Trucchi per un risotto veloce e leggero

Un risotto alla milaneseRisotto veloce? Tanti ospiti a cena? Non serve rinunciare alla qualità ripiegando su preparazioni precotte, bastano gli attrezzi giusti e qualche astuzia da chef. Pentola a pressione e soffritto anticipato per esempio. Se poi preferite un risotto leggero, o non avete brodo di carne a disposizione, ecco altri suggerimenti per non sfigurare: olio e acqua nel soffritto e salsa di soia.

Con la pentola a pressione preparare il risotto diventa un’operazione più veloce della preparazione della pasta. Si procede come per un normale risotto ma, dopo aver sfumato con il vino, si aggiunge il brodo. Per 100 g. di riso occorrono 200 ml di liquido. Poi si chiude la pentola e si aspetta il fischio. A quel punto si lascia cuocere per 7-8 minuti a fuoco basso. Trascorso questo tempo si lascia sfiatare la pentola, la si apre si aggiunge lo zafferano e si mescola. Le prime volte per sicurezza può essere utile tenere da parte un po’ di brodo caldo da aggiungere nel caso il riso fosse ancora al dente.

Per ottimizzare i tempi, il soffritto può essere preparato in anticipo. Avete molti ospiti a cena, un sacco di cose da fare e volete velocizzare la preparazione di un ottimo risotto? Un suggerimento è appunto quello di preparare il soffritto in anticipo in dosi abbondanti e conservarlo in frigorifero. Ad esempio si  può preparare dello scalogno tritato e fatto stufare con poco olio, che può essere utilizzato per il riso ma anche per altri piatti. Questa operazione consente di risparmiare almeno 10 minuti di tempo.

Chi vuole un risotto leggero può sostituire il burro del soffritto con olio extravergine d’oliva, anche se nella ricetta tradizionale questo non è previsto. Si tenga presente che il burro contiene un siero che tende e bruciare dando un sapore amaro, cosa che invece non avviene con l’olio.

Per una versione ancora più light il soffritto si può fare con acqua alla quale è stato aggiunto solo un poco di olio. Il burro può essere eliminato del tutto o usato solo alla fine per mantecare. Infine, se invece del brodo si usa l’acqua per fare il risotto, si può dare sapore aggiungendo salsa di soia invece del sale.

 

Pubblicato da Michele Ciceri il 30 ottobre 2012