi, anelli di metallo o legno, meglio se di diametro compreso tra 7,5 e 20 cm che vanno a sostituire la struttura di rami di salice rosso o di vite di cui abbiamo parlato. I lacci di cuoio possono essere sostituiti da nastri o da stringhe.

Di piume e perline si è parlato, ma possiamo anche allargare il cerchio e prendere bottoni, spille, pendagli, ciondoli e tutto ciò che può arricchire e personalizzare il nostro acchiappasogni fai da te.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 5 marzo 2017