Pomodoro Belmonte: coltivazione e tradizione

pomodoro belmonte

Il pomodoro Belmonte è una varietà tipica calabra che prende il nome da un piccolo comune in provincia di Cosenza, Belmonte Calabro. Il pomodoro Belmonte viene spesso descritto come una varietà di pomodoro gigante per la sua pezzatura: un pomodoro Belmonte può arrivare a pesare anche 3 kg!

La storia del pomodoro Belmonte è iniziata il secolo scorso: stando alla tradizione di Belmonte Calabro, questo pomodoro è arrivato agli inizi del Novecento, portato dall’emigrante locale Guglielmo Mercurio rientrato nel paese d’origine dopo un viaggio in America. Il pomodoro Belmonte è stato inserito dal Ministero delle politiche agricole nell’elenco dei prodotti agroalimentari della tradizione calabrese ed è l’unico pomodoro italiano a poter vantare il marchio iDe.C.ODenominazione Comunale d’Origine

Il pomodoro Belmonte può essere di due tipi: Gigante e Cuore di Bue. Il pomodoro Belmonte Gigante raggiunge, in media, il peso di 1 – 1,5 kg anche se gli agricoltori locali raccolgono spesso esemplari molto più grandi, dal peso che si aggira intorno ai 3 kg! La caratteristica più amata del pomodoro Belmonte è la sua serbevolezza, cioè la consistenza della polpa e il sapore non acidulo, ideale da consumare crudo ma anche per condire portate di pasta. Il pomodoro Belmonte Cuore di Bue, invece, ha pezzature più piccole: il peso medio oscilla tra i 500 – 600 grammi, presenta una polpa soda, molto dolce e di colore rosso vivo. Ideale per chi cerca un pomodoro con pochissimi semi. Il pomodoro Belmonte cuore di Bue presenta una forma oblunga con l’estremità inferiore che termina a goccia.

Come coltivare il pomodoro Belmonte 

Non è facile reperire i semi del pomodoro Belmonte: le caratteristiche genetiche di questi pomodori sono sapientemente conservate dai contadini locali, soprattutto dai più anziani. Per raggiungere livelli di eccellenza in pieno rispetto della tradizione, sono molti gli agricoltori del borgo di Belmonte Calabro che eseguono manualmente la selezione delle sementi e la produzione delle piantine.

La coltivazione del pomodoro Belmonte si può eseguire solo in pieno campo e in terreni profondi di medio impasto: solo così le bacche possono prosperare e conservare inalterate le proprietà tipiche. Quando coltivare? Le piantine di pomodoro Belmonte si mettono a  dimora a fine aprile nelle zone costiere e tra la fine di maggio e gli inizi di giugno nelle zone collinari. Le piantine vanno messe a dimora a una distanza di circa 50 – 60 cm l’una dall’altra. Le file devono distare tra loro di 120 cm. Le piante possono superare facilmente i 2 metri di altezza quindi necessitano di appositi tutori per la crescita.

Foto: comunedibelmontecalabro.cs.it

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 16 giugno 2015