Come dividere l’orto, la disposizione delle aiuole

dividere orto

Ultimamente sembra che fare l’orto sia diventata una moda, beh… che ben venga! Se fossero tutte così le mode magari, non esisterebbe neanche la fame nel mondo. Gli ortisti già affermati non si chiedono più come coltivare uno o l’altro ortaggi, piuttosto si chiedono come dividere l’orto. Oggi parleremo proprio di questo e vedremo in che modo si può dividere l’orto così da ottenere spazi ben definiti.

Quando si ha la fortuna di possedere un fazzoletto di terreno, la coltivazione dell’orto è quasi d’obbligo. In questi casi l’unico vincolo è dato dalle dimensioni ma con i passi da gigante dell’orticoltura si riesce a coltivare tutto anche in poco spazio.

Considerato un terreno si può dividere l’orto in base alle coltivazioni che si desiderano mettere. Ritagliate quattro aiuole per gli ortaggi, la misura di ogni aiuola varia in base alle dimensioni totali dell’orto. Per esempio, in un fazzoletto di terra da 60 mq si potrebbero “delineare” 4 aiuole da 3 metri quadrati, ovvero 1,5 x 2 m. Le aiuole dovranno distare 50 cm l’una dall’altra. Nella parte più riparata dal vento, sarà possibile coltivare alberi da frutti e, se sono posti a nord, la chioma degli alberi non getterà ombra sull’orto. In direzione opposta al frutteto sarà possibile coltivare una gran varietà di piante aromatiche.

L’intero orto può essere delimitato mediante:

  • una bordatura con rocce, mattoni, piante basse, lampioncini…
  • sistemi delimitanti artificiali
  • cerchi di legno
  • legname da ardere disposto in file parallele

Le varie aiuole dell’orto possono essere divise con graticci a rami intrecciati o elementi divisori appositamente acquistati. Per quanto riguarda la divisione di piante e ortaggi, bisogna ricordare che nella stessa aiuola, non si devono coltivare insieme piante della stessa famiglia come, per esempio, fagioli con piselli, cavoli con ravanelli o pomodori con patate. Nell’organizzare l’orto bisogna stare attenti a coltivare piante da radici con piante da foglia così come succede con la carota e la lattuga oppure la rapa e gli spinaci. Le piante di grandi dimensioni possono essere abbinate a piante più piccole così da sfruttare al massimo la superficie possibile.

Nell’orto in foto, per dividere le varie aiuole dell’orto, sono stati impiegati dei vecchi pezzi di lamiere in plastica. L’utilizzo di elementi artificiali per dividere l’orto è fortemente sconsigliato, al posto delle plastiche si possono impiegare pali o travi in legno, molto più sicure e naturali.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 agosto 2013