Rimedi per eliminare i tarli

rimedi per leiminare i tarli

Rimedi per eliminare i tarli: tutti i rimedi naturali per combattere i tarli del legno ed eliminare i buchi dei tarli.

Il tarlo del legno, meglio definito come Anobium punctatum, è un insetto dell’ordine dei coleotteri. Si nutre della polpa del legno distruggendo armadi, mobili e qualsiasi oggetto di legno che riesce a invadere. Da adulto raggiunge una lunghezza di mezzo centimetro ma ad arrecare i veri danni al nostro arredamento sono le larve che fuoriuscendo dal legno lasciano quei caratteristici fori di circa 2 millimetri.

Come si formano i buchi dei tarli

Sì, quando vediamo un foro, il danno è già stato fatto! Contrariamente a quanto si pensa, i fori lasciati dai tarli del legno sono di uscita e non di entrata…. i fori compaiono sulla superficie del legno quando le larve sono pronte a sfarfallare.

Gli stessi fori, attirano gli adulti al momento dell’ovodeposizione: i tarli adulti depongono le uova nei fori di sfarfallamento, dalle 20 alle 60 uova. Le uova, schiudendo, daranno vita ad altri tarli che, per uscire, formeranno altri fori…!

Le larve dei tarli sono xilofaghe, cioè si nutrono della cellulosa, dell’emicellulosa e della legnina, sostanze organiche presente nella parete della cellula vegetale. L’essere umano è privo di enzimi litici in grado di digerire queste sostanze, ecco perché noi non ci nutriamo di legno! :)

tarlo del legno rimedi

Quando notate i buchi sulla superficie del legno, lo sviluppo dei tarli è ormai già terminato. Il mobile, a quel punto, presenterà gallerie vuote che però possono prestarsi a ospitare un nuovo adulto per la deposizione delle uova.

Se i buchi lasciati dai tarli sono molto antiestetici nei mobili di casa, gli stessi fori possono costituire un autentico danno in natura, quando sono lasciati nei fusti degli alberi. Le gallerie dei tarli rappresentano una grossa minaccia alla salute dell’albero.

Come prevenire la comparsa dei tarli

Per prevenire i danni dei tarli, per prima cosa dovete tappare tutti i buchi già esistenti e restaurare i mobili di casa. La conformazione dell’ovopositore della femmina, consente di deporre le uova solo in piccole finditure: se i vostri mobili saranno perfettamente integri, il tarlo non potrà intaccarlo.  Il materiale legnoso levigato o trattato con smalti, resine e vernici risulta inattaccabile da questa specie. Per evitare la formazione dei fori dei tarli, levigate e/o riverniciate i vostri mobili.

Rimedi per eliminare i tarli

La disinfestazione anossica è un rimedio naturale sicuro per l’uomo, l’ambiente e soprattutto in grado di rispettare il legno. Il sistema anossico non fa altro che sottrarre ossigeno agli insetti che si ritroveranno a morire nel giro di poco tempo. Sono molte le ditte specializzate che offrono questo sistema. In alternativa al trattamento in assenza di ossigeno, è possibile sfruttare degli insetticidi in grado di eliminare i tarli. Vediamo in dettaglio entrambi i rimedi per eliminare i tarli.

Disinfestazione anossica fai da te

Chi vuole provare a operare la disinfestazione anossica fai da te può farlo ma a rischio e pericolo del proprio complemento in legno! Per oggetti di piccole dimensioni potete avvolgerli in buste nere (come quelle della spazzature) completamente sigillati e senza fori o prese d’aria.

Una volta sigillato il manufatto in un sacco nero di plastica, dovrete lasciarlo al sole per diversi giorni. Prima di eseguire questo trattamento valutate bene i danni che il calore potrebbe arrecare al legno. Similmente, sempre per oggetti di dimensioni esigue, potete provare a porli nel congelatore: le temperature estreme uccideranno larve, pupe e individui adulti. Anche qui dovrete valutare bene gli eventuali danni del freddo sul vostro tipo di manufatto.

Insetticidi contro i tarli

E’ del tutto sconsigliato l’impiego di insetticidi generici. Meglio scegliere un trattamento anti-tarlo professionale in quanto riesce a colpire sia gli adulti, sia le pupe, rispetta l’integrità del legno e permane svolgendo un’azione preventiva.

Ricordate che gli antitarlo professionali sono Presidi medici chirurgici quindi per l’uso vanno rispettate tutte le procedure di sicurezza al fine di ridurre il contatto tra il liquido antitarlo e la cute. Il mercato offre molti prodotti antitarlo professionali, per l’acquisto potete rivolgervi a un restauratore, un negozio specializzato o sfruttare la compravendita online.

Su Amazon, un antitarlo professionale NON tossico e sicuro per l’uso domestico, è proposto al prezzo di 13,58 euro. Per tutte le informazioni vi invitiamo a visitare la pagina Amazon: Soluzione attiva contro i parassiti del legno (è efficace contro i tarli adulti e larve).

Perché gli insetticidi comuni non sono adatti?
In primis perché non riescono a penetrare a fondo nel legno, poi perché fanno male alla salute. Gli insetticidi chimici generici vengono assorbiti dal legno e poi rilasciati lentamente nell’atmosfera domestica, ciò significa che gli abitanti della casa respireranno, su base quotidiana e per lungo periodo, bassissime dosi di sostanze tossiche. I trattamenti anti-tarlo  specifici, invece, permangono nel legno e sono studiati per dissolversi senza arrecare danni alla salute domestica.

Come togliere i buchi nel legno

fori dei tarli si possono tappare facilmente sfruttando della cera colorata o dello stucco per legno. In commercio è possibile trovare cere di ogni tonalità, così da non dover eseguire un ulteriore verniciatura. Al contrario, lo stucco per il legno è disponibile in colori più limitati e per questo è quasi sempre necessario riverniciare il legno dopo aver tappato i buchi dei tarli.

Come togliere i buchi dei tarli dai mobili?
Scegliete una stecca di cera dalla tonalità compatibile a quella del mobile da riparare.

L’applicazione è molto semplice: vi basterà strofinare la stecca di cera finché il buco non sarà scomparso. Per rimuovere la cera in eccesso è possibile usare una spatola morbida. Potete anche usare una vecchia carta di credito così da essere sicuri di non intaccare il legno.

In commercio si trovano bastoni di cera per qualsiasi finitura del legno, bianco, bianco sporco, paglierino, ciliegio, mogano, noce, wengè, nero, sapele, quercia, pino, miele, frassino, nocciolo… Al momento dell’acquisto assicuratevi di scegliere la colorazione più idonea.

Nei negozi specializzati in restauro c’è ampia scelta. La scelta non manca neanche su Amazon dove vi segnaliamo il prodotto più conveniente: un set di bastoncini di cera proposti al prezzo di 7,11 euro con spese di spedizione gratuite.

Per tutte le informazioni: Bastoncini di cera Veleca 

Prima dell’applicazione, la cera va ammorbidita con una fonte di calore.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 settembre 2017