Specie e varietà di ortensie

specie varietà ortensia

Specie e varietà di ortensie: dalla popolare Hydrangea macrophylla alle specie di Hydrangeaceae meno conosciute ma altrettanto belle e facili da coltivare. Ortensia blu, rossa, rampicante, bianca, verde, lilla e tante novità bicolore.


La specie H. macrophylla è solo la più popolare ma di certo non è l’unica. In questo articolo, parleremo di varietà dell’ortensie classica e delle altre specie di ortensia che possiamo coltivare in giardino o in vaso, in diverse situazioni.

Specie e varietà di ortensie

Non è facile parlare di ortensie. In realtà, con il termine ortensie si identifica un intero genere di piante ascrivibili alla famiglia delle Hydrangeaceae.

Di queste, la più popolare è la specie Hydrangea macrophylla, la classica ortensia che usiamo per la coltivazione nelle zone in ombra del giardino.

Ortensia bicolore

Della specie Hydrangea macrophylla esistono un gran numero di varietà e ibridi selezionati nel corso del tempo. Le varietà di ortensia più apprezzate, attualmente, sono quelle bicolore come l’ortensia Red Ace.

Ortensia dai fiori lilla o verde

Tra le varietà di ortensie classiche più eleganti e sobrie, segnaliamo la Blauling con i fiori lilla chiaro. I fiori diventano verdi al variare del pH del suolo.

Ortensia bianca

L’ortensia bianca è tra le ortensie classiche più ricercate. Il suo fiore completamente bianco la rende molto sofisticata. Le infiorescenze dell’ortensia bianca non hanno la classica forma sferica. Presenta fiorellini a coppa molto caratteristici perché entrano in contrasto con gli esili rami rosso-bruni. La varietà di ortensia bianca prende il nome di choco chic. Questa varietà di ortensia può creare cespugli ordinati di 120 cm di altezza. Rientra tra le ortensie utili per creare bordure dall’altezza medio-alta.

Ortensia rossa

Altre ortensie dai fiori  insoliti sono la varietà Kardinal. I suoi fiori si fanno notare anche da lontano. Presenta fiori di un rosso acceso. I fiori hanno una forma caratteristica sono più piatti e possono essere a uno o due giri. Questa ortensia può essere usata per tappezzare pareti o per bordure alte: può raggiungere i due metri di altezza.

Ortensia blu

Tra le varietà di ortensia a fiore blu segnaliamo la Hovaria hopcorn, di recente introduzione sul mercato. Ha un’altezza contenuta: 130 cm. Se coltivata su terreni ricchi di chelanti, i fiori possono raggiungere un colore blu molto intenso. I fiori hanno la tipica forma globosa.

Specie di ortensie da coltivare nei pressi di un muro o un cancello

Vi abbiamo già parlato dell’ortensia rampicante, la pianta dai caratteristici fiori che può ricoprire interi muri. L’ortensia rampicante è anche nota come ortensia dai fiori piccoli. In questo paragrafo vi segnaleremo le ortensie che potete coltivare a ridosso di un muro o di una cancellata.

L’Hydrangea petiolaris è un’ortensia rampicante che può raggiungere un’altezza di 250 cm. Bisogna organizzare la coltivazione con dei tutori, almeno per i primi anni dall’impianto. Una vola che l’ortensia rampicante avrà sviluppato le sue robuste ramificazioni e le sue radici aeree, i tutori potranno essere rimosse. L’ortensia rampicante della specie petiolaris può svilupparsi su muri privi di graticci proprio grazie alle radici aeree. La messa a dimora va fatta a 50 cm di distanza dal muro.

Se il muro è alto o per dare una maggiore diversificazione, potete coltivare una prima fila di Hydrangea quercifolia. Questa specie di ortensia si riconosce per la forma della lamina fogliare. Questa ortensia raggiunge un’altezza di 180 – 200 cm ma per ottenere un effetto variegato, si può contenere l’altezza mediante periodiche potature. Della specie Hydrangea quercifolia molto interessante è la varietà Snow Flake.

Specie di ortensie per bordure

Per bordure medio-alte, la classica hydrangea macrophylla è perfetta. Quanto si può potare l’ortensia? L’ortensia classica è molto resistente alle potature, infatti è possibile contenerla e mantenerla a un’altezza di circa 100  cm.

Per le altre ortensie utili a creare bordure e aiuole, vi rimando al paragrafo precedente dedicato alle varietà di hydrangea macrophylla.

Per altre info: come curare le ortensie

 

 

Pubblicato da Anna De Simone il 28 agosto 2017