Malvarosa: pianta e fiore

malvarosa pianta fiore

Malvarosa: pianta e fiore. Consigli su come coltivare la malvarosa, dalla messa a dimora al significato del fiore. Semi e vendita della pianta.


Le malvarose sono piante apprezzate per le lunghe spighe fiorite. In questa pagina ti daremo la descrizione della pianta e dei suoi fiori con indicazioni dettagliate su come piantarla e come curarla.

Con il termine malvarosa malva rosa si identificano comunemente due piante molto diverse tra loro. La prima è la specie Pelargonium graveolens, anche nota come geranio malvarosa, la seconda è la specie Alcea rosea. Se stai cercando informazioni sul geranio malvarosa ti invito a visitare la pagina indicata all’ultimo paragrafo. Nel paragrafo successivo ci soffermeremo sulla specie Alcea rosea.

Malvarosa: pianta e fiori

La Malvarosa, botanicamente nota come Alcea rosea, è una pianta della famiglia delle Malvacea, genere Alcea.

Questa pianta è nota anche con i nomi di malvone malva rosa. Parliamo di una pianta erbacea perenne che, in condizioni ottimali, può raggiungere anche i 2 metri di altezza.

Quali sono le caratteristiche di questa pianta?

  • Altezza massima, 2 metri
  • Pianta erbacea, perenne
  • Presenta foglie lobate
  • Le foglie sono ricoperte da una leggera peluria
  • Le foglie della malvarosa sono verde chiaro
  • La pianta emette germogli ascellari da cui si formano i fiori
  • I germogli partono dal fusto pricipale
  • Presenta un aspetto rustico e vistoso

La malvarosa piace molto per i suoi fiori.

Quando fiorisce la malvarosa?
Il periodo della fioritura coincide con l’estate. Questa pianta produce fiori molto vivaci e appariscenti, si formano lungo lo stelo e la fioritura perdura per l’intera estate.

In base alla varietà, i fiori di malvarosa possono differire: nella specie Alcea rosea (anche nota come Althaea rosea), i fiori sono a forma di imbuto, semplici, con 5 petali. Presso un vivaio ben fornito puoi trovare in vendita degli ibridi selezionati per la bellezza dei fiori: la varietà “double” offre fiori doppi.

fiori di malvarosa sono generalmente di colore rosa-porpora, non mancano piante con fiori bianchi, gialli, viola fino a tonalità molto scure come avviene nella varietà “nigra” che vede un fiore nero.

Il malvone malvarosa è una pianta rustica e facile da coltivare. E’ molto resistente e ha bisogno di poche cure.

Come coltivare la malvarosa

Quando piantare la malvarosa? 
Il periodo buono per la messa a dimora coincide con la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. In questo modo la giovane pianta avrà modo di radicare e adattarsi al terreno durante i mesi freddi, rinforzarsi in primavera così da offrire i primi fiori già con l’estate successiva.

Se hai comprato una pianta in fiore, attendi il termine della fioritura per poterla mettere a dimora: un rinvaso (o il trapianto), può causare forte stress alla pianta che sarà portata a perdere, in poco tempo, tutti i fiori.

Per la messa a dimora, scegli un posto con una buona esposizione soleggiata. Lavora il terreno profondamente prima di mettere a dimora le piante. Nella lavorazione, esegui una vangatura interrando materiale organico (stallatico, letame, compost maturo…).

La malvarosa cresce bene su suolo fertile e ben drenato. Se stai pensando di creare una macchia di fiori, tieni presente che le piante vanno messe a dimora a una distanza minima di 30 – 35 cm l’una dall’altra. Se la pianta è molto giovane ed è assente una cancellata o una ringhiera di supporto, dovrai aggiungere un tutore alto almeno 150 cm.

Malvarosa: cura della pianta

La pianta non necessita di molte cure. In inverno resistono a temperature rigide tanto che la coltivazione all’aperto è indicata anche a chi abita nell’Italia Settentrionale. La pianta resiste a temperature fino a -20 °C. Sono rustiche e sopportano bene anche il caldo: l’esposizione deve essere soleggiata durante tutto l’anno.

In inverno e in autunno, dovrai sospendere le irrigazioni. In estate, invece, dovrai bagnare le piante attendendo che il terreno si asciughi tra un’irrigazione e l’altra.

Dalla primavera, è opportuno apportare del concime liquido per piante fiorite, in questo modo eviterai di ritrovarti con una malvarosa senza fiori o che non fiorisce a causa di uno stress nutrizionale. Le concimazioni vanno eseguite una volta al mese.

Che concime usare?
In commercio non mancano concimi specifici per malvacee, tuttavia puoi usare un concime per piante da fiore. Ne è un esempio il “Nutri One” che si compra su Amazon al prezzo di 14 euro con spese di spedizione gratuite. Per tutte le informazioni sul concime citato ti rimando alla pagina Amazon: “Nutri One“.

Attenzione! Sulla confezione del concime c’è scritto di apportare la soluzione diluita in acqua ogni 15 giorni. per la malvarosa basta concimare una sola volta al mese., ricorda che è una pianta rustica!

Non sai dove comprare i semi?
Puoi provare a dare un’occhiata a “questa pagina Amazon” dove trovi diverse offerte di semi.

Geranio malvarosa

Per il geranio profumato geranio malvarosa, ti segnalo l’articolo guida: come curare il geranio.

Pubblicato da Anna De Simone il 31 agosto 2018