Plumeria non fiorisce

Plumeria non fiorisce

Plumeria non fiorisce: consiglia alla coltivazione e alle cure della pomelia, plumeria o frangipane. Plumeria rubra, plumeria alba e altre specie

La fioritura della plumeria è agevolata nel Meridione d’Italia e nelle località italiane a clima mite. Questa pianta, nota anche come pomeliaplumeria frangipane, è di origini tropicale e, per fiorire, vuole un clima mite: non sopporta il gelo e il freddo intenso può compromettere la produzione di getti fiorali. Ecco la prima risposta sul perché il frangipane non fiorisce: se l’hai esposta a basse temperature senza una protezione, è possibile che la fioritura, per quell’anno, possa saltare.

Vediamo perché la plumeria non fiorisce e cosa puoi fare per risolvere il problema.

Plumeria: fioritura

Ogni specie di plumeria può sfoggiare una fioritura tutta sua. Le specie plumeria appartengono alla famiglia Apocynaceae ma non sono numerose: se ne contano circa una decina.

Le più diffuse e apprezzate per le dimensioni dei fiori sono la Plumeria alba e la Plumeria rubra.

Plumeria rubra Plumeria alba sono entrambi abusti decidui (perdono le foglie in inverno). Queste piante possono raggiungere un’altezza di 6 metri se coltivate in pieno giardino in condizioni favorevoli, la plumeria in vaso, generalmente, non supera i 2 metri d’altezza. 

I fusti di Plumeria rubra e Plumeria alba sono carnosi, le foglie sono grosse e ovali,di un brillante verde scuro.

fiori di Plumeria sono imbutiformi e leggermente appiattiti. Sono molto ornamentali: hanno 5 petali vistosi e di una consistenza carnosa. Non sono solo belli: i fiori di plumeria sono anche profumati.

Le uniche specie di plumeria non profumate sono la Plumeria pudica e la Plumeria inodora.

plumeria fioritura

I colori dei fiori variano dal bianco al giallo, dall’arancio al rosso porpora, rosa. I fiori sono molto ornamentali: all’interno sfumano dal giallo all’arancio scuro (centralmente) mentre dall’esterno vanno da una tonalità più chiara verso un tono più scuro.

Il periodo di fioritura si verifica in estate. La fioritura si manifesta con fiori dal diametro di 6 – 10 cm riuniti in mazzetti terminali.

Plumeria non fiorisce

La fioritura fatica a manifestarsi quando la pianta non si trova in posizioni favorevoli. Se la plumeria non fiorisce non devi solo controllare le temperature, valuta altri fattori come:

  • Concimazioni
  • Esposizione
  • Qualità del suolo
  • Presenza di parassiti

Per quanto riguarda le temperature, la pianta sopporta a male le temperature minime di 10°C, di certo sopravvive ma possono essere compromessi gli apparati che porteranno la formazione dei fiori. Se vuoi godere dei suoi fiori carnosi, dovrai coltivarla in vaso così da spostarla in posizione riparata durante l’inverno e riportarla all’aperto in primavera inoltrata, quando le temperature sono più clementi.

La coltivazione in vaso è sempre vincente perché ti consente di tenere la plumeria in pieno sole nelle stagioni tiepide e in zona leggermente ombreggiata (ma pur sempre luminosa) in piena estate. Se vuoi coltivare la plumeria in giardino, scegli una posizione con buona esposizione al sole.

La pianta vive bene anche nel giardino della casa al mare. Un’altra cosa che non tollera è il vento: i rami della plumeria sono delicati.

Se hai una plumeria che non fiorisce, puoi proteggere i giovani apici vegetativi della pianta (quando tenuta all’aperto) con del tessuto non tessuto o apposite protezioni. In passato, tra i rimedi della nonna per proteggere la plumeria in inverno, dal freddo e dal gelo, si usavano mettere dei gusci d’uovo proprio sugli apici. La pomelia, pur essendo una pianta d’origine tropicale, con il tempo è diventata simbolo di Palermo dove viene abbondantemente coltivata sia all’aperto che sui balconi.

Per quanto riguarda il suolo, le basta un terreno ben drenato e moderatamente fertile. Cresce bene anche in un giardino con terreno sciolto o leggermente sassoso. Ciò che non tollera sono i ristagni idrici che, in un primo momento, potrebbero causare marciume apicale di steli e foglie e poi far morire repentinamente la pianta.

N.B.: i ristagni idrici non sono l’unica causa dei marciumi apicali, vi sono diverse malattie che possono causarli.

Per far fiorire la pomelia è importante apportare un buon concime per piante fiorite, particolarmente ricco di potassio. Il concime va somministrato in media ogni 10 – 15 giorni (interrompendo le concimazioni con l’inizio dell’autunno e riprendendole verso maggio-giugno). Il potassio stimolae intensifica la formazione dei fiori.

Che concime usare? Ti consiglio di usare un concime dove il potassio è più concentrato degli altri due elementi (Azoto e Fosforo) e dove quadrano micronutrienti indispensabile per le piante da fiore. Per farti un esempio, ti segnalo il concime Compo per piante da fiore, con un rapporto NPK 3-4-5 (l’azoto è il minor elemento, un eccesso di azoto, infatti, andrebbe a favorire la produzione di foglie a discapito di quella dei fiori!).

Come concimare la plumeria per farla fiorire? Tutto dipende dal produttore. Nel caso del concime che ti ho segnalato, dovrai diluire un tappo (tappo dosatore del flacone) in un litro di acqua e somministrarlo alla pianta con l’irrigazione. Il produttore consiglia di farlo ogni settimana, io ti suggerisco di concimare ogni 10 – 15 giorni.

I concimi per piante da fiore sono facili da trovare sul mercato, ricorda di leggere sempre il rapporto NPK. Per informazioni sul prodotto citato ti rimando alla pagina di Amazon “Compo liquido“, dove un flacone da un litro è proposto al prezzo di 11,98 euro con spese di spedizione gratuite.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 agosto 2018