Prato in ombra

prato in ombra

Prato in ombra: consigli sul miscuglio di sementi da usare per coltivare prato in una zona in ombra. Prato calpestabile o prato fiorito da seminare in zone ombreggiate.

In questa pagina vi diremo come realizzare un prato all’ombra seminando il miscuglio di semi giusto. Iniziamo con la specie Dichondra repens per poi passare a sementi per prato fiorito indicati per le zone all’ombra.

Dichondra repens

Si tratta di un’erba perenne a portamento basso e strisciante. E’ estremamente resistente e si propaga con molta facilità tanto che talvolta è trattata come un’erba infestante.

La dichondra repens è perfetta per coltivare un prato all’ombra: è molto decorativa, presenta piccole foglie carnose, tondeggianti e dal verde intenso. E’ un’erba tappezzante e la sua altezza non supera i 3 cm. Nel periodo della fioritura produce piccoli fiori ascellari bianco/gialli.

Non può essere coltivata come prato calpestabile perché le foglie carnose si rompono con facilità. Può essere usata per circoscrivere la zona del laghetto o in determinate zone ombreggiate del giardino. Presenta evidenti vantaggi: al contrario del classico prato, non richiede operazioni di sfalcio. Non va irrigata quotidianamente neanche nel periodo estivo e riesce a coprire completamente il terreno.

Per la semina occorrono 500 grammi di sementa ogni 100 metri quadrati di terreno da coltivare. I semi vanno interrati a soli 3 – 4 mm di profondità eseguendo una lieve rastrellatura. Dove comprare i semi? Ecco un link utile: Dichondra repens, prezzi e proposte su Amazon.

Prato fiorito

Se intendete coltivare un prato fiorito in una zona ombreggiata del giardino, avete molta scelta. Quasi tutte le specie che danno origine a un prato fiorito basso (di circa 30 – 40 cm), possono resistere a zone poco soleggiate o ombreggiate. Per maggiori informazioni vi rimandiamo alla pagina dedicata al prato fiorito. In molte circostanze, il prato fiorito presenta il pregio di essere calpestabile.

Prato comune

Le varietà più rustiche di prato riescono a resistere anche in condizioni di scarsa esposizione solare. In queste circostanze bisognerà compensare con più attente irrigazioni, concimazioni ad hoc e un uso più adeguato del tagliaerba. Se volete coltivare un prato all’ombra mantenendolo in buona salute (senza muschio o muffe) seguite questi consigli:

  • Irrigate le zone in ombra con una minore frequenza.
  • Irrigate soltanto al mattino così da favorire la rapida asciugatura dell’erba.
  • Mantenete un’altezza di taglio compresa tra un centimetro e 1,5 centimetri così da rendere l’erba più resistente al calpestamento.
  • Cercate di ridurre al minimo il calpestamento, soprattutto di sera o quando l’erba è bagnata o umida.
  • Concimate con dosaggi inferiori a quelli indicati in etichetta, un prato posto in ombra ha esigenze nutrizionali ridotte rispetto un prato in pieno sole (e quindi a pieno ritmo vegetativo). Paradossalmente, concimazioni abbondanti possono danneggiare e rendere un prato in ombra più fragile.
  • Eliminate le eventuali foglie cadute dagli alberi limitrofi o portate dal vento (così prevenite insorgenza di muschi e muffe).
  • Eliminate sempre i residui di sfalcio, il vostro prato in ombra dovrà ricevere quanta più luce e aria possibile.
  • Preferite concimi ricchi di potassio perché questo elemento riduce l’acquosità dei tessuti verdi rendendo il prato meno esposto a funghi e altri parassiti. Un buon concime può annoverare titoli come 14-5-16, 15-5-15 o nitrato di potassio.
  • Se possibile, evitate di somministrare erbicidi che, in caso di prato in ombra, può rallentare ulteriormente lo sviluppo del vostro tappeto erboso.

Tra i semi da coltivare come prato nelle zone in ombra segnaliamo delle valide alternative (anche fiorite e cespugliose) alla classica erbetta:

  • Pervinca
  • Pachisandra
  • Evonimus fortunei
  • Aquilegia
  • Hoste
  • Dicentra spectabilis

Pubblicato da Anna De Simone il 4 settembre 2016