Maggiorana in vaso: coltivazione e consigli

maggiorana proprietà

Coltivare la maggiorana in vaso è molto semplice, vi basterà seguire le nostre istruzioni sulla coltivazione veloce fai da te per abbondanti raccolti.

La maggiorana in cucina

Prima di vedere come coltivare la maggiorana in vaso, vi daremo alcuni spunti su quali sono le proprietà della maggiorana e i suoi impieghi in cucina.

La maggiora in cucina si può usare sia essiccata, sia fresca. La maggiorana appartiene al genere Origanum, infatti sia il gusto, sia l’aroma, ricordano quelli dell’origano con la differenza che nella maggiorana, gusto e aroma sono più tenui e delicati.



La maggiorana in cucina va aggiunta sempre a crudo o negli ultimi istanti di cottura, così da conservare integre tutte le sue proprietà che sono sensibili al calore.

La maggiorana è il condimento ideale per pizze, insalate miste, aceti e oli aromatici. Può essere impiegata per arricchire primi piatti estivi, minestre e altre pietanze che richiedono un aroma deciso ma delicato. Le foglie, essiccate o fresche, possono essere usate per la preparazione di tisane o decotti. Per tutte le informazioni aggiuntive vi rimandiamo all’articolo dedicato alle proprietà della maggiorana e ai suoi impieghi come rimedio naturale.

Come coltivare la maggiorana in vaso

La maggiorana in vaso è facile da coltivare. Si adatta bene in diverse tipologie di terreno ma predilige un suolo fresco, drenato e ricco di sostanze nutritive. Per coltivare la maggiorana, ponete il vaso in posizione soleggiata. Prima di riempire il vaso di terriccio (i più scrupolosi possono acquistare in commercio dei terricci specifici per erbe aromatiche), predisponete sul fondo uno strato drenante di 2 cm dato da argilla espansa.

Come iniziare una coltivazione di maggiorana 
Potete iniziare a coltivare la maggiorana a partire dal seme, prelevando un cespo in primavera o in fine estate (da mettere direttamente in dimora) oppure preparando una talea nel periodo estivo (tra giugno e luglio).

Se avete comprato dei semi di maggiorana, sappiate che marzo e aprile sono i mesi migliori per la semina della maggiorana. Potete seminare la maggiorana direttamente in vaso per poi tenere le piantine più robuste.

Per la semina in vaso, riempite il contenitore con una composta realizzata per il 50% da terriccio universale e per la restante metà con torba e sabbia in parti uguali. Distribuite i semi a spaglio cercando di distanziarli l’uno dall’altro. I più scrupolosi potranno seminare la maggiorana con un’apposita pinza interrando i semi a una profondità doppia rispetto al loro diametro (quindi a pochi mm di profondità).

Man mano che le piantine crescono, provvedete a sfoltirle eliminando le più esili. Per i primi 15-20 giorni dalla semina, fino alla germinazione, irrigate a giorni alterni con uno spruzzino.

Pubblicato da Anna De Simone il 22 aprile 2015