Piante Solanum: quali sono e come coltivarle

Piante Solanum

Le Piante solanum hanno un nome strano che non si sente spesso citare ma in verità, come potrete verificare in questo articolo, si tratta di piante molto comuni che siamo abituati a vedere nei giardini nostri e altrui, Sono pianta facili da coltivare e che fanno la loro figura, alcune sono più note delle altre ma nessuna di essere ha grandi pretese, anzi. Ecco perché è interessante conoscerle meglio e capire se la loro presenza sul nostro balcone o nel nostro angolo verde potrebbe essere gradita e augurabile.



Piante solanum: quali sono

Con il termine di “solanum” non si indica una sola pianta ma si vuole indicare un’ampia varietà di piante che hanno caratteristiche anche molto diverse, ad esempio alcune sono piante rampicanti, addirittura, usate a scopi ornamentali. In questo genere di piante troviamo anche delle arbustive anche se la maggior parte, va detto, sono rampicanti appartenenti alla famiglia delle Solanaceae.

Nella famiglia delle Solanaceae ci sono anche delle piante che conosciamo bene e che non sono note per i fiori ma per ben altro, mi riferisco ad esempio alla melanzana, al pomodoro e alla patata, ma con esse nella stessa famiglia ci sono anche delle piante puramente ornamentali la maggior parte delle quali è originaria dell’America centrale e meridionale.

Piante solanum: coltivazione e cura

Se parliamo delle Piante solanum ornamentali possiamo dire tranquillamente che si tratta di piante che non hanno particolari esigenze, è però necessario non trascurarle troppo e non lasciarle crescere allo sbando, come se non avessero alcun padrone. Una pianta di solanum richiede ad esempio un ottimo drenaggio, inoltre è necessario assicurarsi costantemente che il terreno resti sempre umido ma non troppo, non da potersi definire fradicio.

Dobbiamo annaffiare molto nel periodo primaverile e in quello estivo, in modo che l’acqua a disposizione sia abbondante, quando viene l’inverno e fa più freddo, meglio ridurre e anche notevolmente le innaffiature. E’ necessario poi anche saper osservare come stanno le nostre piante per capire come comportarsi, ad esempio quando le foglie tendono a ingiallire e cadere, è un segno: significa che è necessario ridurre quantità di annaffiature garantendo un maggior drenaggio del terreno. Al contrario se le foglie appassiscono prima di cadere, la quantità di acqua deve essere di gran lunga aumentata.

Non sempre sono riproducibili ma è bene sapere quali sono le condizioni ideali di queste piante. E’ importante garantire loro una piena esposizione al sole, soprattutto se si desidera che facciano fiori. Sono però piuttosto facili da coltivare, possono essere sistemate in giardino o in vaso sul terrazzo, sopportano bene le alte temperature ma non quelle basse, quindi è consigliabile non scendere sotto i 14°.

Piante solanum: coltivazione e cura

Piante solanum: malattie e parassiti

Anche se sono piante resistenti, possono essere attaccate da parassiti o soggette a malattie come tutte le piante: non sono super piante. Può accadere che sulle loro foglie compaiano dei piccoli insetti biancastri: gli afidi. Per combatterli è necessario ricorrere all’uso di appositi antiparassitari che possono essere di diverse tipologie, ma vanno eliminati.

Le piante solanum sono soggette anche alla presenza di alcuni funghi che riescono a danneggiare le foglie facendo compare macchie scure sulla superficie. A questo punto bisogna eliminare da un lato le parti già danneggiate e bisogna anche preservare le altre. È utile in tal senso l’impiego di un anticrittogamico.

Solanum jasminoides

Originaria del Brasile, questa varietà di pianta solanum si differenzia dalle altre perché produce fiori da giugno a ottobre, si tratta di fiori bianchi che possono ogni tanto tendere al rosa o all’azzurro. Questa varietà di solito richiede una buona esposizione al sole, si tratta di una pianta rampicante e possiamo averla sentita citare anche come Gelsomino di notte, può raggiungere anche i 4-5 metri di altezza.

Solanum jasminoides

Solanum Torvum

Arriva dal Cile e anche dal Perù, e la Trovum è una specie rampicante e sempreverde che si riconosce perché produce fiori stellati di color azzurro-porpora e può raggiungere l’altezza di 5-6 metri. Tra le altre varietà interessanti troviamo anche la Solanum capsicastrum, non molto rampicante ma semiarbustiva originaria del Brasile.

Uno dei motivi per cui è nota questa varietà, è la sua produzione di bacche di color rosso scarlatto, molto simili al pomodoro, motivo per cui viene chiamata anche ciliegio o peperoncino d’inverno. Di solito però non sono le bacche ad essere interessanti per noi che la coltiviamo soprattutto a scopo decorativo in giardino o in vaso.

Solanum: vendita

In vendita, nei negozi di giardinaggio, troviamo soprattutto la pianta di Solanum Jasminodes, ovvero di Gelsomino di notte. Lo possiamo trovare anche on line, a 22 euro, in un vaso dal diametro di 7 centimetri.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 4 Novembre 2018