Orchidea: come curarla

Orchidea come curarla

L’orchidea è una pianta molto delicata: ha bisogno di cure e attenzioni per mantenersi in buona salute e proporre, anno dopo anno, un abbondante fioritura.

Concimazione, irrigazione, rinvaso… sono tutte opere di manutenzione ordinaria da dedicare a qualsiasi pianta, orchidea inclusa. Vediamo dei suggerimenti specifici per curare le orchidee.

Orchidea: come curarla

Partiamo dall’irrigazione e dalla concimazione. Come irrigare l’orchidea?

  • In inverno dovrai irrigare la pianta una sola volta a settimana
  • Le irrigazioni diventano 2 volte a settimana quando il clima è caldo
  • Se l’ambiente è particolarmente asciutto e il substrato tende a seccarsi facilmente, le irrigazioni diventano tre.
  • Se l’orchidea è posta in casa, in un ambiente secco, le irrigazioni devono essere accompagnate da nebulizzazioni operate con un spruzzino.

Per capire la frequenza di irrigazione devi sapere che il terriccio deve essere umido ma non zuppo.

La qualità dell’acqua che usi per irrigare l’orchidea è di fondamentale importanza. Non puoi usare l’acqua del rubinetto perché è calcarea. Dovresti impiegare acqua distillata o acqua piovana.

Nelle cure da dedicare alla pianta non manca la concimazione. Come concimare l’orchidea?

Come concimare l’orchidea

Sappi che il concime non è una pozione magica che salverà la tua orchidea malata. In caso di orchidea malata leggi i consigli su come curarla nel paragrafo dedicato alle malattie. Il fertilizzante serve a prevenire la comparsa di malattie e a garantire una buona fioritura. Se l’orchidea non fiorisce probabilmente il terreno è povero o non riceve la giusta quantità di luce.

  • Il concime non va somministrato se le radici sono danneggiate.
  • Evita di usare concimi a base di urea ma somministra un fertilizzante specifico per orchidee
  • I fertilizzanti generici o per piante fiorite, probabilmente apporteranno troppo azoto e ti ritroverai con un’orchidea con foglie ma senza fiori.
  • Concima di frequente ma diluendo molto il prodotto in acqua.
  • Se le foglie diventano molto scure o flosce, potrebbe essere un sintomo di un eccesso di concime.
  • In caso di orchidea malata, interrompi la concimazione.

Quale concime usare? Un concime specifico per orchidee come quello che trovi a “questa pagina Amazon“.

Nota Bene: IdeeGreen.it non ha alcun legame con il produttore del concime citato, quindi sentiti libero di scegliere il concime che più ritieni utile tenendo presente i consigli che hai letto in precedenza.

Malattie delle orchidee

Nell’articolo “orchidea in casa” ti ho spiegato tutte le cure da dedicare a questa pianta, dall’esposizione all’irrigazione corretta. Ma cosa fare in caso di malattia? In questo articolo vedremo come curare l’orchidea per prevenire o eliminare eventuali malattie legati a funghi e parassiti.

Cocciniglia su orchidea

Evita prodotti antiparassitari in caso di cocciniglia su orchidea. Dato che si tartta di una o poche piante ornamentali coltivate in vaso, puoi rimuovere meccanicamente le cocciniglie aiutandoti con un cotton fioc bagnato con acqua e sapone di Marsiglia o alcol.

Ricorda che le cocciniglie si nascondono in zone difficili come il colletto (punto di contatto tra le radici e il fusto) e l’inserzione delle fo- glie.

Orchidea: come curarla dalle malattie fungine

Tra le altre malattie più comuni che attaccano le orchidee fingurano quelle fungine. La muffa nera si forma quando l’acqua ristagna a lungo e le concimazioni sono eccessive. In questo caso è necessario intervenire con un prodotto anticrittogamico e interrompere momentaneamente le irrigazioni.

La ruggine è un’altra malattia che può colpire l’orchidea: osserva il colletto della pianta se vi è presenza di marciumi. Anche questa malattia fungina è causata da un eccesso di umidità e di calore. Le radici possono marcire causando un rapido collasso delle foglie.

In caso di malattie fungine delle orchidee, dovrai intervenire prontamente ed essere disposto a un sacrificio: in caso di fiori meglio se li recidi, soprattutto se presentano macchie marroni.

In caso di macchie sulle foglie di orchidee, queste possono essere causate da diversi motivi.

  • Cattiva circolazione dell’aria
  • Irrigazione con acqua calcarea
  • Foglie bagnate eccessivamente
  • Malattie batteriche
  • Malattie fungine

In caso di macchie su foglie di orchidee interviene garantendo alla pianta una buona circolazione dell’aria. Rivedi le tue abitudini di irrigazione e, se il caso, intervieni con un prodotto a base di rame.

Orchidea: significato del fiore

Tutti sanno che l’orchidea è simbolo di eleganza e che spesso questo fiore è usato nel bouquet della sposa. Non tutti, però, sanno che la parola “orchid” deriva dal greco e significa testicolo. Se ti hanno regalato un’orchidea o hai intenzione di regalarne una, ecco cosa dovresti sapere sul suo significato nel linguaggio dei fiori: orchidea: significato.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 ottobre 2018