Tinture con il millefoglio

tinture millefoglio

Tra le varie tinture naturalioggi, vi parleremo del millefoglio. Per produrre la tintura di millefoglio si usa l’intera pianta che dovrà essere raccolta nei mesi più caldi dell’anno, in genere, luglio e agosto.  In farmacia e in alcuni negozi specializzati è possibile reperire il millefoglio essiccato.

Il millefoglio, nome scientifico Achillea millefolium, cresce sui prati asciutti e sui bordi di sentieri e strada. Le sue foglioline sono frastagliate ed è caratterizzato da fiorellini bianchi o rosati, disposti nella tipica conformazione a ombrello (corimbi).

Il millefoglio è popolare anche tra le piante medicinali. La cultura popolare attribuisce a quest’erba molte proprietà, pare che il millefoglio possa annoverale notevoli virtù emostatiche e in più sarebbe in grado di alleviare i dolori di schiena. Nel Medioevo si usava appendere un ramo di millefoglio alla finestra per contrastare il contagio della peste; di studi sulle proprietà del millefoglio ne sono stati effettuati molti, alcuni hanno pareri contrastanti… ciò che c’è di inconfutabile sono le proprietà aromatiche di questa erba: il millefoglio secco, grazie al suo profumo, può essere impiegato per deodorare gli ambienti in modo naturale.

La tintura del millefoglio può essere impiegata per colorare tessuti e lana. Grazie al millefoglio si possono preparare tinture dalle tonalità del giallo, verde-muschio e verde scuro. Per la preparazione della tinta naturale di colore giallo, si può realizzare un bagno di colore per 100 grammi di lana con estrema facilità.

Si inizia mettendo al macero, per 2 ore, 200 grammi di millefoglio sminuzzato ed essiccato. Tale macero dovrà essere riscaldato e portato a ebollizione per circa 2 ore. Prima di procedere sarà necessario attendere che la miscela si sia raffreddata.

Per la mordenzatura preliminare bisognerà far bollire, a fuoco lento, 100 grammi di lana con 15 grammi di allume, dopodiché si farà bollire, sempre a fuoco lento e questa volta per un’ora, la lana già mordenzata. Prima di aggiungere al bagno di lana la tintura naturale di millefoglio, bisognerà effettuare un risciacquo per eliminare eventuali residui. A questo punto si aggiungono al bagno di colore già usato, 10 grammi di robbia macerata.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 19 dicembre 2013