Melone, coltivazione e consigli

melone coltivazione

Melone, coltivazione consigli per un raccolto abbondante e saporito. Dalla semina alle cure. Tutte le istruzioni su come coltivare il melone in vaso o nell’orto.

Quando seminare il melone

Il periodo giusto per la semina o la messa a dimora:
nel mese di aprile è possibile iniziare a seminare il melone in contenitori alveolati riparati. Tra fine maggio e per tutto il mese di giugno, è possibile iniziare a seminare il melone in pieno campo oppure mettere a dimora le piantine già sviluppate.

Al momento dell’acquisto, assicuratevi di scegliere varietà più adatte alla zona climatica in cui vivete. Il melone è una pianta annuale che appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee e ha origine africana: ecco perché nell’orto dovete scegliergli una posizione soleggiata!

Come seminare il melone

Come si semina il melone? Innanzitutto, per accelerare la germinazione, prima della semina, mettete a bagno i semi in un infuso di camomilla. Lasciateli in acqua (a temperatura ambiente) per 12 ore.

La semina va fatta su file distanti 1,5 – 2 metri. La distanza tra una pianta e l’altra, sulla stessa fila, è di circa 80 – 100 cm. Le stesse distanze vanno mantenute in caso di messa a dimora delle piantine già sviluppate.

I semi vanno posti a una profondità di circa 2 cm. Per ogni buchetta, posizione 5 semi: quando le piante avranno raggiunto l’altezza di 10 – 12 cm, provvedete con il diradamento eliminando le piantine che sembrano più fragili.

Melone, coltivazione: il terreno ideale

Chi coltiva in pieno campo dovrà preparare il letto di semina (o per la messa a dimora) almeno con 2 settimane di anticipo. Vangate e concimate con composto maturo o stallatico. Eliminate tutte le infestanti e eseguite una zappettatura finale.

Per chi vuole coltivare il melone in vaso, dovrà scegliere un terreno a impasto medio tendente al sabbioso e molto ben drenato.

Melone, coltivazione: quando irrigare

Il melone va irrigato con regolarità prestando attenzione a non bagnare le foglie, soprattutto quelle che entrano in diretto contatto con il terreno. Quando i frutti iniziano a maturare, diradate le irrigazioni.

Coltivazione del melone in vaso

Se la vostra pretesa è quella di coltivare il melone in vaso, state ben attenti! Vi serviranno contenitori molto capienti e cure puntuali e adeguate. Per coltivare il melone in vaso scegliete un contenitore quadrato o rettangolare, tipo fioriera. Il melone in vaso ha bisogno dello spazio necessario al suo sviluppo: si tratta di una pianta a fusto strisciante ramificato e provvisto di viticci mediante i quali può aggrapparsi e arrampicarsi a sostegni appositamente inseriti.

Assolutamente da non trascurare sono le operazioni di potatura e cimatura che descriveremo in seguito. Per la scelta del terriccio e le cure da destinare al melone in vaso potete seguire quanto detto per la coltivazione del melone in orto.

Potare il melone: la cimatura

La potatura è fondamentale nella coltivazione del melone. Questa particolare potatura è detta cimatura: seve a fermare la crescita del getto principale della pianta incoraggiando il fusto a ramificarsi e quindi a stimolare la fruttificazione. Senza cimatura, probabilmente, la vostra pianta di meloni produrrà un solo frutto, se siete fortunati due!

Come fare?
Cimate quando la pianta emette la quinta foglia. Eliminate l’apice che si trova subito sopra la seconda foglia. Dopo la prima cimatura dovrà seguire una seconda potatura volta a eliminare i dure rametti che si formeranno proprio a seguito della prima cimatura, all’altezza della terza foglia (anche in questo caso, prima di recidere, attendete la formazione della quinta foglia del ramo)

Ancora, sarà necessario cimare il melone anche quando si saranno formati i primi frutti: appena sarà spuntata la quinta foglia sul ramo del frutto, recidete all’altezza della terza foglia. In questo modo la pianta non continuerà a prosperare sprecando energie destinate all’accrescimento del frutto e alla formazione di nuovi meloni.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 2 giugno 2016