Olio di palma, fa male?

olio di palma fa male

Olio di palma, fa male? Ecco le ricerche degli effetti che ha l’olio di palma sulla salute umana. Sono molti gli studi ad asserire che l’olio di palma è dannoso per l’uomo ma i produttori di olio di palma si difendono bene. 

Olio di palma, fa male all’ambiente?

Prima di approfondire gli effetti dell’olio di palma sulla salute umana, ci soffermiamo sul disastroso impatto ambientale. La produzione di olio di palma è la causa principale della distruzione della foresta pluviale in Malesia e Indonesia; in queste aree geografiche è dislocata la produzione dell’87% dell’olio di palma immesso sul mercato globale. L’habitat naturale delle popolazioni native, degli oranghi e di altri animali a rischio di estinzione, viene distrutto per fare posto alle piantagioni.

Nell’articolo Olio di palma, tra diritti umani e danni ambientali abbiamo approfondito l’aspetto etico e ambientale legato alla produzione dell’olio di palma. Non solo, la produzione di olio di palma arreca gravi danni all’ambiente ma viola i diritti fondamentali dell’uomo: nel Rapporto del Bloomberg Businessweek si legge che tra i circa 3,7 milioni di lavoratori impiegati nella produzione di olio di palma, sono migliaia i bambini lavoratori. Allo sfruttamento minorile si aggiungono le condizioni di lavoro: i lavoratori devono affrontare pericoli e soprusi in uno scenario paragonabile alla vecchia schiavitù.

Olio di palma, proprietà

Le proprietà dell’olio di palma dipendono dal prodotto di cui parliamo, se l’olio di palma raffinato o olio di palma integrale, anche detto olio di palma rosso

Olio di Palma Rosso 
L’alto contenuto di vitamine e sostanze antiossidanti è una peculiarità dell’olio di palma rosso, usato quasi esclusivamente nei paesi produttori di olio di palma, anche in ambito di programmi di salute pubblica che puntano a ridurre le carenze di vitamina A. In ogni caso, quando si parla di olio vegetale (qualsiasi esso sia!) si sconsiglia di impiegarne più di 2 cucchiai al giorno.

Una volta raffinato, però, l’olio di palma rosso perde quasi completamente le sue sostanze benefiche e ciò che rimangono sono i grassi! La composizione di grassi dell’olio di palma raffinato non è affatto “salutare” ed è considerata dannosa per la salute umana.

L’olio di palma è costituito per più del 50% da acidi grassi saturi, in particolare acido palmitico, è proprio l’alto tenore di acidi grassi saturi a rendere l’olio di palma interessante al settore dell’industria alimentare perché è ciò che gli conferisce una certa solidità a temperatura ambiente. Sono sempre gli acidi grassi saturi a rendere l’olio di palma dannoso per la salute umana: gli acidi grassi saturi sono correlati a un drastico aumento del rischio cardiovascolare e ad altre situazioni fisiopatologiche.

Olio di palma, fa male alla salute umana?

In Belgio, l’impiego di olio di palma è stato ufficialmente sconsigliato dal Consiglio Superiore della Sanità perché considerato dannoso per la salute. Purtroppo non è semplice limitare l’impiego di olio di palma perché si tratta del grasso vegetale più usato nell’industria alimentare. Il Consiglio Superiore della Sanità belga sostiene che l’olio di palma raffinato, a causa della sua composizione in acidi grassi, è in grado di causare o aumentare il rischio dell’insorgenza di particolari “placche” sulla parete delle arterie.

L’olio di palma è ampiamente diffuso nel settore alimentare perché si tratta dell’olio vegetale più economico. Si trova nelle margarine, creme spalmabili (il classico esempio è dato dalla Nutella), merendine, crackers, biscotti, grissini e prodotti da forno. Altre informazioni sugli effetti dell’olio di palma sulla salute umana sono disponibili nell’articolo Olio di palma, dannoso per l’uomo e l’ambiente.

Pubblicato da Anna De Simone il 26 febbraio 2015