Tarli, rimedi naturali

tarli

Tarli, rimedi naturali per eliminarli definitivamente e tecniche per recuperare mobili e complementi d’arredo danneggiati dai tarli.

I tarli sono insetti xilofagi che si insinuano nei mobili di legno per nutrirsi e deporre le uova. Un invasione massiccia di tarli può rovinare o addirittura sgretolare qualsiasi complemento d’arredo in legno. In realtà, sono le larve a nutrirsi della fibra di legno quindi, quando vedete un buco nel legno, questo non è causato da un adulto ma da una larva che ha appena lasciato la sua “tana” (il vostro mobile) per sfarfallare. Lo stesso foro, poi, è usato dagli adulti per la deposizione delle uova. Le larve, una volta schiuse, non usciranno dallo stesso foro ma continueranno a “scavare gallerie” per nutrirsi del legno e per poi sfarfallare.

La prima soluzione antitarlo è acquistare mobili in legno di carrubo, di pino marittimo o complementi d’arredo con trattamento anti-tarlo. Se già è in atto una infestazione di tarli, esistono diversi rimedi naturali per allontanarli. Di seguito vi illustreremo come eliminarli in modo efficace e permanente.

Danni causati dai tarli

Come premesso, il ciclo vitale dei tarli si articola in più fasi. Per valutare il mobile danneggiato dai tarli e per capire se i tarli sono ancora all’opera o se ormai hanno abbandonato il vostro mobile, è possibile fare una serie di osservazioni.

  1. Se nel mobile ci sono solo fori vecchi vuol dire che i tarli hanno ormai lasciato il legno per cui non serve intervenire con rimedi atti a uccidere i tarli ma basta tappare i buchi per evitare che altri adulti possano prendere di mira il mobile per deporre nuove uova.
  2. Se invece nel mobile vi sono fori freschi, significa che alcuni tarli hanno lasciato il legno ma altri, probabilmente, sono ancora all’opera, in questo caso bisogna intervenire per combatterli.

Nell’ipotesi numero uno, vi toccherà restaurare il legno. Nell’ipotesi numero due, dovrete, invece, eliminare i tarli del legno con rimedi specifici.

Tarli, rimedi naturali

In commercio esistono metodi efficaci per allontanare i tarli come la naftalina o altri antitarli, nel paragrafo successivo parleremo dei prodotti antitarlo usati in caso di infestazione massiccia, per evitare di compromettere la salute di altri mobili di legno. I rimedi naturali elencati in questo paragrafo sono utili solo in caso di infestazioni di lieve entità.

Tra i rimedi naturali antitarli completamente innocui per la salute dell’uomo troviamo dei composti fatti in casa, realizzati con ingredienti naturali.

È il caso di una miscela data da di 10 gocce di olio essenziale di cedro, 10 ml di vodka e 5 ml di acqua.

Per l’applicazione è sufficiente immergere nella soluzione alcuni batuffoli di cotone e passarli sui mobili in legno. Per un effetto più efficace bisognerebbe irrorare copiosamente il mobile di questa miscela o lasciare i batuffoli per qualche giorno all’interno dei mobili da trattare.

Altro rimedio naturale contro i tarli è la lavanda. È sufficiente riporla in tanti piccoli sacchetti e collocarli nell’armadio e nei cassetti.

Tarli, come eliminarli

Oltre ai metodi naturali è bene adottare alcune soluzioni per preservare gli abiti e le coperte che conservate nell’armadio.

Al cambio di stagione, lavate bene gli indumenti prima di riporli nei cassetti e negli armadi.

Usate sacchetti di plastica e sacche con cerniera prima di riporre maglioni e cappotti nel guardaroba invernale.

Prima di conservare qualsiasi indumento lavate per bene cassetti e armadio con una soluzione a base di aceto e lavanda: versare 250 ml di aceto in un litro di acqua, aggiungendo 20 gocce di olio essenziale di lavanda, oppure 3 cucchiai di infiorescenze di lavanda da lasciar macerare per almeno 24 ore prima di adoperare il composto.

Insetticida contro i tarli

Per l’efficacia del trattamento antitarlo, è del tutto sconsigliato l’impiego di insetticidi generici. Meglio scegliere un trattamento anti-tarlo professionale in quanto riesce a colpire sia gli adulti, sia le pupe (tarli in via di sviluppo), rispetta l’integrità del legno e permane svolgendo un’azione preventiva.

Ricordate che i “trattamenti antitarlo professionali” sono Presidi medici chirurgici quindi per l’uso vanno rispettate tutte le procedure di sicurezza al fine di ridurre il contatto tra il liquido antitarlo e la cute. Il mercato offre molti prodotti antitarlo, ma pochi sono professionali. Per l’acquisto meglio se vi rivolgerete a un restauratore o un negozio specializzato, se scegliete la compravendita online, assicuratevi che si tratti di un “Presidio medico chirurgico” così da accertarne l’efficacia.

Su Amazon, un antitarlo professionale NON tossico e sicuro per l’uso domestico, è proposto al prezzo di 12,50 euro. Per tutte le informazioni vi invitiamo a visitare la pagina Amazon: Soluzione attiva contro i parassiti del legno (è efficace contro i tarli adulti e larve).

Perché gli insetticidi comuni non sono adatti?
In primis perché non riescono a penetrare a fondo nel legno, poi perché fanno male alla salute. Gli insetticidi chimici generici vengono assorbiti dal legno e poi rilasciati lentamente nell’atmosfera domestica, ciò significa che gli abitanti della casa respireranno, su base quotidiana e per lungo periodo, bassissime dosi di sostanze tossiche. I trattamenti anti-tarlo  specifici, invece, permangono nel legno e sono studiati per dissolversi senza arrecare danni alla salute domestica.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 27 dicembre 2017