Seminare insalata

come seminare insalataUna guida su come seminare insalata. Tutte le istruzioni per coltivare insalata da taglio per il raccolto estivo. Consigli su concimazioni e su come risparmiare tempo con la semina.



La semina dell’insalata a raccolto estivo va eseguita in un terreno ben concimato e lavorato. In questa pagina vedremo come coltivare l’insalata a raccolto estivo, se sei interessato all’insalata a raccolto autunnale o invernale ti invito a leggere la pagina Lattuga a cappuccio autunnale e invernale. Le stesse istruzioni si possono applicare per coltivare lattuga e altre insalate da taglio.

Quando seminare insalata:
il periodo giusto

Il periodo ideale per procedere alla semina dell’insalata cade nel mese di maggio per il Nord Italia e inizia da aprile nel Meridione.

Quale insalata seminare nell’orto:
insalata da taglio

Hai solo l’imbarazzo della scelta! Anzi, per stroncare ogni dubbio, puoi coltivare insalate differenti organizzando un’area dedicata all’insalata da taglio. Le insalate da taglio sono la lattuga, l’indivia, il radicchio e la catalogna.

Insalata, semina scalare

Dovresti eseguire la semina dell’insalata in modo scalare così da ottenere raccolti –con progressivo sviluppo delle foglie- per tutta l’estate. Se hai una superficie dell’orto abbastanza estesa, puoi proseguire con semine ogni 20 – 25 giorni. L’insalata da taglio a raccolto estivo si sviluppa nel giro di sei settimane quando si parla di lattuga o 10 settimane se vuoi coltivare indivia.

Coltivare insalata in vaso

Puoi coltivare l’insalata anche in vaso, fioriere o grossi contenitori. L’unica premura consiste nel prendere vasi abbastanza profondi e capienti.

Per coltivare insalata in vaso dovresti scegliere contenitori profondi almeno 20 cm. La nota dolente è che le piante di insalata dovranno essere distanziate 40 cm in caso di lattuga ma scegliendo insalate meno prosperose puoi accorciare le distanze. Valuta di seminare a spaglio il lattughino. Per le esigenze colturali vale quanto visto per la coltivazione dell’insalata nell’orto.

Come seminare insalata

La semina della lattuga, indivia, del radicchio o della catalogna, deve avvenire in un appezzamento di terreno soleggiato. Per chi semina in vaso, basterà scegliere un terriccio soffice e fertile.

Se hai deciso di semina insalata nell’orto, la settimana che precede la semina, dovrai provvedere a una vangatura media (a 15 – 20 cm di profondità) così da ammorbidire il terreno e incorporare un concime organico come letame ben maturo o stallatico. Trascorsi 6 – 7 giorni dalla lavorazione, potrai seminare la tua insalata.

Non credere che sia un accorgimento stupido: se desideri insalate dalle foglie grosse e saporite, è importante concimare e lavorare il terreno prima della semina! Otterrai una lattuga ben sviluppata e tutta da mangiare.

Prima della semina, uniforma il terreno con un rastrello così da rompere eventuali zolle.

La semina dell’insalata può avvenire sia a spaglio sia sfruttando dei nastri in agritessuto che incorporano i semi già distanziati. I nastri di semi possono essere collocati direttamente nell’orto o nei vasi in balcone. In questo caso, la semina è facilissima: colloca il nastro nel terriccio e mantienilo umido per far sviluppare l’insalata.

In caso di semina tradizionale, a spaglio, per distribuire meglio i semi di insalata, puoi mescolarsi a sabbia e distribuire la miscela “sabbia semi” sulla superficie da coltivare. Per ottenere la massima uniformità, distribuisci in due passate perpendicolari tra loro.

Dopo la semina, è importante distribuire acqua con un getto nebulizzato. Evita annaffiatoi con grosse gocce d’acqua perché andrebbero a spostare i semi. L’acqua è fondamentale per accorciare i tempi di germinazione.

Man mano che le tue insalate iniziano a svilupparsi, dovrai diradare le piante eliminando quelle meno sviluppate e più debole. Nell’orto e anche per chi coltiva insalata in vaso, bisognerà monitorare la crescita dell’insalata ed eliminare periodicamente le erbe infestanti che si sviluppano durante la coltivazione.

Come ottenere insalate grandi

Chi vuole raccogliere lattughe ben sviluppate può concimare il terreno prima della semina, così come descritto in precedenza. Oltre all’apporto di materia organica mediante letame o stallatico, puoi eseguire una fertilizzazione minerale usando un concime a cessione prolungato.

Sai che la lattuga fa molto bene al tuo organismo? Scopri tutte le sue virtù con il mio articolo Lattuga, proprietà.


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 14 maggio 2017