Metodi di cottura salutari

metodi cottura

I metodi di cottura dei cibi rivestono un ruolo importante ai fini della tutela della propria salute. Esistono come ben sapete svariati modi di cucinare gli alimenti; alcuni sono dannosi per la salute, altri invece possono preservare le caratteristiche positive di quello che mangiamo. Vediamo nel dettaglio alcune metodologie di cottura salutari.


Metodi di cottura salutari, quale scegliere
È molto diffusa l’opinione secondo cui la bollitura sia un metodo salutare per cucinare gli alimenti, soprattutto le verdure, e invece questo potrebbe essere considerato uno dei peggiori dal punto di vista nutrizionale: totalmente immersi nell’acqua bollente, gli alimenti si cuociono ma perdono gran parte di vitamine e sali minerali che servono all’organismo.

  • Cottura al vapore

Tra le metodologia di cottura, quella al vapore è considerata la dietetica e salutare per eccellenza; sana perché conserva perfettamente le caratteristiche dei principi nutritivi.
Un altro vantaggio della cottura la vapore è l’assenza di condimento cotto; in questo caso, il cibo viene condito a crudo pertanto i condimenti restano sani dato che non subiscono il processo di cottura che ne altera le proprietà organolettiche.

  • Pentola a pressione

Molto salutare è anche l’impiego della pentola a pressione, soprattutto per quegli alimenti che richiedono dei tempi di cottura molto lunghi, come per esempio i cereali integrali o alcuni tipi di carne.
La chiusura ermetica del coperchio impedisce al vapore che si forma di fuoriuscire; si crea così un aumento della pressione e della temperatura di ebollizione. Di conseguenza, i tempi di cottura vengono a ridursi notevolmente, con grande vantaggio in termini di risparmio di gas e di riduzione della perdita di aroma e sostanze nutritive, che grazie all’ambiente saturo di vapore rimangono all’interno degli alimenti.

Non necessariamente dobbiamo ricorrere alla pentola a pressione, in commercio esistono degli appositi cestelli che consentono la cottura al vapore. Come funziona? Sarà sufficiente mettere circa due dita di acqua sul fondo della pentola e sistemarvi il cestello con dentro gli alimenti, avendo cura di evitare che questi ultimi vengano coperti dall’acqua; poi basterà mettere il coperchio e lasciar cuocere a fuoco lento.

  • Cottura al forno

Uno dei metodi di cottura molto utilizzato è sicuramente la cottura al forno; è versatile, adatta a una grande quantità di alimenti, rapida e sicura. Con questa tecnica il calore raggiunge direttamente le vivande, con una rapida formazione della crosta superficiale che permette di dissipare pochi nutrienti, conservandone la maggior parte.

Indicazioni eco-consapevoli
Cosa si può fare con l’acqua dopo aver fatto la cottura a vapore? Potrete riutilizzarla per il lavaggio delle stoviglie o lasciarla raffreddare e impiegarla per l’annaffiatura delle piante.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 aprile 2015