Sovescio di leguminose, istruzioni per l’uso

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il sovescio è una tecnica semplice che ha l’obiettivo di arricchire il suolo interrando particolari coltivazioni. Con il sovescio di leguminose si sfruttano le stesse proprietà delle piante per migliorare le condizioni del suolo, arricchirlo e migliorarne la struttura. 

Con il sovescio di leguminose si sfruttano le eccezionali proprietà degli organismi vegetali che decomponendosi nel terreno, nutrono il suolo. Quando parliamo del sovescio di leguminose, ci riferiamo in particolar modo a piante come il meliloto, il favino, la lupinella, il lupino, la veccia, il trifoglio e il pisello proteico.

Chi pratica il sovescio di leguminose va a creare una fortunata simbiosi tra le radici delle piante e i batteri della specie Bacillus radicicola. Tale simbiosi riuscirà a fissare l’azoto e a renderlo disponibile per la pianta ospite. Una volta decomposti, questi elementi vegetali, riusciranno a liberare l’azoto rendendolo disponibile per le altre piante da coltivare.

Su un ettaro di terreno in cui si pratica il sovescio di leguminose, si può arrivare a donare un quantitativo di azoto pari a 5-10 kg per ogni 1.000 metri quadrati.

Come si pratica il sovescio di leguminose
Le istruzioni per l’uso sono molto semplici da eseguire. Le leguminose vanno coltivate durante il periodo di riposo del terreno, tra una coltivazione e l’altra. Generalmente vengono sfalciate prima della fioritura e, dopo lo sfalcio, vengono lasciate seccare sul campo e successivamente interrate. La profondità ideale per l’interramento è di appena 15 cm. L’interramento va fatto almeno un mese prima della coltivazione successiva.

Le alternative al sovescio di leguminose 
Il sovescio delle leguminose è probabilmente quello più diffuso ma non è l’unica strada possibile. Così come le leguminose, anche le crucifere hanno eccellenti proprietà da lasciare in eredità al terreno. Parliamo di senape, ravizzone e colza. Queste piante producono grandi quantità di massa vegetale grazie alla quale è possibile restituire vigore al suolo. Una volta decomposte, le piante, regalano al terreno impoverito, molta materia organica. Il sovescio delle crucifere è particolarmente indicato per chi vuole migliorare la struttura del suolo.

Se vuoi conoscere meglio i Legumi ecco un articolo per te: “Legumi: elenco completo e proprietà”

Pubblicato da Anna De Simone il 28 aprile 2014