Risparmio idrico domestico, tutti i consigli

risparmio idrico domestico

Dedicare spazio al risparmio idrico domestico è una mossa nobile oltre che astuta. Consente di risparmiare denaro e di salvaguardare le risorse idriche del pianeta, oltre che a portare vantaggi a tutta la comunità in cui risiedi: se nel tuo comune di residenza adottassero una gestione più efficiente delle acque, di certo non ci sarebbero mai strade allagate!

Lo spreco d’acqua è una realtà quotidiana della vita di tutti noi. Anche il consumatore più attento, se non ben formato e attrezzato, finisce per sprecare acqua in casa e in giardino. Lo spreco idrico rappresenta una realtà scomoda dal nefasto impatto sull’ambiente, eppure basterebbero poche regole per mitigarne i danni. Prima di vedere come evitare sprechi d’acqua, facciamo una piccola panoramica su quelle che sono le risorse idriche terrestri.

GUARDA LE FOTO DELLE SOLUZIONI PER IL RISPARMIO IDRICO

Risorse idriche del pianeta

Stando agli esperti, le risorse idriche del pianeta sono destinate a finire. Il volume di acqua presente sulla Terra è stimato intorno ai 1. 360.000.000 km3, sembra una cifra enorme ma di queste, il 97% è data da acqua marina, solo l’1% è rappresentato da acqua nel suolo e nelle falde acquifere mentre il restante 2% è dato dai ghiacciai e dalle calotte polari.

Risparmio idrico domestico, consigli

Nell’articolo intitolato “soluzioni per il risparmio idrico in casa” troverai una serie di consigli per risparmiare acqua in ambito domestico da integrare alle strategie riportate di seguito e nell’articolo guida come risparmiare acqua in casa.

Regolatore di pressione

Se la pressione idrica è elevata, installa un riduttore di pressione sul tubo di ingresso. Questo piccolo gesto ti consentirà di risparmiare fino al 20% di acqua e al contempo riuscirai a garantire il buon funzionamento di elettrodomestici quali lavatrici e lavastoviglie che altrimenti sarebbero soggette al cosiddetto “colpo d’ariete”.

Verifica la temperatura dell’acqua calda sanitaria

Con un buon termostato riuscirai a “miscelare” l’acqua della doccia in tempi più rapidi. E’ necessario verificare la temperatura dell’acqua calda sanitaria, se aumenti troppo la temperatura del termostato, non solo rischi di danneggiare l’impianto idrico ma aumentano anche i costi di produzione e di gestione dell’acqua calda. In questo ambito esiste una normativa che impone di mantenere una temperatura non superiore ai 48°.

Installa un sistema antiperdita

I sistemi antiperdita ti proteggono dagli allagamenti. Si tratta di una soluzione che si avvale di sensori e ricevitori che in caso di perdite d’acqua riescono a chiudere l’afflusso della rete idrica evitando  sprechi idrici.

Monitora la quantità d’acqua che consumi

Con un buon monitoraggio dei tuoi consumi idrici sarai portato a responsabilizzarti automaticamente riducendo così gli sprechi d’acqua. Cerca di analizzare quanta acqua consumi al giorno e fai una stima degli impieghi più cospicui. Se non riesci a regolarti con il solo contatore dell’acqua, sappi che in commercio esistono contalitri dal display digitale che si agganciano ai vari rubinetti della casa o del giardino.

La manutenzione del giardino e delle aree esterne

Per suggerimenti come risparmiare acqua in giardino, ti segnalo l’articolo ad hoc: soluzioni per il risparmio idrico in giardino.

Come inquinare meno l’acqua

Per salvaguardare le risorse idriche del pianeta bisogna puntare alla prevenzione dell’inquinamento delle falde acquifere. Ciò significa limitare il consumo di pesticidi e fertilizzanti in campo agricolo così come evitare di usare disgorganti in casa, come il classico idraulico liquido per sturare le tubature.

In caso di tubazioni ostruite, meglio agire meccanicamente perché i prodotti chimici in commercio sono ricchi di soda caustica, forte inquinante per l’ambiente e molto nocivo per la salute umana. Per altri consigli: Come inquinare meno l’acqua.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 26 agosto 2015