Raperonzolo, pianta e proprietà

raperonzolo pianta verdura

Raperonzolo, pianta e fiore: proprietà, benefici, caratteristiche botaniche e diffusione della pianta campanula rapunculus, comunemente detta Raperonzolo.

Raperonzolo, pianta

Il suo nome botanico è Campanula rapunculus, è una pianta erbacea dai fiori a forma di campanella che cresce spontaneamente su tutta la penisola Italiana. Meno diffusa sulle isole principali (Sicilia e Sardegna).

E’ considerata un’erba selvatica e può essere facilmente rinvenuta su campi incolti, vigneti e oliveti. Si trova facilmente anche sui margini erbacei forestali, nelle praterie collinari e montane e con altri arbusti.

Prospera su terreni calcerei ma si adatta anche a terreni silicei con pH neutro. Non tollera pH acidi. Il terreno deve essere umido ma non particolarmente fertile, con medi valori nutrizionali.

Raperonzolo, fiore

Il fiore del raperonzolo presenta una forma a campana, con 4 verticilli (i fiori sono tetra ciclici, presentano calice, corolla, androceo, gineceo). I verticilli sono pentameri, cioè composti da 5 elementi, compresa la corolla che è composta da 5 petali. Ogni fiore è lungo dai 15 ai 25 mm.

Il raperonzolo fiorisce da maggio a settembre.

Raperonzolo in cucina

Da molti, il raperonzolo è considerata una verdura saporita, ricca di fibre e vitamina C. Del raperonzolo si consumano soprattutto le radici bulbose, crude o cotte. Le radici ricordano una piccola rapa (da qui il nome rapunculus o raperonzolo).

Per i suoi usi culinari, il raperonzolo è considerata una verdura selvatica. Presenta un gusto leggermente piccante e un retrogusto dolciastro, nocciolato, dovuto al contenuto di inulina.

La radice carnosa del raperonzolo può essere usata anche a chi soffre di diabete perché, al contrario delle altre verdure, il raperonzolo presenta radici prive di amido. Al posto dell’amido, le cellule vegetali accumulano sostanza di riserva in forma di inulina.

In cucina, le foglie si possono tritare e aggiungere all’insalata. Questa verdura si può preparare anche lessa, insieme ad altre verdure cotte. Si condisce con olio d’oliva e succo di limone.

Raperonzolo, proprietà della pianta

 

I rimedi naturali a base di erbe sono tanti e dalla cerchia delle erbe curative non è escluso il raperonzolo Campanula rapunculus.

Le radici sono ricche di Vitamina C, proteine vegetali, sali minerali e inulina. La Vitamina C si trova, in abbondanza, anche nelle foglie mentre i fiori sono ricchi di acido gallico, resine e tannini. La campanula rapunculus contiene, inoltre, flavonoidi e fibre. Tra i flavonoidi più abbondanti segnaliamo la luteolina.

rimedi naturali a base di raperonzolo possono essere molto utili per curare infezioni o irritazioni del cavo orale e della gola. Le proprietà esplicate da questa pianta spontanea sono molteplici: svolge un’azione antinfiammatoria a carico del cavo orale, esercita proprietà digestive, effetti lassativi, disinfettanti, diuretici e rinfrescanti.

Raperonzolo, rimedi naturali e benefici

In forma di infuso o di decotto, può essere assunta o applicata per impacchi dall’effetto lenitivo e rinfrescante.

Per la preparazione di un infuso a base di raperonzolo vi serviranno 100 ml di acqua bollente e 3 grammi di radici essiccate.

In alternativa, potete immergere dai 30 ai 50 grammi di parti aeree della pianta in un litro d’acqua bollente.

Il liquido ottenuto potete filtrarlo e usarlo come fareste con il collutorio, per fare gargarismi e per disinfiammare la gola. Non solo in caso di mal di gola, questo rimedio naturale è utile anche in caso di gengiviti.

Chi vuole disinfettare una ferita in modo naturale, può usare un decotto di raperonzolo per realizzare un impacco disinfettante, utile per le piccole ferite.

Il decotto si ottiene versando, in mezzo litro d’acqua fredda, 2 cucchiai di radice secca. Fate bollire e mantenete in ebollizione per 15 minuti. Spegnete, filtrate e lasciate raffreddare completamente prima di usare il liquido per il decotto.

Chi vuole coltivare il raperonzolo in aiuole fiorite, può cercare i semi presso i vivai più forniti o sfruttando la compravendita online.

Link utili: Semi di Campanula rapunculus su Amazon

In commercio si trovano anche delle selezioni di semente speciali per la produzione delle radici carnose. Anche in questo caso è possibile sfruttare le parti verdi (foglie e fiori) per preparare decotti e infusi ma dovreste evitare concimi, pesticidi o altri fitofarmaci agricoli.

Link utili: semi per la coltivazione del raperonzolo come verdura

Pubblicato da Anna De Simone il 5 dicembre 2016