Trilobiti: significato

Trilobiti,

Trilobiti, animali che sembrerebbero essere stati la prima forma di vita complessa apparsa sulla Terra. Ecco il motivo per cui rappresentano l’emblema dell’era Paleozioca. Si parla di loro anche quando si studiano le rocce sedimentarie, essi ritornano alla memoria e accendono la curiosità di saperne di più.



Trilobiti: significato

Il significato del nome è presto spiegato, esso deriva dal fatto che queste creature sono dotate di “tre lobi”. Non ce ne si accorge subito ma se le osserviamo in sezione longitudinale, notiamo che hanno una testa, una zona centrale e una coda. Nulla di strano, forse, se non fosse che altri artropodi non sono così strutturati e rendono i trilobiti particolari.

Trilobiti: immagini

Sono creature caratterizzate da un carapace duro, centinaia di milioni di anni fa non era così difficile incontrarli sul mare, oggi dobbiamo accontentarci di vederne i fossili oppure i ritratti illustrati. Oltre alla loro struttura a tre lobi, i trilobiti avevano anche degli occhi costituiti da lenti di cristalli di calcite in cui sono state trovate tracce di cellule recettive. Questo ci fa pensare che funzionassero da collegamento tra gli occhi ed il cervello.

Per quanto riguarda le loro abitudini, i trilobiti erano piuttosto socievoli come animali, migravano in gruppo compiendo lunghi viaggi per cercare cibo. Nel corteggiamento il ruolo della femmina era decisivo, sviluppava addirittura corna e spine ricurve per attirare esemplari maschi, l’accoppiamento avveniva però “a nudo”. I trilobiti al momento opportuno uscivano dal proprio carapace per trovare l’anima gemella e riprodursi.

Trilobiti,

Trilobiti: Marocco

Il Marocco è una delle zone in cui sono stati ritrovati numerosissimi resti di trilobiti, in particolare sulle montagne dell’Atlante, in Marocco, dove gli esperti hanno trovato fino a 5 nuove specie. Possiamo trovarne fossili un po’ ovunque, però, perché erano animali in grado di vivere adattandosi a climi e ambienti anche molto diversi, sopravvivendo a predatori e a intemperie.

Trilobiti,

Trilobiti per bambini 

I bambini possono appassionarsi al mondo da cui arrivano queste creature e, più in generale, ai fossili, con libri come questo “Fossili e dinosauri” di Dino Ticli, illustrato da F. Magnasciutti e in vendita anche su Amazon a 13 euro. Il volume esplora in modo divertente e fresco i segreti della paleontologia, alla scoperta di animali preistorici, dinosauri, pachidermi, molluschi, rettili acquatici e, ovviamente, trilobiti.

Ci sono anche spiegazioni più scientifiche e l’identikit di ogni fossile con la scala del tempo geologico, è un libro adatto a bambini di 9-12 anni.

Trilobiti,

Trilobiti viventi

Sono una classe estinta, sono scomparsi dai nostri oceani prima che sui continenti apparissero i dinosauri e ne troviamo i fossili con le sembianze di esoscheletri frantumati. E’ raro che se ne rinvengano di “interi”, con la parte interna del carapace integra e riconoscibile.

Sono gli antenati dei crostacei marini, non sono sopravvissuti all’Era Permiana ma hanno lasciato nelle rocce sedimentarie dei segni indelebili e importanti.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 13 marzo 2018