Stratigrafia di un tetto verde intensivo

tetto verde intensivo stratigrafia

Come è fatto un tetto verde intensivo e quali sono le strategie per renderlo più leggero e sottile. Tutte le info sulla stratigrafia di un tetto verde intensivo allestivo su una superficie piana.

Al contrario dei tetti verdi estensivi, quelli di tipo intensivi, possono essere allestiti solo su tetti facilmente accessibili e dalla superficie pianeggiante. Tutte le differenze di peso e spessore tra tetto verde intensivo ed estensivo sono contenute nell’articolo dedicato al confronto tra le due coperture: Tetto verde estensivo e intensivo.

Stratigrafia di un tetto verde intensivo

Nella stratigrafia di un tetto verde intensivo non è previsto alcuno strato termoisolante, lo spessore dei vari strati previsti nell’allestimento di un tetto verde intensivo, conferisce alla struttura un’elevata inerzia termica. Così come lo strato termoisolante, la stratigrafia del tetto verde intensivo manca anche della barriera al vapore, prevista nel tetto verde estensivo.

Mettendo a confronto la stratigrafia di un tetto verde intensivo con la stratigrafia di una copertura verde di tipo estensivo, avremo solo differenze di spessore e quindi di peso. Per vostre deduzioni vi invito a confrontare la stratigrafia che segue con l’approfondimento dedicato alla stratigrafia di un tetto verde estensivo.

Tetto verde intensivo, stratigrafia

  • 1) Solaio
    E’ composto da un solaio di copertura (tipo laterocemento).
  • 2) Primer
    Dispone di un primer bituminoso che va a rivestire tutta la superficie del tetto. Il primer penetra nella porosità delle superfici cementizie e favorisce l’adesione dello strato successivo.
  • 3) Membrana impermeabile e membrana antiradice
    Proprio come visto nella stratigrafia del tetto verde estensivo, anche in questo caso le membrane impediscono la penetrazione delle radici nel sottostante strato bituminoso e nel solaio.
  • 4) Strato drenante
    Questo strato serve a smaltire al meglio l’acqua piovana evitando dannosi ristagli per il solaio e per le piante. Generalmente lo strato drenante è dato da una manto impermeabile di granuli di argilla espansa. Lo spessore è di 10 – 15 cm se si intende coltivare il prato sul tetto mentre si arriva a 30 cm per chi vuole mettere a dimora degli alberi.
  • 5) Strato filtrante
    E’ dato da una membrana in polietilene che va posta subito dopo lo strato di terreno. Ha la funzione di confinare le radici nello strato di terreno e trattenere la terra. Questo strato è permeabile solo all’acqua che sarà gestita dal sottostante strato di drenaggio.
  • 6) Substrato di coltivazione e vegetazione
    E’ nel substrato di coltivazione che si sviluppano le radici delle piante. Lo spessore di questo strato dipende dal tipo di vegetazione che s’intende coltivare. Il peso e lo spessore di un tetto verde intensivo dipende soprattutto dalla scelta delle varietà botaniche previste. Questo strato avrà uno spessore:
    – Tra 20 – 30 cm per un tetto verde con piante rampicanti e arbusti alti fino a 60 cm.
    – Fino a 40 cm per un tetto verde con fiori, roseti e arbusti.
    – Fino a 60 – 100 cm per tetto verde con alberelli.

E’ chiaro che un tetto verde intensivo leggero può essere realizzato solo con il prato e piccoli arbusti. Nel caso della messa dimora di alberi con un fusto alto, si dovrà prevedere un vascone di dimensione e altezza sufficiente, sarà all’interno di questa vasca che si svilupperà l’apparato radicale dell’albero.

Nella progettazione di un tetto verde intensivo e nella scelta dello spessore dell’ultimo suo strato, bisognerà tener conto della disposizione delle piante e della loro crescita nel tempo. Durante l’impianto si dovranno rispettare delle distanze minime sia tra le componenti vegetali sia tra tutte le parti verticali del tetto verde e gli scarichi di scolo.

Tetto verde intensivo leggero

La stratigrafia di un tetto verde intensivo leggero non cambia, ma cambia lo spessore. In genere, un tetto verde intensivo leggero è caratterizzato da uno spessore massimo di 24 – 30 cm e un peso complessivo, che si stima alla massima saturazione d’acqua, di circa 215 kg per mq. Un tetto verde intensivo leggero è realizzato per creare una finitura calpestabile a prato sul tetto.

Foto: nella foto in alto la stratigrafia di un tetto verde intensivo Daku. La stratigrafia del tetto verde intensivo Daku mostrata nella foto vede la seguente legenda:

  1. Solaio pendenziato
  2. Manto impermeabile antiradice
  3. Daku FSD 20 (62 mm)
  4. Daku Filtro Stabilfilter SFI (1,45 mm)
  5. Daku roof soil 1 (150 mm)
  6. Daku roof soil semina (30 mm min.)
  7. Prato
  8. Impianto di irrigazione a pioggia

I valori indicati tra parentesi vanno a descrivere lo spessore minimo.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 18 aprile 2016