Troposfera: significato e temperatura

Troposfera

Troposfera è il nome dello strato di atmosfera terrestre più vicino a noi, quello in cui siamo immersi e che molto influisce sulla nostra vita. Non solo sulla nostra, in verità: si tende ad avere una visione antropocentrica ma noi esseri umani ci siamo immersi proprio come lo sono tutte le piante e tutti gli animali che utilizzano alcuni dei gas che la costituiscono, tra cui l’ossigeno, l’azoto, l’anidride carbonica e il vapore acqueo.



Troposfera: significato

Questo strato di atmosfera è stato tratteggiato idealmente per via del gradiente di temperatura che va poi invertendosi se continuiamo ad allontanarci dalla Terra. Ha un senso “isolarlo” perché abbraccia nella sua sfera i 3/4 dell’intera massa gassosa e quasi tutto il vapore acqueo dell’atmosfera.

Questo strato è quello dove avvengono la maggior parte dei fenomeni di carattere meteorologico perché in quest’area così vicino alla superficie del pianeta c’è una intensa circolazione di masse d’aria alla base della formazione di venti, nuvole e piogge.

Troposfera

Troposfera: etimologia

Il nome “troposfera” deriva dal greco “τροπος” e significa modo, mutazione, cambiamento. Abbiamo parlato di circolazione di masse di aria ed è proprio questo che si vuole descrivere con il nome. L’aria circola per ripristinare l’equilibrio termico tra poli ed equatore che esiste perché la radiazione solare non viene assorbita ovunque sulla terra in modo uniforme.

I raggi del sole colpiscono i vari punti della terra con una differente inclinazione per cui non provocano gli stessi effetti a diverse latitudini, ecco quindi gli squilibri termici che causano le correnti di aria. Di solito accade che arrivi più calore verso l’emisfero australe che verso l’emisfero boreale o viceversa, in funzione dell’anno solare.

Per compensare può accadere che d’inverno ci siano colate fredde verticali in condizioni di bassa pressione, da nord a sud nell’emisfero boreale, da sud a nord nell’emisfero australe. Passando all’estate, troviamo degli anticicloni termici che mirano a scaldare le latitudini intermedie da sud a nord nell’emisfero settentrionale e da nord a sud nell’emisfero meridionale.

Per chiarire meglio come funziona la circolazione generale dell’aria nella troposfera si può distinguere quella antizonale e quella zonale. Nel primo caso, in estate e in inverno, si realizzano condizioni meteorologiche dinamiche, c’è meno differenza tra poli ed equatore.

Troposfera

Troposfera e stratosfera

Troposfera e stratosfera sono una di seguito all’altra perché la seconda inizia dove finisce la prima con una tropopausa in mezzo, una zona dell’atmosfera terrestre di discontinuità in cui c’è un cambio di gradiente termico. La stratosfera prosegue fino a circa 50 km, fino ad una temperatura di -3 gradi Celsius per poi lasciare spazio alla stratopausa che la separa dalla mesosfera.

Troposfera

Troposfera: altezza

La troposfera ha uno spessore variabile, quello medio è di 11 km ma per descrivere questo strato in modo di veritiero è meglio dire che ai poli è spessa solamente 8 km mentre raggiunge i 16-20 km all’equatore.

Troposfera: temperatura

E’ essenziale capire come varia la temperatura nei diversi strati di atmosfera per comprendere perché esistono e perché sono così chiamati. Vediamo come varia la temperatura nella troposfera. La fonte di calore principale in questo strato è la Terra che ha assorbito la radiazione solare, per cui la temperatura decresce se ci allontaniamo.

Si arriva a −50 °C a 12 km di altezza con forti irregolarità dovute ai rimescolamenti di aria di cui abbiamo parlato. Il gradiente termico verticale medio di 6,5 °C/1 000 m, in alcuni punti però la temperatura può abbassarsi di 10 °C ogni 1 000 m.

In generale quindi la temperatura decresce più o meno velocemente, fino alla tropopausa, in cui è circa di −55 °C circa, poi inizia la stratosfera. E’ però nella troposfera che restano intrappolati molti degli inquinanti atmosferici che noi emettiamo.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 1 dicembre 2017