Olio di amla, proprietà e opinioni

Olio di amla

Olio di amla: proprietà, opinioni, dove trovarlo e tutti i benefici per la cura del corpo e dei capelli. 

L’olio di amla è prodotto a partire dalla specie botanica Emblica Officinalis, conosciuta popolarmente come uva spina indiana, amalika o amla. Si tratta di un albero della famiglia delle Phyllanthaceae, famoso per il suo frutto commestibile, l’amla.

L’albero è di dimensioni medio-piccole, raggiunge un’altezza da 1-8 metri e presenta ramoscelli con foglie quasi pennate. Il frutto è sferico e presenta sei strisce verticali sulla buccia esterna. I frutti maturano in autunno e hanno un sapore amaro, acidulo e la polpa ha una consistenza fibrosa. Anche se per noi occidentali il sapore dell’amla non sarebbe apprezzabile, in India si tratta di un frutto molto consumato. L’amla è un frutto molto usato nella medicina tradizionale indiana o medicina AyurvedaSecondo i principi della medicina Ayurveda, l’amla andrebbe a equilibrare tutti e tre i dosha. Nella medicina tradizionale indiana della Emblica Officinalis si sfrutta qualsiasi parte (frutto, radici, rami e foglie).

Olio di amla, proprietà

In ambito cosmetico molto popolare è l’olio di amla, usato per la formulazione di shampoo rinforzante o come balsamo naturale. L’impiego dell’olio di amla come balsamo e rinforzante per capelli è legato alle usanze popolari indiane: tra le credenze popolari vi è quella che l’olio di amla andrebbe a prevenire i capelli grigi.

L’olio di amla, grazie al suo profilo in termini di acidi grassi, andrebbe a nutrire i capelli e a riequilibrare il cuoio capelluto esercitando un’azione rinforzante.

Stando alle recensioni online, l’olio di amla riuscirebbe a nutrire i capelli grazie ad alti contenuti di acido ascorbico (vitamina C). In realtà, test condotti in laboratorio hanno riferito concentrazioni di gran lunga inferiori a quelle diffuse fino a qualche tempo fa, quando si riteneva che il potere antiossidante dell’olio di alma fosse dettato esclusivamente da questa vitamina.

Il potere antiossidante dell’olio di amla non è legato esclusivamente alla Vitamina C, bensì all’elevato contenuto di ellegitannini, come amblicanina A, emblicanina B e punigloconini e altri polifenoli come flavonoidi, kaemfenolo e acido gallico.

Per la cura dei capelli, potete mescolare l’olio di amla con l’henné: aggiungete al composto dell’acqua calda e applicate l’impacco sulla cute dei capelli per circa due ore. Evitate l’uso di shampoo durante le 24 ore successive e, al termine della tintura, sciacquate i capelli solo con acqua.

Per le sue proprietà, l’olio di amla è indicato per la cura della pelle del viso e del corpo. Può essere usato al naturale, come dopodoccia per idratare il corpo. Alcuni portali consigliano di usare l’olio di amla per la pulizia del viso o peggio, come anti-brufoli. Sebbene sia un ottimo astringente, la sua efficacia contro i brufoli non è mai stata dimostrata. Chi ha problemi di pelle grassa, piuttosto che l’olio di amla dovrebbe impiegare sapone allo zolfoutile anche in caso di capelli grassi. L’olio di amla può essere usato su pelle secca o pelle mista, per contrastare i punti neri.

Per idratare e nutrire la pelle, può essere usato come olio per massaggi da associare a un bel bagno caldo così da rimuovere i residui in eccesso. Le opinioni di chi ha provato questo prodotto sono molto positive soprattutto quando è stato usato come dopodoccia idratante o districante per capelli.

L’olio di amla non presenta controindicazioni. L’unica precauzione ever green consiste nell’applicare l’olio di amla solo su una piccola parte del corpo così da scongiurare eventuali reazioni allergiche. Per altre informazioni: amla, coltivazione e proprietà.

Curiosità
L’olio di amla è usato come mordente per tingere i tessuti in modo naturale.

Olio di amla, dove trovarlo

Potete acquistare l’olio di amla in erboristeria o sfruttando la compravendita online. Su Amazon un flacone da 210 ml di olio di amla è proposto al prezzo di 23,77 euro con spedizione gratuita. Per tutte le informazioni vi rimandiamo alla pagina del prodotto: Olio di Amla Khadi Brahmi.

Foto da Wikipedia, di Prathyush Thomas

Pubblicato da Anna De Simone il 17 novembre 2015