Tarme della farina, come eliminarle

 tarme farina vermi della nella pasta rimedi

Tarme della farina, come eliminarle con rimedi naturali e non. Tutte le informazioni utili su come gestire i vermi della pasta o tarme della farina. Sono pericolose? Fanno male? Consigli su cosa fare per eliminare l’infestazione  e immagini per riconoscerle.

Se trovate dei vermi nella pasta o nella paura, niente paura, sono innocui. Si tratta di tarme della farina. E’ vero, vedere dei vermi nella pasta non è piacevole, ma non sono pericolosi, non fanno male alla salute ma sappiate che il loro ciclo di vita è complesso e una volta adulti divengono simili a scarafaggi. Meglio eliminare i vermi della pasta subito, prima che l’infestazione possa raggiungere grandi dimensioni.

Invasione di tarme della farina

L’esperienza di un’infestazione di tarme della farina può essere davvero spiacevole; parliamo di quegli insetti che si alimentano di grani e farine e pertanto proliferano tra pasta, riso e, appunto, farina. Si tratta di insetti che, nella loro forma adulta, sembrano “scarafaggi”, ma che si possono trovare nelle confezioni di alcuni alimenti anche sotto forma di larva.

Può capitare di acquistare confezioni che siano danneggiate o bucate, in questo caso il cibo potrebbe essere già infestato dalle uova o dalle larve ed in poco tempo contaminare tutta la dispensa: ecco, inizia così l’invasione delle tarme!

Eliminare le tarme della farina non è semplice se non si prendono le dovute precauzioni. In questa pagina vi propongono una serie di rimedi per eliminare le tarme del cibo. Prima di capire come debellare le tarme della farina, scopriamo qualcosa di più su questi animali.

Tarma della farina, ciclo di vita

La tarma della farina, meglio definita Tenebrio molitor, presenta un ciclo di vita che, a livello descrittivo, può essere suddiviso in quattro fasi. Nella foto in alto, si vede solo uno stadio di larva, in realtà, in base all’epoca di sviluppo, i vermi possono apparire più o meno grandi e dal colore giallino più o meno intenso.

Le fasi del ciclo di vita della tarma della farina: uovo, larva, pupa e coleottero. La durata del ciclo di vita va dai 130 ai 220 giorni. Le tarme della farina prosperano al meglio nelle condizioni naturali dell’ambiente domestico: temperature comprese tra i 20 e 35 °C anche se si sviluppano più velocemente con temperature tra i 25 – 27 °C. La tarma della farina preferisce il buio, quindi la dispensa, sempre chiusa, sarà il rifugio perfetto.

Tarme della farina, come eliminarle

Iniziate con un’accurata pulizia.

Liberate la dispensa e pulite a fondo tutto il mobile, buttando via tutto il cibo che pensiamo sia contaminato.

Per la pulizia del mobile possiamo usare acqua tiepida e aceto che è anche disinfettante e non ha bisogno di risciacquo ma è preferibile passare prima l’aspirapolvere in ogni angolo del mobile per essere certi di aver eliminato sia le tarme che le uova. Al momento della pulizia assicuratevi di pulire anche l’interno delle fessure e degli spacchi che normalmente si formano all’interno dei mobili: sono proprio questi piccoli posti i preferiti dalle tarme del cibo che vi si nascondono per depositare le uova.

Tarme della farina, rimedi naturali

Tra i rimedi naturali per eliminare gli adulti abbiamo l’alloro che funge da blando repellente. Se in giardino ne avete una pianta, tentar non nuoce: provate a piazzare qualche fogli in dispensa. Sembra che le tarme vengano allontanate dall’odore dell’alloro. Possiamo anche fermare le foglie di alloro con un pezzetto di scotch nei pressi dei coperchi in modo che le tarme non si avvicinino.

Tra gli altri rimedi naturali contro le tarme della farina vi sono gli oli essenziali. Sembrerebbe utile mettere in dispensa un batuffolo di cotone imbevuto con olio essenziale di eucalipto o lavanda.

Come eliminare le tarme del cibo

Di seguito troverete una serie di consigli per prevenire e combattere le tarme della farina.

Non dimenticate mai di lasciare sempre le confezioni ben chiuse con tappi ermetici o con un pezzetto di scotch: se le tarme non troveranno cibo non si avvicineranno.

Controllate anche la frutta secca, i dolci, il cibo per gli animali eccetera.

Eliminate il cibo infestato, ma non cestinatelo in casa: se durante la fase di pulizia avete trovato qualche segno di infestazione, non lasciate i rifiuti o i sacchetti dell’aspirapolvere in casa, ma cercate di portarli all’esterno.

Quando portate a casa dal supermercato cibi secchi, metteteli in un sacchetto di plastica, che terrete in congelatore per una settimana, per uccidere le eventuali uova.

Tarme della farina, trappole a base di feromoni

Tra i rimedi che non prevedono l’uso di insetticidi nocivi, segnaliamo la possibilità di poter decimare le popolazioni di tarme del cibo sfruttando delle trappole a base di feromoni.

Tra le proposte del mercato segnaliamo le “Trappole ai feromoni Celaflor” che si rivelano molto efficaci. Su Amazon, una confezione da tre è proposta al prezzo di 18,32 euro con spedizione gratuita.

Come usarle? Queste trappole possono essere posizionate dentro o fuori dalla dispensa, l’importante è tenerle lontane da correnti d’aria o fonti di luce. Sarà necessario rimuovere la pellicola di protezione: le tarme del cibo, attratte dai feromoni, rimarranno incollate alla superficie adesiva.

Per tutte le informazioni vi rimando alla pagina Amazon:”Trappole ai feromoni Celaflor

Tarme della farina, sono pericolose?

vermi della pasta non sono pericolosi, ma la forma adulta può causare allergia in soggetti predisposti. E’ importante dire che non fanno male alla salute e che, questi vermi sono spesso allevati a scopo commerciali.

I vermi della pasta, infatti, sono gli stessi usati come esche per la pesca, per l’allevamento di rettili, anfibi, pesci e per il nutrimento di uccelli. Già, mentre voi siete disperati, c’è qualcuno che si starà chiedendo come allevare le larve della farina! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 24 gennaio 2018