Moltiplicazione del geranio

Moltiplicazione del geranio

Moltiplicazione del geranio: come riprodurre il geranio per talea o con la riproduzione a partire dal seme. Tutti i consigli sulla propagazione dei gerani.

Il periodo migliore per moltiplicare il geranio? La primavera! Con l’aumento delle temperature tipico della bella stagione, possiamo dare spazio alla moltiplicazione dei gerani per semina o per talea.

Chi ha molti gerani, può abbinare la propagazione per talea alla classica potatura stagionale: seleziona le parti del fusto migliori così da impiegarle come materiale di propagazione.

I getti prelevati devono essere robusti, sani e disporre di una porzione apicale.

Per quanto riguarda la moltiplicazione del geranio a partire dai semi, puoi usare semi acquistati o provvedere tu stesso, a fine fioritura, a recuperare i semi dai fiori ormai a maturazione ultimata. Ora proverò a spiegarti entrambe le ipotesi.

Moltiplicare i gerani con i semi

Tieni presente che se hai comprato i gerani presso un vivaio o un garden center, hai di fronte un cultivar ibrido, ciò significa che le piante che otterrai dai semi raccolti, non necessariamente saranno identiche alla pianta madre.

In alternativa, se cerchi un cultivar particolare, magari con fiori doppi o da tonalità particolari, ti consiglio di comprare dei semi presso consorzi floreali specializzati o sfruttando la compravendita online. Per esempio, “a questa pagina Amazon” puoi trovare un buon numero di varietà di gerani da coltivare a partire dalla semina.

Come seminare i gerani? Puoi seminare a spaglio, in primavera, se abita nel Meridione d’Italia o in zone con inverno mite. Altrimenti dovrai seminare in vaso così da portare le piante in ambiente protetto con l’arrivo dei primi freddi autunnali. Usa del terriccio soffice per semina da irrigare, preferibilmente, con acqua piovana o l’acqua distillata che recuperi dal condizionatore. Evita di usare l’acqua del rubinetto in quanto ricca di calcare, il calcare è un grande nemico dei gerani.

Quando seminare gerani? 

In primavera, tra marzo e aprile, oppure tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, quindi tra settembre e ottobre.

Non tutti i semi raccolti porteranno a germinazione, anzi, i semi di geranio, spesso, hanno una bassa germinabilità, quindi sei hai più piante, raccogli quanti più semi possibile così da assicurarti un numero adeguato di piantine di geranio da portare avanti.

Come raccogliere i semi di geranio? 

Lascia maturare i fiori sulla pianta, senza tagliarli, aspetta che siano completamente secchi: noterai che si formano dei semi filiformi… ecco, quella parte dovrai raccoglierla. Purtroppo se c’è vento, il seme andrà perso prima della maturazione. Se abiti in una zona ventosa, puoi aiutarti con un sacchetto da disporre intorno al fiore ben maturo, chiudi il sacchetto, attendi che il fiore sia completamente secco per riaprire il sacchetto ed estrarre i semi.

Moltiplicazione del geranio per talea

La talea di geranio è un metodo di propagazione molto più pratico rispetto alla semina. Il motivo? Avrai modo di ottenere piante identiche alla pianta madre e non dovrai attendere i tempi di germinazione.

Come moltiplicare il geranio per talea? Preleva un getto sano e robusto, lungo 8 – 10 cm e che disponga di 3 nodi. Dovrai tagliare esattamente sotto il terzo nodo: è in prossimità del nodo che spunteranno le radici. Che cos’è il nodo? Praticamente dove crescono le foglie.

Esegui un taglio netto e pulito. Rimuovi le foglie di questo nodo, e anche del nodo intermedio. Lascia solo le foglie della zona apicale.

Per fare la talea del geranio, avrai bisogno di un vaso tondo, piccolo (diametro 6 -7 cm). Se vuoi eseguire la moltiplicazione di più talee di gerani usa un vaso grande almeno 12 cm dove potrai far radicale 4  o 5 talee.

propagazione gerani talea semina geranio

Per favorire l’attecchimento, ti consiglio di usare un prodotto a base di ormoni rizogeni (ormoni radicanti). In pratica, prima di interrare la talea nel vasetto dovrai immergere la zona del nodo alla base della talea prima in acqua e poi in una polvere radicante.

Assicurati di usare una polvera adatta alle talee erbacee. Gli ormoni rizogeni si trovano ovunque (vivaio, consorzio agrario, garden center…) quindi hai la più ampia scelta. Su Amazon puoi vedere “a questa pagina“, un buon prodotto adatto sia per talee erbacee che talee legnose (quindi anche per la moltiplicazione di rose, ortensie, glicine…).

La talea, così preparata, dovrà essere interrata per 4 cm e assicurati di premere bene il terreno intorno alla base. Le talee di geranio vanno lasciate in una zona luminosa ma non ai raggi diretti del sole. Scegli un luogo caldo, senza correnti d’aria e… assicurati di mantenere il terreno umido.

Quanto tempo occorre per la radicazione della talea di geranio? In genere 3 -4 settimane senza ormone radicante, 2 – 3 settimane usando uno stimolante. L’ormone radicante non solo accorcia i tempi di radicazione ma aumenta anche le possibilità di attecchimento. Dopo un paio di settimane, controlla le piante, quando germoglieranno, dovrai trasferire in un vaso più grande.

Come coltivare i gerani

Per le cure da dedicare ai gerani ti consiglio di leggere la guida dedicata alle regole di base per la coltivazione dei geranicome curare i gerani.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 marzo 2018