Regole base per eseguire una buona potatura

regole potatura

Imparare a potare nel giardino o nel frutteto attraverso la guida di un blog può sembrare arduo, tuttavia siamo convinti che troverete preziosi alcuni nostri suggerimenti al riguardo. Vediamo insieme le regole base per eseguire una buona potatura.


Per prima cosa una buona potatura deve rispettare sempre la forma naturale di una pianta; una pianta ben formata oltre che bella da vedersi porta sempre anche molti frutti.

Regole potatura, 4 suggerimenti utili
Prima di procedere è bene valutare che tipo di potatura bisogna effettuare, assicurandoci che la parte interna di ogni albero abbia la giusta luce ed aria: i raggi di sole devono penetrare nella chioma e l’aria deve circolare ovunque.

Disponete della giusta attrezzatura? Sappiate che occorrono semplici strumenti quali forbici, cesoie, guanti e uno scaletto. A tal proposito vi rimandiamo alla lettura dell’articolo “Potatura con l’attrezzo giusto”
Prima di procedere con i tagli, dovrete disinfettare bene gli attrezzi per evitare di trasmettere malattie da una pianta all’altra. Come fare? Basta aggiungere un tappo di candeggina in mezzo litro di acqua e poi con una spugnetta pulire tutte le lame. Fatto ciò, dovrete affilarle perché i tagli che andrete ad eseguire dovranno essere netti e precisi. Solo a questo punto potrete iniziare le potature.
Ogni albero o arbusto necessita di potature particolari e personalizzate, ma ci sono 4 regole che valgono per tutte le piante

  1. Effettuate il taglio 3-4 mm sopra le gemma, in quanto un taglio troppo vicino la farà seccare, mentre un taglio troppo lontano lascerà un moncone che col tempo seccherà o marcirà favorendo il nascere di infezioni
  2. La gemma sopra la quale effettuate il taglio deve preferibilmente essere rivolta verso l’esterno: in questo modo il nuovo ramo crescerà in quella direzione, evitando inutili intrighi nella parte centrale della chioma, che invece deve rimanere aperta, pulita e ben arieggiata
  3. Il taglio deve avere un’inclinazione parallela alla gemma, per consentire all’acqua di scivolare via, evitando ristagni e quindi marciumi in prossimità della gemma
  4. Il taglio deve essere netto e preciso, per questo bisogna avere cesoie affilatissime: un taglio sfilacciato rallenta la cicatrizzazione della ferita e di conseguenza è maggiormente soggetto a malattie.

Di certo queste regole non hanno esaurito un argomento così importante, in ogni caso si tratta di piccoli suggerimenti su cui iniziare a riflettere, prima di passare all’azione. Sono consigli universali validi per tutti gli alberi sia da frutto che da giardino. Inoltre, sappiate che ogni taglio non comprometterà irrimediabilmente la vita del vostro albero; al massimo avrete qualche frutto in meno o magari un albero un po’ meno aggraziato.

Pubblicato da Anna De Simone il 27 maggio 2015