Stipa tenuissima, coltivazione e consigli

stipa tenuissima

Stipa tenuissima: coltivazione, caratteristiche e cure da dedicare alla pianta. Potatura e coltivazione in giardino o in vaso dell’erba della pampa. 

La stipa tenuissima è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Graminacee. E’ originaria del Sud America e in Italia è nota con il nome di erba della pampa.

L’erba della pampa, con i suoi lunghi steli, prospera con diverse altezze ma con fusti che sono sempre esili e sottili.

Stipa tenuissima, caratteristiche della pianta

La stipa tenuissima è coltivata, in vaso o in giardino, per le sue infiorescenze a pannocchia che somigliano a soffici piume. La fioritura va da giugno a settembre e, con l’arrivo dell’autunno, invece di disseccare precocemente, tende a cambiare colore.

I fiori di stipa tenuissima, una volta recisi, possono essere essiccati e impiegati per arredare casa.

Le infiorescenze della stipa tenuissima producono molti semi, infatti questa pianta è perfetta per chi vuole attirare uccelli nel giardino.

Stipa tenuissima, coltivazione e cura

L’erba della pampa è molto resistente al clima freddo e alle gelate, per questi si adatta perfettamente anche nei giardini del Settentrione d’Italia.

La cura della stipa è molto semplice: si tratta di una sempreverde resistente che desidera terreno ben drenato e posizioni soleggiate.

Chi preferisce ottenere un effetto naturale e creare un angolo erboso nel proprio giardino, non dovrà fare altro che mettere a dimora le piante di stipa a gruppi, rispettando una densità di circa 7 – 8 piantine per ogni metro quadro di superficie da coprire.

Il terreno dovrà essere ben drenato. Per la coltivazione in vaso o se in giardino avete un terreno inadatto, potete incorporare al terriccio universale della sabbia pulita di fiume o della pietra pomice sbriciolata.

Per quanto riguarda la concimazione e le irrigazioni, queste opere dovranno avvenire a cadenza regolare durante il primo anno di coltivazione. Quando le piante avranno due o tre anni, saranno più resistenti e meno bisognose di irrigazione e concime (fatta eccezione per chi coltiva in vaso che dovrà continuare con regolarità).

Consigli per coltivare la stipa tenuissima in vaso

Stipa tenuissima in vaso
L’erba della pampa può essere coltivata anche in vaso, tuttavia, con la coltivazione in vaso, la stipa non riesce ad assumere quel portamento tipico della coltivazione in giardino. Per quanto riguarda la cura della stipa tenuissima in vaso, dovrete seguire le stesse indicazioni viste in precedenza, prestando particolari attenzione alle concimazioni e alle irrigazioni.

Stipa tenuissima, potatura e cure

Non si tratta di vera e propria potatura: prima della fine dell’inverno sarà necessario eliminare gli steli della vegetazione dell’anno precedente.

La potatura, così descritta, può avvenire in due modi: potete tagliare i fusti appassiti a circa 10 cm dalla base oppure potete potare la stipa con un pettine. Pettinando la pianta con un pettine a denti radi, andrete a tirar via gli steli più vecchi.

La potatura della tenuissima deve limitarsi a eliminare tutti gli steli vecchi, gli steli appassiti si staccheranno senza troppa fatica.

Stipa tenuissima, prezzo della pianta

Le piante di stipa tenuissima possono essere acquistate presso i vivai più forniti. Ogni vivaio ha i suoi prezzi ma generalmente una piantina si compra con 6 – 10 euro. La pianta si trova con infiorescenze dalle colorazioni che vanno dal grigio al giallo panna.

Attenzione!
Quello della stipa è un genere di piante molto ampio. La stipa tenuissima non va confusa con la stipa tenacissima, pianta sempreverde usata per la produzione di carta, cordame e per le sue fibre.

Un’altra pianta da coltivare in giardino con poche difficoltà è l’oleandro. Per tutte le informazioni sulla coltivazione dell’oleandro vi rimandiamo alla pagina: oleandro, varietà da coltivare.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 settembre 2016