Manutenzione dei pannelli fotovoltaici

La maggio parte di volte è la pioggia a occuparsi della manutenzione dei pannelli fotovoltaici, le precipitazioni rimuovono la polvere e spazzano via le foglie accumulate; tuttavia è importante seguire alcune semplici regole per prevenire onerosi guasti e preservare l’efficienza dei pannelli solari.



Manutenzione dei pannelli fotovoltaci, le regole

  1. Il sistema deve essere controllato con cadenza annua, soprattutto nelle zone in cui le nevicate sono frequenti: la sottostruttura di supporto può essere “provata” dal peso delle nevicate e accusare delle forti variazioni termiche. Il controllo va fatto nei mesi che precedono l’estate.
  2. Monitorate la resa dei moduli e del sistema fotovoltaico. Grazie agli strumenti di monitoraggio è facile capire quando vi è un calo dell’energia prodotta così da intervenire prontamente prima che il guasto si estenda.
  3. Se mancano sistemi di monitoraggio centralizzati, è opportuno confrontare i dati forniti dai proprio pannelli fotovoltaici con quelli dei nostri vicini o conoscenti che risiedono nel territorio circostante. Se siete troppo timidi, online vi sono dei database dove reperire dati. Il confronto è importante per capire come sta funzionando l’impianto solare.
  4. Le installazioni situate in aree agricole o zone di campagna sono quelle più esigenti. E’ opportuno rimuovere pollini, fogliame, escrementi di volatili o resine. A tal proposito sono indispensabili dei “controlli visivi” per ispezionare la superficie dei pannelli fotovoltaici.
  5. Nessuna operazione di manutenzione va effettuata con la pioggia o quando i pannelli fotovoltaici sono bagnati.
  6. Verificare sempre la garanzia del prodotto e le performance assicurate dal vostro fornitore confrontandole con le rese reali.

Manutenzione dei pannelli fotovoltaici, i prodotti

  1. Per la pulizia dei pannelli fotovoltaici non vanno usati strumenti per il lavaggio a pressione
  2. Evitate detergenti domestici a meno che non siano particolarmente delicati
  3. E’ vietato utilizzare diluenti e sostanze pulenti particolarmente aggressive
  4. Per contrastare l’accumulo di foglie installate spazzole con setole morbide e flessibili
  5. Per la pulizia utilizzate acqua e panni morbidi o una grossa spugna morbida, non abrasiva
  6. In caso di resine, se l’acqua non dovesse bastare, acquistate un apposito prodotto come il “Solar Cleaner” o altri detergenti ad hoc

Consigli per scegliere una Spazzola per la pulizia del fotovoltaico

Vi segnaliamo una buona spazzola per la pulizia degli impianti fotovoltaici da poter comprare comodamente online: Kit Solar-Wash Spazzolone per la pulizia del Fotovoltaico.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 novembre 2012