Orto nel mese di marzo, semine e trapianti

Orto nel mese di marzo: cosa trapiantare nell’orto nel mese di marzo. Dalla messa a dimora alla semina di ortaggi e verdure. Le piante da coltivare a marzo.

Nel mese di marzo il nostro orto vuole tornare a riempirsi degli ortaggi e verdure che più amiamo. Quali sono gli ortaggi la cui semina è prevista proprio in questo periodo dell’anno? I tempi delle semine devono essere rispettati necessariamente: al di sotto di certe temperature alcuni semi non germinano! L’andamento climatico, infatti, è cruciale, le temperature non dovrebbero abbassarsi troppo neanche di notte. Ecco cosa coltivare a marzo nell’orto prendendo le dovute precauzioni in considerazione all’andamento climatico e alla regione geografica di appartenenza.

L’orto nel mese di marzo è ricco di aromi e odori

Se vi state chiedendo quando coltivare piante aromatiche, marzo è il mese ideale.

A fine marzo si può coltivare l’aglio con gli stessi spicchi impiegati in cucina. Chi abita nel Settentrione d’Italia forse dovrebbe posticipare questa coltivazione al mese di aprile dato che l’aglio prospera meglio con temperature medie comprese tra i 18 e i 23°C. Quando infatti la temperatura è più bassa l’aglio tende a rimanere verde e tardare lo sviluppo.

Il periodo migliore per piantare l’aglio, secondo il calendario lunare cade:  il quinto giorno prima della luna piena e il primo giorno dopo il plenilunio.

Altro odore che non deve mancare nel nostro orto è il basilico, potete eseguire la semina del basilico oppure mettere a dimora i semi già germogliati: appena appariranno le prime foglioline, trapianta il basilico in un vaso o e annaffiate costantemente. Quando la messa a dimora sarà andata a buon fine, tra un’irrigazione e l’altra aspettate che il terreno sarà completamente asciutto.

L’orto nel mese di marzo: coltivare la lattuga

Marzo è il mese ideale per coltivare la lattuga nell’orto. Potete seminare la lattuga in vaso o in piena terra, già, se non tenete particolarmente all’ordine, seminate a spaglio. Innaffiate senza esagerare. Dopo circa un mese spunteranno le prime piantine, che dovrete adeguatamente mettere a dimora in vaso o nell’orto… Se avete seminato a spaglio, dovete assicurarvi che tra una pianta e l’altra vi siano 25 – 30 cm di distanza.

Cosa trapiantare nell’orto nel mese di marzo

Cosa piantare nel mese di marzo? L’elenco è lungo e se non avete problemi di spazio, potete approfittarne! In questo paragrafo vi segnaleremo cosa piantare a marzo con il trapianto. Il trapianto vede la messa a dimora di piantine con pane di terra. Ecco cosa coltivare a marzo in piena terra:

  • Patate
  • Cavoli cappucci primaverili – estivi
  • Aglio
  • Cipolla
  • Lattuga a cappuccio
  • Scalogno

Chi ha la possibilità di allestire una serra o una coltivazione protetta, può approfittare e coltivare ortaggi e frutta tipici dell’estate. Per le informazioni su cosa coltivare a marzo in serra vi rimandiamo al paragrafo successivo.

cosa coltivare a marzo

L’orto in serra nel mese di marzo

Sapevate che in un luogo adeguatamente protetto e riparato, come una serra o una serra tunnel, già nel mese di marzo si possono anche coltivare con la messa a dimora piante come l‘anguria, il melone, il cetriolo, l’indivia, la melanzana, il peperone, il pomodoro e la zucchina?

Ma non dimenticare che luogo protetto non significa in casa, dove il clima è troppo secco per le piantine e la luce troppo poca. A limite potreste disporre di una piccola serra in balcone oppure, se proprio volete coltivare l’orto in casa, organizzatevi con dei carrelli che di giorno terrete all’aperto e di notte potete riportarli al riparo.

Ecco l’elenco di cosa coltivare a marzo nell’orto in serra:

  • Anguria
  • Cetriolo
  • Melanzana
  • Melone
  • Peperone
  • Pomodoro
  • Zucchino

Cosa coltivare a marzo nell’orto: zone climatiche

L’Italia prevede diverse zone climatiche, le indicazioni viste fanno riferimento alla coltivazione nell’orto, nel mese di marzo, dell’Italia Centro – Settentrionale. Chi vive al sud può anticipare la messa a dimora e le semine del mese di marzo ma sempre facendo attenzione all’andamento climatico della stagione.

Pubblicato da Anna De Simone il 13 marzo 2017